Home Salute Leucorrea: significato, cause, sintomi, rimedi e cure

Leucorrea: significato, cause, sintomi, rimedi e cure

La leucorrea è un disturbo molto comune tra le donne che crea un po’ di imbarazzo e qualche preoccupazione. Che cos’è la leucorrea?

Il termine indica un cambiamento nella normale fuoriuscita di siero di colore bianco o trasparente dalla vulva che proviene dagli organi genitali (vagina, cervice e utero).

La secrezione sierosa ha il compito di lubrificare il canale vaginale per evitare irritazioni, pulire la vagina e scongiurare l’attacco di agenti esterni all’utero.

Ma la leucorrea cos’è? È un aumento della secrezione sierosa vaginale che potrebbe destare qualche preoccupazione.

Leucorrea: Cause

L’aumento di secrezione vaginale può essere determinato da fattori fisiologici e da qualche patologia sottostante.

Fattori fisiologici

  • Prima mestruazione – Il periodo che precede la prima mestruazione è caratterizzato da una variazione ormonale che stimola la leucorrea nel suo significato più conosciuto.
  • Ovulazione – La leucorrea premestruale avviene perché l’ovulazione (14 giorno) spinge le ghiandole cervicali a rendere il muco più fluido in modo da favorire il viaggio degli spermatozoi verso l’utero.
  • Dopo la mestruazione – Il ripristino  dell’endometrio dell’utero dopo la mestruazione può provocare un aumento della secrezione della mucosa.
  • Gravidanza – La leucorrea in gravidanza è una condizione fisiologica perché si tratta di un momento di cambiamenti ormonali. Si parla di leucorrea gravidica.
  • Menopausa – Non è raro soffrire di leucorrea in menopausa perché si riduce lo spessore delle mucose vaginali e il livello di estrogeni nel corpo, favorendo la fuoriuscita di secrezioni vaginali.
  • Eccitazione – L’eccitazione sessuale mette in moto una serie di meccanismi che spinge alcune ghiandole dell’uretra a raccogliere il fluido e a espellerlo successivamente.
  • Stress –  Si può mettere in relazione leucorrea e stress perché lo stress psicofisico può cambiare la flora batterica del corpo o dell’apparato femminile e favorire la produzione di muco vaginale.
  • Comportamenti errati – Alcune abitudini possono causare leucorrea persistente: ambiente caldo-umido, indumenti stretti, pantaloni sintetici e così via.

Cause patologiche

  • Infiammazioni – Le infiammazioni a carico degli organi genitali sono causate da batteri, funghi e virus (es. Candida albicans, Clamydia trachomatis, Neisseria gonorrhoeae, Ureaplasma urealyticum, Gardrella vaginalis, Herpes Simplex e Papilloma virus).
  • Malattia infiammatoria pelvica – L’infezione interessa la parte superiore dell’apparato riproduttivo (ovaie, tube di Falloppio e utero).
  • Tumore – Anche un cancro al collo dell’utero in stadio iniziale può avere la leucorrea tra i suoi sintomi più evidenti.
  • Fibroma – Il tumore del tessuto connettivo dell’utero può spingere le ghiandole della cervice a secernere più fluido.

Leucorrea: Sintomi

La leucorrea è un sintomo di una condizione fisiologica passeggera o una malattia in atto, ma spesso viene accompagnato da altri sintomi.

  • Prurito – Le infezioni da Candida, Trichomonas e Chlamydia possono portare a un’irritazione delle mucose vaginali e della vulva e un prurito intenso.
  • Arrossamento – L’infiammazione provoca un maggiore afflusso sanguino nell’area genitale, causando un arrossamento sia delle mucose che dei genitali esterni.
  • Perdite – Oltre alle secrezioni biancastre è possibile osservare perdite caratterizzate da diversi colori (es. leucorrea giallastra o marrone), consistenze (es. perdita granulosa)  e odori (es. odore di pesce marcio).
  • Bruciore – Il bruciore vaginale è costante, ma diventa maggiore durante e dopo un rapporto sessuale.
  • Dolore – Una situazione molto ricorrente è l’unione di leucorrea e dolori al basso ventre (che si accentuano durante e dopo il rapporto sessuale)

Diagnosi

La diagnosi della leucorrea deve passare dal contatto con il ginecologo, l’unico in grado di effettuare un’analisi dei sintomi e di prescrivere esami specifici.

L’obiettivo resta quello di valutare l’eventuale agente responsabile dell’infezione e/o individuare possibili neoformazioni tumorali della leucorrea patologica.

Leucorrea: Rimedi e cure

Come curare la leucorrea? Si può gestire in modi diversi a seconda della condizione scatenante, passando dalla cura della leucorrea fisiologica con rimedi ai trattamenti farmacologici in caso di patologie.

Rimedi

In linea di massima la leucorrea fisiologica promette di sparire autonomamente non appena il fattore scatenante sparisce (come nella leucorrea preciclo adolescenzialeo la leucorrea ovulatoria).

È possibile considerare rimedi naturali per la leucorrea un’igiene intima attenta (igiene dalla zona anale all’area vaginale) e alcuni prodotti da banco che alleviano il fastidio (ovuli, pomate e lavande vaginali).

Si può anche gestire il bruciore della leucorrea con il bicarbonato semplicemente riempiendo il bidet di acqua, aggiungere un po’ di bicarbonato e fare dei risciacqui una o due volte al giorno.

La situazione può essere alleggerita conducendo una vita sana, mettendo da parte l’intimo e i capi di abbigliamento sintetici e/o troppo stretti ed evitando rapporti sessuali non protetti con partner occasionali.

Cure

Il trattamento a base di antibiotici e antimicotici viene studiato dallo specialista in base alla causa sottostante individuata durante la diagnosi (leucorrea virale, leucorrea batterica o leucorrea micotica).

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui