Home Alimentazione Intervista a Kefiring, gli specialisti del kefir

Intervista a Kefiring, gli specialisti del kefir

Cos’è il Kefir

Migliaia di anni fa il latte veniva conservato in pelli animali, all’interno delle quali hanno preso vita i primi Grani di Kefir.

Si tratta di un agglomerato di zuccheri complessi contenente ceppi batterici e lieviti. Tramandati nel corso degli anni, i Grani di Kefir sono arrivati fino ai giorni nostri.
I Grani di Kefir da latte permettono di ottenere un latte fermentato simile allo yogurt (Latte di Kefir), con un processo del tutto naturale.
Il Latte di Kefir ha un sapore leggermente acido ed una consistenza liquida.
L’aspetto interessante dal punto di vista nutritivo è la complessità dei microrganismi che vivono al suo interno.

Questo lo rende molto più efficace dello yogurt.
Quindi il Kefir è una bevanda probiotica che favorisce l’equilibrio e rafforza la flora intestinale. Per questo è anche indicato nel caso di disbiosi.
Il consumo di Kefir può persino alleviare le intolleranze alimentari, perché si introducono microrganismi in grado di consumare i nutrienti di difficile assimilazione.
Ad esempio, si può superare l’intolleranza al lattosio.
Oltre all’aspetto probiotico, il Kefir offre anche molti nutrienti.
Durante il processo di fermentazione, infatti, si vengono a formare anche preziose vitamine e sali minerali.

Esistono due tipologie di Kefir. Kefir da latte e Kefir d’acqua. Hanno un aspetto diverso ma contengono fondamentalmente gli stessi ceppi microbici. Quello che cambia è la composizione in termini percentuali delle diverse famiglie e come si relazionano tra di loro. Mentre i microrganismi nel Kefir da latte fermentano maggiormente zuccheri complessi, come il lattosio, quelli nel Kefir d’acqua consumano zuccheri semplici. Infatti, il Kefir d’acqua si prepara aggiungendo ai grani una miscela di acqua e comune zucchero da tavola. Quindi la fermentazione è diversa e ha senso consumare entrambi i prodotti proprio per il diverso effetto sula flora intestinale.

La differenza tra un prodotto preparato in casa ed un acquistato al supermercato? Molto spesso il Kefir pronto da bere disponibile nei negozi è ottenuto tramite un mix di fermenti in polvere selezionati. I prodotti commerciali di fatto non vengono mai a contatto con i Grani di Kefir e non è presente la biodiversità, né tantomeno le qualità benefiche caratteristiche del prodotto ottenuto con i Grani di Kefir freschi. Altro vantaggio dell’autoproduzione è la certezza di conoscere le materie prime presenti nel prodotto finito.

Come si prepara il Kefir ?

In un contenitore contenente i Grani di Kefir, si aggiunge latte o acqua e zucchero in base alla tipologia di prodotto.
Il rapporto tra il peso dei Grani di Kefir ed il liquido dovrebbe andare da un minimo di 1:5 ad un massimo di 1:20. Il rapporto ottimale è 1:10. Ovvero, una parte di Grani di Kefir su 10 di latte o acqua e zucchero.

La fermentazione ha una durata di 24 ore.
Dopo 24 ore il prodotto è pronto e viene semplicemente filtrato con un colino per rimuovere i Grani di Kefir, che verranno rimessi nel nuovo liquido.
Quello che risulta dalla filtratura è la bevanda pronta da consumare.

Come gestire i Grani di Kefir


I Grani di Kefir sono veri e propri organismi viventi e crescono continuamente durante la fermentazione.  Possono resistere nello stesso liquido per un massimo di 4-5 giorni, oltre i quali iniziano a danneggiarsi e perdere efficacia. Occorre prestare attenzione all’igiene. Ovvero, utilizzare sempre strumenti ben lavati e non lasciare i contenitori aperti. Insomma, le comuni pratiche di igiene consigliate in ambito alimentare.

Di cosa si occupa l’azienda Kefiring?


Nel nostro laboratorio lavoriamo esclusivamente il Kefir in condizioni ottimali per la crescita e ci appoggiamo ad un laboratorio esterno per le analisi periodiche tramite le quali verifichiamo la salubrità -assenza di patogeni- del prodotto e la presenza dei tutti i ceppi caratterizzanti.
Siamo gli unici in Italia ad assicurare un prodotto di qualità certificata. I grani scambiati tra privati possono essere spesso carenti dei giusti ceppi ma anche contenere agenti patogeni.
Dopo aver effettuato l’acquisto sul nostro sito web (www.kefiring.com) si riceve a casa un flaconcino contenente i Grani di Kefir nel loro liquido di nutrimento. Si inizia scartando il liquido e si mettono subito i grani nel nuovo contenitore per avviare il primo ciclo fermentativo.
Oltre al flaconcino arriva il relativo Manuale d’uso, con tutte quello che c’è da sapere, comprese le cose da non fare. Poi tutti ci possono contattare direttamente in caso di dubbi o domande.

E se non si volesse utilizzare latte di origine animale?

I Grani di Kefir da latte possono essere utilizzati con tutte le tipologie di latte animale, di mucca, capra, asina e così via ma anche qualsiasi latte vegetale. I batteri sono in grado di fermentare gli zuccheri complessi, compresi gli amidi presenti nel latte di soia, di riso, di mandorla, di cocco, etc.

Articolo estratto dall’intervista di Matteo Cozzi di Avocado tree

Riferimenti:
1) Sito web: www.kefiring.com
2) E-mail: info@kefiring.com
3) Telefono: +39 3487649490

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 6 Media: 3,5]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui