Collegati con noi

Integratori di acido alfa lipoico: vantaggi e usi dell’acido tiottico

Integratori di acido alfa lipoico: vantaggi e usi dell’acido tiottico

L’acido alfa lipoico è un acido grasso presente in ogni cellula del corpo umano che viene coinvolto in molte funzioni biochimiche come la trasformazione del glucosio in energia e l’azione antiossidante contro i radicali liberi, un corredo di funzioni che può essere potenziato grazie agli integratori di acido alfa lipoico.

Integratori di acido alfa lipoico- foto bellezzaessenziale.it

I radicali liberi sono sostanze di scarto prodotte da diverse reazioni biologiche e caratterizzate da gruppi di atomi instabili con un elettrone in meno degli orbitali più esterni che li rende capaci di reagire con qualsiasi struttura molecolare che incontrano.

Più in particolare, l’elettrone mancante spinge le molecole instabili a cercare un completamento con altri radicali oppure elettroni di altre cellule per dare vita a una reazione a catena che rischia di causare notevoli problemi.

In condizioni normali gli antiossidanti presenti nell’organismo riescono a bilanciare l’azione dei radicali liberi fino al momento in cui non si crea un’alterazione causata da aumento di concentrazione di radicali liberi o inefficienza degli antiossidanti.

L’organismo viene sottoposto al cosiddetto stress ossidativo ossia una condizione che favorisce l’invecchiamento della pelle, altera la quantità di energia cellulare, riduce lo scambio tra le membrane cellulari e l’ambiente esterno, distrugge molte molecole (grassi delle membrane, zuccheri, proteine, enzimi e fosfati) e scalfisce il DNA.

Dai uno sguardo anche su: Stress Ossidativo: cause, sintomi e rimedi

Come funziona l’acido alfa lipoico

Acido alfa-lipoico- foto hdavidedidonatocoach.com

L’acido alfa lipoico o acido tiottico è una molecola composta da carbonio, idrogeno, ossigeno e zolfo, una composizione che rende possibile passare all’acido diidrolipoico e viceversa con le reazioni chimiche di riduzione e ossidazione.

Fondamentalmente esistono due versioni di acido lipoico caratterizzate da forme speculari chimicamente identiche (enantiomeri) che vengono indicate con le lettere R e S: la forma naturale (R-enantiomero) biologicamente attiva e l’acido lipoico sintetico (detto anche acido alfa lipoico) ossia una miscela di entrambe le forme.

Generalmente soltanto uno dei enantiomeri è capace di reagire con i recettori biologici e sviluppare esiti antiossidanti definiti dalla presenza del ponte di solfuro che si comporta da accettore di elettroni per contrastare l’azione di molecole di ossigeno attivo.

Il composto chimico sembrerebbe capace di supportare la rigenerazione di antiossidanti endogeni (vitamina E, vitamina C e Glutatione) e agire come coadiuvante per proteggere le strutture cellulari (membrane cellulari, proteine strutturali, enzimi e DNA) dal danno delle specie reattive dell’ossigeno.

Acido alfa lipoico e alimenti

Alimenti con acido lipoico- foto possodimagrire.it

La dieta alimentare rappresenta la fonte privilegiata di acido tiottico, specialmente se eccede di  carni rosse, frattaglie (cuore, fegato e reni), spinaci, broccoli, patate, patate dolci, carote, barbabietole e lievito.

Secondo quanto detto, quindi, un regime alimentare sano ed equilibrato che include carne e verdure sarebbe sufficiente a somministrare l’apporto necessario e a evitare scompensi delle difese antiossidanti naturali dell’organismo e stress ossidativo.

In verità il problema è che il corpo umano riesce a sintetizzare soltanto piccole quantità di acido tiottico di origine naturale, un meccanismo che diventa ancora più improduttivo quando l’organismo invecchia.

L’assunzione di integratori di acido alfa lipoico rappresenta la soluzione ideale per riuscire a conferire all’organismo le quantità di antiossidante  necessarie a sostenere la lotta contro i radicali liberi e coadiuvare il trattamento dei vari disturbi correlati.

Integratori di acido alfa lipoico

Acido lipoico integratori- foto surfsitesusa.com

Gli integratori di acido alfa lipoico sfruttano le proprietà antiossidanti dell’acido tiottico e la sua capacità di aiutare le vitamine a produrre energia a partire da proteine, carboidrati e grassi consumati attraverso gli alimenti.

Il punto di forza di questo tipo di integratori antinvecchiamento risiede nella capacità dell’acido alfa lipoico di sciogliersi sia in acqua che nei grassi, una caratteristica che consente alla molecola di raggiungere tutti i tessuti composti da lipidi come il sistema nervoso e i tessuti formati maggiormente da acqua come il cuore.

Le spiccate proprietà antiossidanti dirette e indirette di questo acido organico e la sua liposolubilità rendono l’integrazione di acido tiottico efficace per raggiungere agevolmente le membrane cellulari.

Più in articolare l’ottima biodisponibilità dell’acido alfa lipoico consente di sfruttare le formulazioni alimentari per vari scopi:

  • Difese antiossidanti – L’azione antiossidante rigenera gli antiossidanti endogeni e contrasta la capacità dei radicali liberi di alterare struttura e funzione dei componenti.
  • Lipoproteine – L’acido alfa lipoico protegge le lipoproteine HDL e contribuisce a ridurre l’insorgenza di problemi cardiovascolari.
  • Glucosio – Il composto molecolare migliora il metabolismo intermedio del glucosio e ottimizza il flusso energetico.
  • Sistema nervoso – L’efficace azione antiossidante riduce il deterioramento della funzionalità nervosa e la comparsa di disturbi cronici o degenerativi.

Approfondisci con: Integratori anti-invecchiamento: Funzionano? A cosa servono?

Acido alfa-lipoico e antiaging

Formulazione anti-invecchiamento con acido alfa-lipoico- foto x115.it

Da anni l’acido alfa lipoico viene combinato con altri antiossidanti e particolari sostanze per dar vita a efficaci rimedi anti-aging.

L’azione anti-invecchiamento dell’acido alfa-lipoico sarebbe riconducibile alla sua capacità di mantenere l’integrità funzionale e strutturale dei tessuti e ottimizzare il metabolismo glucidico a favore della riduzione dei complessi avanzati di glicosilazione (protagonisti dell’invecchiamento).

Di fatto il processo di invecchiamento cellulare riduce inesorabilmente la massa dei mitocondri delle cellule ovvero la struttura che fornisce all’unità cellulare l’energia necessaria per l’espletamento delle normali funzioni.

Il declino della funzionalità mitocondriale e l’alterazione dell’omeostasi energetica si associano a un incremento della produzione di radicali liberi e a un abbassamento delle difese protettive.

L’effetto immediato dell’invecchiamento è un complesso di reazioni che provoca un danneggiamento delle strutture cellulari, alcune modificazioni strutturali e funzionali degli acidi nucleici e una profonda alterazione della normale carica energetica.

Le rughe che compaiono sul viso rappresentano il segno più visibile ed evidente dell’azione lesiva dei radicali liberi e degli agenti chimici e fisici esogeni (temperatura, raggi UV, inquinanti ambientali e altro).

L’assunzione di integratori a base di acido alfa lipoico consente di proteggere la cute da patologie maligne, infiammatorie e autoimmuni e limitare il processo di invecchiamento precoce provocato dall’azione congiunta di radicali liberi e fattori esogeni.

Gli integratori di acido alfa lipoico e altri antiossidanti potenziano la loro azione grazie all’applicazione localizzata di creme topiche a base di acido alfa lipoico che sfruttano la particolare struttura chimico-fisica molecolare per proteggere la cute dai radicali liberi, aumentare la circolazione del sangue e donare un aspetto giovane e sano.

In tal senso X115 +Plus New Generation Skin Care rappresenta l’esempio perfetto di come un integratore antiossidante e anti-age con azione biostimolante e rigenerante e una crema con principi attivi anti-age possano avversare l’azione dei radicali liberi con un intervento interno e un’azione localizzata.

