Home News Mal di stomaco? Le cause secondo la medicina orientale

Mal di stomaco? Le cause secondo la medicina orientale

La medicina orientale ha un modo completamente diverso dal nostro di vedere la malattia, anche quando si parla di un “banale” mal di stomaco le differenze sono evidenti. 

mal di stomaco

I nostri esperti hanno sottolineato più volte che le cause del mal di stomaco possono essere di varia natura. Se il disturbo è passeggero deriva probabilmente dalla cattiva digestione o dall’ansia, altrimenti possono esserci problemi di fondo che il medico può aiutarci a individuare.

La Medicina Tradizionale Cinese ci offre un’analisi che va oltre al problema fisico. Cerca infatti di individuare qual è l’origine stessa del problema indagando sul lato energetico e psichico.

Lo stomaco riceve direttamente dall’esofago il cibo che ingeriamo, lo impasta e lo mescola, viene preparato per il processo di assimilazione. Questo organo viene associato anche alla nostra capacità di gestire i problemi materiali.

Il mal di stomaco deriva dalla nostra incapacità di gestire i problemi

Secondo la medicina orientale il mal di stomaco, le ulcere e l’acidità derivano tutte dalla nostra difficoltà di gestire le situazioni e i problemi che dobbiamo affrontare. Possono essere di natura professionale, finanziaria, famigliare o scolastica. Quando siamo preoccupati e non ci sentiamo in grado di affrontare la situazione, il primo organo che ne risente è proprio lo stomaco e reagisce sviluppando una serie di problematiche più o meno gravi.

Non è un caso se soffrono di dolori allo stomaco soprattutto quelle persone che si fanno prendere facilmente dall’ansia, che rimuginano sui problemi a tal punto da perdere il sonno.

Il mal di stomaco come ho detto prima deriva spesso dalla cattiva digestione e per tanto si presenta poco dopo il pasto. Ecco che questo problema identifica la nostra incapacità di digerire le cose. Quando ci viene rivolta una frase sgarbata la prendiamo a tal punto come un’offesa personale da rimuginarci sopra a lungo e non riusciamo a lasciarla scivolare via. Non siamo capaci di digerire un fallimento o un “no”. Le esperienze non le vediamo più come uno stimolo a migliorarci e crescere, ma piuttosto come uno scoglio che spacca in due la nostra quotidianità e ci provoca ansia.

Come risolvere il problema?

Non è facile modificare il proprio modo di affrontare la vita e i problemi. Non è sufficiente dire “lasciati scivolare i problemi dalla pelle” per aiutare qualcuno. Anzi, nella maggior parte dei casi si peggiorerà la cosa perché si farà notare alla persona la sua “incapacità” di affrontare il problema.

Per riuscire a modificare lo schema “sbagliato” è necessario iniziare a piccoli passi, senza incolparsi troppo se i risultati non arrivano immediatamente. Come ho detto però non è facile, perché il mal di stomaco deriva proprio dalla difficoltà di accettare le cose che capitano e i fallimenti sono visti come il chiaro segnale di un’impossibilità di andare avanti e per tanto si è propensi a gettare la spugna.

Quello di cui avete bisogno è trovare un poco di calma. Dovete avvicinarvi a piccoli passi a quelle tecniche che vi aiutano a rilassarvi di più. Dovete individuare quella che vi fa stare a vostro agio. Se vi sentite tranquilli alle pratiche di gruppo, potete optare ad esempio per la danze meditative, altrimenti se lavorare in gruppo aumenta la vostra ansia potete sfruttare qualche tecnica di respirazione da praticare direttamente in casa.

La cosa importante è che vi concediate del tempo per voi, per la vostra serenità. Non imponetevi alcun tipo di obbiettivo, non dovete pretendere niente da queste pratiche, ma solo godervi il momento pienamente! Vi parla una persona che di mal di stomaco ha sempre sofferto e che da questi piccoli esercizi quotidiani è riuscita a trarre grandi benefici, arrivando pian piano all’origine del problema.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 9 Media: 2.8]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui