Home Benessere Meditazione come medicina naturale

Meditazione come medicina naturale

Avete mai pensato alla meditazione come a una medicina naturale per allontanare i pensieri negativi dalla testa? Secondo alcuni studiosi, effettuare periodicamente delle sedute di meditazione, aiuta a ridurre il rischio d’infarto o ictus, aiutando a liberare la mente più velocemente dalla rabbia e dai sentimenti negativi.

Il consiglio degli esperti sarebbe quello di meditare almeno due volte al giorno, ripetendo uno specifico suono mantra che vi aiuterà a far scendere la pressione sanguina  La conferma arriva direttamente da un gruppo di studiosi del Medical College del Wisconsin, che ha deciso di monitorare un gruppo di 201 persone con età media di 59 anni.

Il test e i vari controlli sono durati per cinque anni e hanno confermato che tutte le persone che, nel corso di questi anni hanno effettuato meditazione almeno 2 volte al giorno, hanno ridotto la probabilità di avere un infarto nel 48% dei casi.

I soggetti che si sono sottoposti al test, avevano avuto meno episodi di rabbia e stress, ridotto i problemi legati all’ipertensione e al consumo di alcol. Alcune persone grazie alla meditazione, erano riuscite a modificare il loro stile di vita, riducendo al minimo le calorie.

Secondo i test effettuati dal ricercatore Robert Scheneider, direttore dell’Institute for Natural Medicne and Prevention, la riduzione dello stress, utilizzando un collegamento ristretto tra mente e corpo, permette all’organismo la possibilità di auto ripararsi agendo come farmaco naturale.

Inoltre pare che la meditazione trascendentale può abbattere i rischi di malattie cardiache sia nelle persone sane che in quelle che hanno avuto dei problemi in passato.

Quindi la meditazione può essere utilizzato come un rimedio naturale che aiuterà a combattere le fatiche imposte dalla vita quotidiana. Siete pronti a esercitarvi con la meditazione?

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui