Lapacho, l’antibiotico naturale contro candida, cistite e infiammazioni

Molti rimedi naturali per sconfiggere e prevenire diverse infezioni traggono ispirazioni dalle tradizioni delle popolazioni antiche o popoli indigeni. Un esempio? Gli indigeni americani raccoglievano la corteccia di Lapacho o Tabebuia imperiginosa per sconfiggere stati infiammatori di vario genere.

Corteccia di Tabebuia imperiginosa- foto riza.it

Lo stesso Dipartimento di Sanità degli Stati Uniti ha confermato le proprietà terapeutiche del Pau d’arco e la sua efficacia nella gestione delle infiammazioni, nel rinvigorimento delle difese immunitarie e nel rinforzo dell’organismo in generale.

Lapacho: proprietà e benefici

Come prevenire candida e cistite- foto comefare.donnamoderna.com

La parte interna della corteccia di una varietà di piante sempreverdi di origine Amazzonica e Sudamericana possiede un complesso molto interessante: sali minerali (calcio, magnesio, fosforo, zinco, cromo, silicio, manganese, rame, potassio e sodio), oligo-elementi e principi attivi (xilodina e lapacholo).

Il mix di sostanze benefiche consente di utilizzare l’estratto di corteccia di Lapacho per gestire diverse situazioni:

  • Dolore – Il decotto di Pau d’arco sviluppa un’azione lenitiva capace di ridurre il dolore grazie all’interazione con il processo sensoriale che fornisce i segnali che portano al dolore.
  • Candida – Ebbene questo estratto naturale manifesta una potente attività antifungina in grado di debellare la Candida provocata dall’alterazione del PH naturale del corpo e da una dieta è ricca di zuccheri.
  • Infiammazione – Gli stati infiammatori possono essere gestiti grazie alle proprietà benefiche di questa corteccia.
  • Ulcera – L’ulcera peptica prende il via da uno stato di debolezza di stomaco o rivestimento intestinale. Perché? Questa condizione permette all’acido di creare un’erosione o un danno nel rivestimento, determinando un dolore bruciante. Il Pau d’arco accelera la guarigione dell’ulcera aumentando il contenuto di muco gastrico e la proliferazione cellulare che rigenera il tessuto.
  • Anticancro – Diversi studi si stanno concentrando sulle proprietà del Pau d’arco e sulla sua capacità di combattere il cancro e alleviare il dolore associato al tumore.
  • Antivirale e Antiparassitario – Questo rimedio naturale sembra contrastare moltissimi virus, da quello del raffreddore all’herpes.
  • Disintossica l’organismo – L’estratto naturale disintossica l’organismo eliminando le sostanze tossiche come metalli pesanti, pesticidi, conservanti e altre-

Riassumendo quindi la corteccia di Lapacho aiuta in caso di candida, cistite e infezioni vaginali proprio grazie al lapacholo, il principio attivo in grado di contrastare funghi e batteri.

Oltre al suo potere antinfiammatorio, antiossidante, depurativo e tonico, il Lapacho viene studiato per capirne il comportamento nei confronti dell’insorgenza di alcune forme di cancro, candida  e HIV.

Di fatto, questo estratto naturale sembrerebbe capace di riattivare e rafforzare le difese immunitarie per combattere l’invecchiamento cellulare, stimolare la produzione di globuli rossi e regolare i livelli di zuccheri nel sangue.

Usi terapeutici

Come usare il Pau d’arco- foto vegamega.it

Sorseggiare quotidianamente poco prima del cambio di stagione il decotto di Lapcho può aiutare ad affrontare al meglio il periodo invernale, contrastare le malattie da raffreddamento e prevenire l’insorgenza di episodi di candida e cistite.

La corteccia di Lapacho non è un ingrediente molto semplice da rintracciare se non nelle erboristerie ben fornite, nei negozi dedicati al commercio di tè e tisane provenienti da tutto il mondo oppure in rete.

Il prodotto che si acquista è una corteccia tagliata in strisce sottili, la base ideale per creare un decotto beneficio.

In ogni caso è preferibile avere contezza dei metodi di estrazione e produzione dell’azienda di riferimento per evitare di acquistare un prodotto non rispondente alle aspettative.

In natura esistono quasi 100 specie di Pau d’arco, ma non tutte preservano le proprietà terapeutiche sopra descritte. La parte medicinale della pianta è la corteccia o meglio il rivestimento interno della corteccia, chiamato phloema , ma molte aziende continuano a utilizzare tutta la corteccia e questo finisce per influire negativamente su proprietà ed effetti della pianta.

Lapacho: tisana

Infuso contro candida e cistite- foto it.pinterest.com

Preparare questo rimedio naturale contro candida e cistite è davvero semplice:

  • Mettere 1 cucchiaino da cucina di Lapacho in 1,5-2 litri di acqua
  • Portare a ebollizione
  • Lasciare in infusione per 15 minuti
  • Filtrare e lasciare raffreddare il Lapacho tea per qualche istante

È possibile rintracciare questo antibiotico naturale sotto forma di capsule di corteccia in polvere da assumere secondo le indicazioni previste o sotto forma di estratto liquido (es. Lapacho tintura madre come Lapacho Di Leo e altri) da prendere disciolto in acqua.

Lapacho: Controindicazioni

Il rimedio naturale contro candida e cistite dalle origini lontane non deve essere assunto in caso di gravidanza e allattamento, terapie a base di farmaci anticoagulanti o aspirina.

Gli effetti collaterali sono legati più che altro all’uso prolungato e al sovradosaggio e possono manifestarsi specialmente a livello gastrointestinale:

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 4 Media: 3.5]

Myriam Amato

Informazioni sull'autore
Laureata in Informazione e sistemi editoriali, amante della cultura orientale e appassionata di benessere, salute e fitness.
Tutti i post di Myriam Amato