Collegati con noi

Integratori di antiossidanti: caratteristiche, benefici e usi

Integratori di antiossidanti: caratteristiche, benefici e usi

Gli integratori di antiossidanti si presentano come una fonte suppletiva utile in caso di carenze o aumentato fabbisogno. Ma esistono delle differenze tra gli integratori di antiossidanti naturali e gli integratori di antiossidanti farmaceutici?

Antiossidanti: significato e utilità- foto antirughe.info

È bene iniziare col dire che gli antiossidanti sono sostanze importanti per la salute e la bellezza dell’organismo, ciò nonostante esistono due grandi categorie di integratori di antiossidanti:

  • Naturali – Alimenti che contengono sostanze antiossidanti.
  • Farmaceutici – Preparati erboristici o sintetici da usare in caso di carenze alimentari o aumentato fabbisogno giornaliero.

Integratori di antiossidanti naturali

Alimenti antiossidanti- foto cure-naturali.it

Gli alimenti di origine vegetale e animale contengono un complesso di antiossidanti in grado di coprire il fabbisogno giornaliero:

  • Frutta – Mirtilli, mango, prugne, arance, fragole, uva, melograno e altri frutti vengono considerati gli alimenti antiossidanti per eccellenza perché preservano altissime concentrazioni di polifenoli, flavonoidi, minerali e vitamine.
  • Verdure – Cavolo nero, avocado, peperoni, pomodori, carote e barbabietole si presentano come antiossidanti naturali ricchi di polifenoli, flavonoidi, sali minerali e vitamine.
  • Pesce – Salmone e pesce azzurro sono un’ottima fonte di acidi grassi essenziali e in particolare di Omega 3.
  • Semi oleosiAlimenti antiossidanti come semi di lino, semi di sesamo, semi di girasole e semi di zucca conservano una buona quantità di acidi grassi della serie Omega 3 e Omega 6 e molti sali minerali.
  • Cioccolato – Il cioccolato fondente è una valida fonte di antiossidanti come i polifenoli.
  • Tè verde – Viene considerato la fonte maggiore di antiossidanti naturali come bioflavonoidi, tannini e polifenoli.

Integratori di antiossidanti farmaceutici

Antiossidanti farmaceutici- foto antirughe.info

Questo tipo di integratori comprendono tutti i prodotti realizzati dall’industria farmaceutica, sostanze da assumere per via orale.

Gli integratori farmaceutici posso dividersi in diverse tipologie:

  • Naturali (formulazioni a base di piante e alimenti ricchi di antiossidanti)
  • Sintesi (principi attivi sintetizzati chimicamente in laboratorio)..

Caratteristiche

Quali caratteristiche deve avere un integratore di antiossidanti?- foto piuvivi.com

Un valido integratore di antiossidanti deve possedere determinate caratteristiche in termini di contenuto di principi attivi ed efficacia:

  • Concentrazione – Le etichette esprimono il valore di concentrazione di antiossidanti e quindi il potere di efficacia sull’organismo.
  • Buon rapporto qualità/prezzo – Il costo deve essere proporzionale alla quantità di antiossidanti contenuti nella formulazione.
  • Antiossidanti ad azione sinergica – Gli antiossidanti devono sviluppare un’azione complementare per favorire il benessere dell’organismo.
  • Tecniche di estrazione – Il principio attivo deve essere estratto con tecniche che comportino la minor perdita possibile della sostanza.
  • Trial clinici – I test di efficacia sono fondamentali per determinare la validità dell’integratore.

Ingredienti e utilizzi

Vari tipi di integratori di antiossidanti- foto abcallenamento.it

Gli integratori di antiossidanti farmaceutici possono essere divisi in diverse categorie, a seconda del tipo di principio attivo utilizzato: vitamine e sali minerali, acidi grassi essenziali, flavonoidi, polifenoli e così via.

Vitamine e minerali

Gli integratori di vitamine e minerali sono quasi tutti di sintesi e quindi prodotti chimicamente in laboratorio:

  • Vitamina A – Si tratta di integrazioni a base di vitamina A o integratori multivitaminici molto utili per il benessere di occhi e pelle.
  • Vitamina E – È uno dei più potenti antiossidanti con significato anti-age perché contrasta i segni del tempo e l’invecchiamento cellulare.
  • Vitamina C – Si tratta di un integratore adatto per rafforzare il sistema immunitario e proteggersi dalle malattie.
  • Selenio – Questa sostanza diventa efficace in associazione alla vitamina E per combattere l’azione dei radicali liberi con un potere anti-age.
  • Zinco – Gli integratori di zinco sono utili per cicatrizzazione dei tessuti, salute dei capelli, benessere del fegato e vigore del sistema immunitario.

Acidi grassi essenziali

Dal momento che l’organismo non è capace di sintetizzare gli acidi grassi essenziali, questi antiossidanti devono essere assunti con la dieta o gli integratori a base di Omega 3 e Omega 6.

Gli integratori di acidi grassi possono essere di origine naturale o di natura sintetica, ma in entrambi i casi è necessario che presentino determinate specifiche:

  • Rapporto tra Omega 3 e Omega 6 (1:2 e 1:6)
  • Presenza vitamina E (per favorire l’assorbimento degli acidi grassi e le loro proprietà)
  • Dicitura “acido linoleico” per Omega 6 e “DHA” e “EPA” per gli Omega 3

In commercio esistono diversi tipi di integratori sotto forma di capsule molle o perle gelatinose a base di acidi grassi essenziali: Omega 3 derivanti da olio di pesce e Omega 6 provenienti dall’olio di borragine. Non è insolito rintracciare integratori che uniscono Omega 3 e Omega.

Altri antiossidanti

Esistono molte altre sostanze antiossidanti che come integratore possono sortire effetti benefici sull’organismo. Quali?

  • Flavonoidi – Antiossidanti fondamentali per la salute dei vasi sanguigni e la circolazione venduti sotto forma di integratori erboristici a base di estratti di frutta e verdura e in particolare di bacche, tè verde, barbabietola e uva.
  • Polifenoli – Molti integratori di antiossidanti contengono fenoli semplici, bioflavonoidi e tannini, miscele di antiossidanti polifenolici estratti da piante e in particolare da olive, bacche, maqui e così via.
  • Coenzima Q10 – L’antiossidante prodotto dall’organismo viene venduto sotto forma di capsule o perle gelatinose per contrastare l’azione dei radicali liberi.
  • Complessi anti-age – Si tratta di integratori con un mix di antiossidanti anti-invecchiamento che contrastano il logoramento precoce delle cellule e le relative manifestazioni.

Quando assumere un integratore di antiossidanti

Quando assumere le integrazioni di antiossidanti- foto drgiorgini.it

Gli integratori di antiossidanti vanno assunti in determinate situazioni per ripristinare il benessere generale dell’organismo:

  • Carenze – Denutrizione, malnutrizione o una dieta povera di frutta e verdura può determinare una carenza di antiossidanti.
  • Gravidanza – L’aumentato fabbisogno giornaliero impone un’integrazione ad hoc da stilare sotto il consiglio medico.
  • Menopausa – La condizione genera un invecchiamento cellulare e una serie di sintomi specifici che possono essere gestiti con specifiche integrazioni multivitaminiche, integratori di acidi grassi essenziali e suppletivi con coenzima Q10.
  • Sport – Lo sport praticato in modalità agonistica o giornaliera aumenta la produzione di radicali liberi.
  • Capelli – Un integratore a base di minerali può favorire il microcircolo e un apporto vitaminico può ripristinare l’equilibrio perso in caso di capelli deboli e sfibrati.
  • Prevenzione – Gli antiossidanti aiutano a prevenire alcuni disturbi legati a occhi e retina (betacarotene, vitamina A, vitamina E, vitamina C e luteina) e patologie come ictus e infarto (Omega 3 e Omega 6).

Effetti collaterali

Effetti collaterali degli antiossidanti- foto delaismelo.ru

Gli effetti benefici degli integratori di antiossidanti trovano posizione contrarie basate su uso sconsiderato e dosi esagerate. Quali sono le eventuali conseguenze?

  • Integratori a base di glutatione sono inutili considerando che il potente antiossidante assunto per via orale non apporta benefici.
  • Integrazioni a base di vitamine liposolubili possono provocare l’accumulo della vitamina nel tessuto adiposo e generare tossicità (vitamina A) o aumento del rischio di cancro (vitamina E).
  • Integratori a base di zinco potrebbero provocare infezioni del tratto urinario e problemi quali brividi di freddo, febbre e dolore toracico.
  • Eccesso di Omega 6, soprattutto se assunti con la vitamina E, aumenterebbe il rischio di cancro a causa di un complesso che danneggia il DNA.

Laureata in Informazione e sistemi editoriali, amante della cultura orientale e appassionata di benessere, salute e fitness.

Lascia un comento

Termini di ricerca:

  • maggior quantità di polifenoli integratori

Non perderti questi consigli