La speciale formulazione anti-invecchiamento viene proposta in un elegante cofanetto che contiene 15 flaconcini e 15 bustine ad alto dosaggio per combattere i fattori responsabili dell’invecchiamento sotto ogni punto di vista:

  • Flaconcini Day – Formulazione a base di resveratrolo,  acido alfa-lipoico, estratti di echinacea, vitamina Ee biopolifenoli da olivo e semi di cacao.
  • Bustine Night – Concentrazioni di collagene marino,  acido ialuronico,  centella asiatica,  vitamina C,  zinco e  rame.

In questo caso l’integratore X115 +Plus con acido alfa-lipoico combina le proprietà di vitamine, minerali, estratti officinali e collagene per protegge la pelle dagli effetti dell’eccessiva esposizione solare, difendere l’organismo dallo stress ossidativo, promuovere la salute del tessuto connettivo (cartilagini, articolazioni, ossa, unghie e capelli), stimolare il micro circolo e sostenere le naturali difese immunitarie dell’organismo.

Leggi anche: Integratori di antiossidanti: caratteristiche, benefici e usi

Acido alfa-lipoico e funzione cardiovascolare

Funzione cardiovascolare e acido lipoico- foto bibenda.it

Gli studi attualmente pubblicati confermano la capacità dell’acido alfa lipoico di inibire l’ossidazione del colesterolo “cattivo” LDL.

Il processo di ossidazione di piccole particelle LDL rappresenta di fatto uno dei principali fattori di rischio per la formazione della placca ateromasica e più in generale delle patologie aterosclerotiche.

Acido alfa-lipoico e sport

Integratori ALA e sport- foto bestbody.it

Gli integratori a base di acido alfa lipoico ALA vengono utilizzati spesso dagli sportivi nell’ottica di una attività bio-protettiva nei confronti dei danni di cui sono responsabili i radicali liberi dell’ossigeno.

In particolare sembrerebbe che la combinazione di acido tiottico e altri antiossidanti sia capace di impedire la diminuzione dell’attività della glutatione-transferasi dovuta dall’esercizio fisico, proteggere il muscolo dal danno ossidativo e contrastare la perossidazione lipidica delle membrane.

Acido alfa-lipoico e diabete

Acido lipoico e diabete- foto euroregionenews.eu

L’acido alfa lipoico è stato utilizzato per anni per gestire la neuropatia diabetica, una patologia che determina un danneggiamento dei nervi legato in parte all’azione dei radicali liberi che tende a manifestarsi in persone affette da diabete di tipo 1 e 2.

La capacità dell’acido alfa lipoico di riciclare e rigenerare i naturali antiossidanti idrosolubili (es. vitamina C e glutatione) e antiossidanti liposolubili (es. vitamina E e coenzima Q) crea una barriera protettiva per nervi e vasi sanguigni, promuove il benessere delle fibre nervose e svolge una azione anti-aging.

Questo significa che l’acido tiottico potrebbe riuscire a proteggere l’integrità delle fibre nervose e a ottimizzare gli impulsi nervosi (indispensabili per la conduzione neuro-muscolare), oltre che a regolare la glicemia grazie alla capacità di ridurre i livelli di zucchero nel sangue.

In diversi trial clinici è stato comprovato come l’uso di acido alfa lipoico per diverse settimane sia stato utile a contribuire alla riduzione di alcuni sintomi tipici della neuropatia (parestesia, dolore e sensazione di bruciore periferico).

Effetti Collaterali

Mal di testa- foto nostrofiglio.it

L’uso di integrazioni a base di acido alfa lipoico non riserva particolati effetti collaterali, fatta eccezione per i casi di sovradosaggio.

In questo senso sembra che gli effetti collaterali portino il nome di mal di testa, sensazione di formicolio, eruzioni cutanee e crampi muscolari.

Gli integratori a base di acido alfa lipoico vengono controindicati in caso di ipersensibilità accertata al principio attivo, gravidanza e allattamento.

Non bisogna dimenticare che l’uso contestuale di acido alfa lipoico e farmaci ipoglicemizzanti potrebbe provocare un abbassamento imprevedibile dei valori glicemici.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

Laureata in Informazione e sistemi editoriali, amante della cultura orientale e appassionata di benessere, salute e fitness.

Lascia un comento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non perderti questi consigli