Infiammazione delle labbra o cheilite: cause, sintomi e cure

Il termine “cheilite” indica l’infiammazione delle labbra provocata da diverse cause che si manifesta con bruciore, arrossamento e desquamazione. Scopriamo meglio di cosa si tratta!

Cheilite angolare- foto it.nextews.com

L’infiammazione a carico della pelle che ricopre le labbra noto come “boccarola” può coinvolgere entrambe le labbra oppure solo gli angoli.

Che cos’è la boccarola esattamente? La cheilite angolare è un’infezione localizzata su un angolo o entrambi gli angoli della bocca.

In realtà le cheiliti non sono patologie serie, pur essendo accompagnate da diversi fastidi e disagi (labbra gonfie, dolenti, secche e screpolate).

Cheilite: Cause

Herpes simplex- foto shutterstock.com

Le labbra screpolate nascondono cause che provocano l’infiammazione e quindi la boccarola: perché viene la cheilite?

  • Allergie – Le labbra possono entrare in contatto con trucchi, polvere o alimenti che causano una reazione allergica o irritativa. Un esempio? La cheilite angolare per colpa del dentifricio.
  • Candida– Tra le cause più frequenti c’è l’infezione micotica e in partivolare del lievito Candida albicans che determina rossore e gonfiore delle labbra.
  • Herpes Simplex – La presenza del virus Herpes simplex primario può causare la boccarola e la comparsa di bolle sulle labbra o sugli angoli della bocca dolorose e pruriginose.
  • Clima – Il passaggio da caldo freddo oppure l’esposizione a vento e/o sole (cheilite attinica) senza protezione può alterare la mucosa e il livello di disidratazione fino a provocare infiammazione e gonfiore delle labbra.
  • Carenze – Alcuni studi collegano l’insorgenza iniziale della cheilite angolare della bocca con carenze nutrizionali di vitamine del gruppo B e ferro (anemia da carenza di ferro), che a loro volta sono conseguenza di malnutrizione o malassorbimento.
  • Fattori predisponenti – La presenza di mucosa eritematosa sotto la dentiera e/o la perdita dell’altezza della parte bassa del viso dovuta a dentiere di scarsa manifattura e mal portate e la conseguente sovra chiusura mandibolare possono causare l’infiammazione e labbra spaccate.

Cheiliti

Bocca infiammata- foto kobieta.onet.p

Chiaramente le cause della cheilite rendono possibile classificare il tipo di infiammazione della bocca:

  • Cheilite angolare – Infiammazione della pelle e della mucosa orale accompagnata da arrossamento e spaccature delle labbra.
  • Cheilite allergica – Problema dovuto alla sensibilità delle labbra a varie sostanze chimiche.
  • Cheilite atopica labbra – L’arrossamento e le labbra screpolate possono essere frutto di una predisposizione genetica o allergia.
  • Cheilite esfoliativa – Il problema si manifesta a causa di carenze nutrizionali o disturbi del sistema endocrino.
  • Cheilite attinica – La cheratosi attinica delle labbra è provocata dall’esposizione spregiudicata ai raggi del sole.
  • Cheilite erpetica – Questo tipo di chelite è determinata dalla presenza del virus Herpes simplex e è contagiosa.

Cheilite: Sintomi

Tagli agli angoli della bocca- foto kobieta.onet.p

L’infiammazione conosciuta come cheilite labbra si manifesta con un pool di sintomi specifici, provocando disagio nelle relazioni sociali. Più passa il tempo e più ogni sintomo della cheilite diventa persistente:

  • Bruciore alle labbra
  • Crosticine
  • Desquamazione
  • Difficoltà nel parlare
  • Labbro rosso
  • Pustole
  • Tagli ai lati della bocca
  • Ulcerazioni

Non bisogna dimenticare che l’infiammazione delle labbra può coinvolgere anche la parte interna delle labbra determinando la formazione di afte, vere e proprie ulcere che nascono all’interno del cavo orale e della mucosa labiale.

Cheilite: Cura e rimedi della nonna

Cura boccarola- foto

Quello che succede all’inizio è che gli angoli della bocca diventano spessi e grigio-bianchi e compare un eritema adiacente (area eritematosa triangolare con gonfiore e spaccature al lato bocca).

La mucosa delle labbra può spaccarsi, ricoprirsi di crosticine e ulcerarsi, ma raramente la situazione può coinvolgere la pelle della guancia o del mento.

Nella forma cronica di infiammazione delle labbra può avvenire una suppurazione (presenza di pus), un’esfoliazione della pelle e una formazione tissutale a granuli.

Purtroppo la cheilite angolare è contagiosa quando si tratta di una forma infettiva associata all’herpes labiale. Correre ai ripari è fondamentale.

Cosa fare per la boccarola? La prima cosa da fare quando si avvertono i sintomi della cheilite è rivolgersi a un dermatologo per ottenere una diagnosi precisa mediante l’esame visivo ed emocromo completo (verificare i livelli di ferro, ferritina, vitamina B12 e folati).

Rimedi farmacologici

Quando si parla di cheilite labbra e farmaci è bene sapere che il trattamento più comune prescritto per la cheilite angolare è la pomata contenente principi attivi specifici. Qual è la pomata giusta per la cheilite angolare?

  • Pomate antivirali – Cura Herpes Simplex.
  • Pomate antibiotiche – Combatte i batteri.
  • Pomate antimicotiche – Presenza di Candida.
  • Creme al cortisone – Agisce contro l’allergene responsabile.

Va segnalato che tra i rimedi più comuni utilizzati per la cheilite angolare è il Gentalyn Beta®, una pomata efficace contro le lesioni allergiche o infiammatorie della pelle che potrebbero incorrere in infezioni.

Rimedi naturali

Considerando che tipo di malattia è la cheilite, la cura della cheilite angolare con una crema antimicotica o altre pomate può essere coadiuvata da rimedi naturali.

È possibile gestire le labbra infiammate ricorrendo alle proprietà di ingredienti e piante officinali. Ecco come gestire le cheilite come la cheilite angolare con rimedi naturali:

  • Succo di limone – L’acido citrico contenuto secca le vesciche causate dall’Herpes simplex.
  • Miele – Le proprietà antinfiammatorie e disinfettanti del miele idratano le labbra screpolate e cicatrizzano le ferite provocate dalla cheilite sul labbro inferiore e/o superiore. Basta applicarlo sulle labbra e lasciarlo in posa per 15-20 minuti.
  • Olio EVO – L’olio extravergine di oliva si rivela un ottimo antinfiammatorio che, grazie agli acidi grassi Omega 3, protegge dall’infiammazione. È sufficiente applicare un tampone di cotone imbevuto di olio EVO sulle labbra e lasciare in posa per 10 minuti.
  • Bicarbonato di sodio – In molti curano la cheilite con il bicarbonato di sodio per via delle sue proprietà antisettiche. Come? Semplicemente creando impacchi lenitivi fino a due volte al giorno.
  • Tree Tea – Uno dei rimedi naturali più usati contro la cheilite angolare è il Tea Tree perché efficace contro la Candida e antinfiammatorio. 
Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 28 Media: 2.6]

Myriam Amato

Informazioni sull'autore
Laureata in Informazione e sistemi editoriali, amante della cultura orientale e appassionata di benessere, salute e fitness.
Tutti i post di Myriam Amato