Home Integratori Alimentari & Cosmetici Integratori olio di Krill: cos’è, opinioni e controindicazioni

Integratori olio di Krill: cos’è, opinioni e controindicazioni

Hai mai sentito parlare dell’olio di Krill o letto le opinioni dei consumatori su questo integratore? Questo olio risulta prezioso per la cura di vari disturbi e per questo vale la pena conoscerlo meglio.

Olio di Krill- foto oldeconomy.org

L’olio di Krill è una sostanza oleosa composta da Krill ossia zooplancton, un elemento che quando si unisce al fitoplancton e altri organismi forma il plancton nel suo insieme.

Più in particolare gli integratori a base di olio di Krill sono ricchi di acidi grassi Omega 3, Omega 6 e Omega 9, vitamina A, vitamina E, fosfolipidi e astanxantina.

Olio di Krill: Benefici

Acne- foto thisisinsider.com

Meglio l’olio di pesce o l’olio di Krill? Quello che differenzia l’olio di Krill da altri integratori a base di olio di pesce è la ricchezza di Omega 3 e antiossidanti, componenti che possono aiutare a gestire diversi ambiti della salute dell’uomo:

  • Colesterolo e trigliceridi – Gli acidi grassi Omega 3, Omega 6 e Omega 9 e in particolare gli EPA e i DHA riducono la percentuale di colesterolo cattivo e trigliceridi nel sangue e alzano la quota di colesterolo buono, oltre a sciogliere i grassi e migliorare il processo di dimagrimento.
  • Pressione sanguigna – Gli acidi grassi Omega 3 dell’olio di Krill, agendo sul livello di colesterolo e trigliceridi, tengono sotto controllo la pressione sanguigna e salvaguardano la salute cardiovascolare.
  • Sistema scheletrico – L’azione di vitamina A, vitamina E e acidi grassi stimola la formazione di osteoblasti e tessuto cartilagineo e contribuisce al benessere delle ossa.
  • Diabete – La regolazione della quota di insulina nel sangue consente di gestire l’iperglicemia e i livelli di diabete.
  • Attività cerebrale ed epatica – La fosfatidilcolina introdotta aiuta a ridurre il colesterolo e a migliorare l’attività di fegato e cervello.
  • Sistema nervoso – Gli acidi grassi riequilibrano i meccanismi del sistema nervoso e promuovono la concentrazione.
  • Acne – Gli acidi grassi Omega 6 agiscono sui processi infiammatori che causano l’acne e limitano i rossori e gli sfoghi sulla pelle.
  • Pelle e capelli – Gli aminoacidi rinforzano i tessuti connettivi mentre le sostanze antiossidanti lottano contro l’azione dannosa dei radicali liberi.
  • Gravidanza – Il pool di sostante contenute favorisce lo sviluppo dell’embrione e del feto e promuove il sistema immunitario della futura mamma.

Modalità d’uso e dosaggi

Krill oil- foto freefarma.it

L’olio di Krill può essere usato in totale sicurezza per gestire alcuni disturbi e prevenire alcuni problemi, basta non eccedere nelle dosi consigliate nei foglietti illustrativi.

Generalmente l’olio di Krill si può acquistare in erboristeria, in farmacia o nei negozi online sotto forma di capsule.

Il prezzo dell’olio benefico risulta leggermente più alto rispetto altri integratori (18-35 euro), ma i benefici che riserva sono davvero notevoli.

Olio di Krill: Controindicazioni

Krill integratore- foto scientific-training.it

L’assunzione dell’olio di Krill deve rispettare le dosi consigliate dai produttori dal momento che potrebbe provocare qualche effetto collaterale, proprio come qualsiasi altro integratore alimentare.

L’uso spropositato di un integratore con olio di Krill potrebbe provocare allergie, interazioni con altri farmaci, diarrea, indigestione e alitosi.

L’olio viene controindicato in caso di allergia ai frutti di mare (viene estratto da piccoli crostacei che sono alla base della catena alimentare nei mari) o problemi di coagulazione (fluidifica il sangue e tende a rallentare la coagulazione del sangue).

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui