Insonnia: farmaci o rimedi naturali?

Insonnia

Soffrire di insonnia è un problema che può cambiare lo stile di vita, una persona affetta da questo disturbo può andare letteralmente KO. Non dormire le giuste ore di sonno durante le notti può alzare l’ asticella dell’ irritabilità e aumentare il livello di cortisolo dell’ organismo, spinge ad essere una persona più litigiosa del solito e a dire ogni volta cosa anche se non c’ è ne motivo.

Insonnia: è meglio combatterla con i farmaci oppure puntare rimedi naturali?

La prima cosa a ridursi è senza ombra di dubbio la concentrazione, durante il giorno la stanchezza è maggiore, di solito si viene colpiti più facilmente da frequenti mal di testa. Se l’ insonnia dura più del previsto, può creare diversi problemi da non sottovalutare, cambiando il metabolismo e facendo prendere chili in più molto più facilmente.

Se, però, il problema dell’ insonnia dura solo qualche notte, siamo di fronte a un’ insonnia parziale. Perché il disturbo possa essere chiamato grave, è obbligatorio che si manifesti per qualche mese, come ad esempio il risveglio durante la notte che poi ci impedisce nuovamente di riaddormentarci.

Se siamo persone ansiose, è sempre meglio chiedere parere al medico di base e iniziare ad assumere gradualmente ansiolitici solo dopo notti e notti passate in bianco in modo da recuperare il sonno perso.

Se l’ insonnia che abbiamo è passeggera, sarà obbligatorio affrontarla con qualche rimedio naturale, le tisane rilassanti consigliate sono le seguenti: tiglio, camomilla o biancospino. Un’ altro rimedio naturale da non scartare, è senza ombra di dubbio l’ uso della valeriana, ma da provare sotto controllo del dottore. Una cosa è certa, bisogna ridurre al minimo i risvegli notturni affrontando l’ ansia e i brutti pensieri che ci girano nella testa.

Anche voi soffrire di insonnia?

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]