Home Benessere Metabolismo lento, cosa fare per combatterlo

Metabolismo lento, cosa fare per combatterlo

cosa fare per combattere il metabolismo lento

Siete perennemente a dieta ma non vedete i risultati? Vi gongolate che la colpa siatutta del metabolismo lento? Ok, è vero, ma con questa guida saprete come risvegliarlo e… non avrete più scuse!

Il metabolismo, in linea generale, è l’insieme delle reazioni chimiche che comandano i funzionamenti basilari dell’organismo. Praticamente grazie al metabolismo il nostro corpo riesce ad assimilare le parti nutritive degli alimenti, per riuscire a soddisfare le funzioni vitali dell’organismo. Ognuno ha il suo metabolismo: alcuni hanno un metabolismo veloce, che li permette di non ingrassare e altri lo hanno lento, e tendono ad ingrassare rapidamente.  Il metabolismo basale dipende molto dalla conformazione fisica della persona. Un uomo, in linea generale, ha solitamente un metabolismo più rapido rispetto a quello di una donna. Per questo gli uomini tendono a perdere peso più velocemente rispetto ad una donna, a parità di alimentazione e attività fisica. Ma per non fare discriminazioni, dobbiamo dire che non dipende tanto dal sesso, anche se il fatto di non subire continui scombussolamenti ormonali aiuta gli uomini, ma piuttosto dalla muscolatura. Un fisico muscoloso consuma di più rispetto a uno flaccido, soprattutto a riposo.

Ma da cosa dipende esattamente il metabolismo lento? Dall’assenza di muscoli? Non esattamente. Quasi sicuramente dipende dalla mancanza di attività fisica. Ecco spiegato perché invecchiando si tende a prendere peso. In gioventù il metabolismo è accelerato dagli ormoni della crescita e, insieme al regolare esercizio fisico che fanno i ragazzi, sia anche solo per giocare, fa in modo che si possa mantenere la forma fisica. Invecchiando il metabolismo rallenta naturalmente grazie alla diminuzione di massa muscolare, e quindi dobbiamo per forza iniziare a fare regolare attività fisica per mantenere il peso forma.

Metabolismo lento: cosa fare per dargli una svegliata

Anche voi adorate dare la colpa delle vostre maniglie dell’amore al metabolismo lento? Bene, sappiate che è solo una farsa. Il metabolismo lento non è esattamente la causa del sovrappeso, piuttosto una conseguenza.  Ovviamente avere un metabolismo lento o veloce dipende molto dal fattore genetico, ma comunque possiamo aiutarlo a cambiare e risvegliarlo. Lo stile di vita è quello che può aiutarci a migliorare il nostro metabolismo. Fare attività fisica, mangiare alimenti sani e evitare fumo e alcool può essere un grande aiuto per risvegliare il metabolismo.  Ma quale dieta esattamente seguire per risvegliare il metabolismo lento ?

La dieta

La prima regola in assoluto è quella di non saltare i pasti. Mai. Soprattutto la colazione, che deve essere equilibrata e contenere zuccheri e vitamine. No dimenticate neppure gli spuntini. Mangiare almeno 5 volte al giorno, ovviamente alimenti sani e con pochi grassi, permette di non avere fame e di perdere peso allo stesso tempo. Inoltre è bene favorire le proteine ai carboidrati. Infatti per digerire le proteine il nostro organismo fa più ‘fatica’ e quindi consuma di più. Invece per digerire i carboidrati non c’è alcuno sforzo, quindi si assimilano tutti! Attenzione però: non vanno eliminate pasta e pane, altrimenti alla lunga mancheranno vitamine importanti per il nostro fisico.

Vanno sicuramente però ridotte al minimo e preferendo la loro assunzione nel pasto principale, quello giornaliero. Così come i dolci. Ovvio, a dieta andrebbero eliminati, ma se siete dei golosi cronici, limitatevi a una piccola fetta di crostata o ciambellone a colazione. Infatti al mattino il nostro corpo produce cortisolo, un ormone capace di trasformare tutti i grassi e gli zuccheri in energia. Questo significa che le calorie ingerite al mattino, durante la colazione, vengono trasformate in energia e quindi smaltite durante il giorno. Mi raccomando, non sto consigliando di mangiare una crostata intera, ma una piccola fetta ve la potete concedere!

Dunque: abbondante colazione, con latte zuccherato e una piccola fetta di torta oppure fette biscottate con marmellata. Uno spuntino a metà mattina, a base di frutta e un pranzo leggero, anche un primo piatto va bene, purché sia condito con un sugo non troppo grasso, meglio se a base di verdure o pesce.  Abbondante porzione di verdura, cotta o cruda, vi sazierà senza aggiungere inutili calorie. Spuntino pomeridiano, sempre a base di frutta e una cena leggera, meglio se iniziata con una minestra di verdura e seguita da proteine, di carne o pesce. Prima di andare a dormire una tisana drenante vi aiuterà a smaltire i liquidi in eccesso il giorno successivo.

Il movimento

Ormai lo abbiamo capito: per risvegliare il metabolismo dobbiamo muoverci. E molto. Ma quale esercizi fisici scegliere? Dunque, a seconda dell’età e della conformazione fisica anche una semplice passeggiata a passo svelto può essere un enorme aiuto per risvegliare il metabolismo lento. Questo tipo di allenamento viene chiamato Vascolare: si aumenta gradualmente l’intensità del passo fino a fare dei veri e propri ‘sprint’ alternati a camminate leggere, senza sforzo. Si può fare una camminata piuttosto che una leggera corsa, fino a esercizi di ginnastica dolce. Non importa, basta che vi muoviate e con costanza, ogni giorno.

Anche i pesi sono un esercizio fisico molto utile per risvegliare il metabolismo lento. Infatti attivando la muscolatura si attiva automaticamente il metabolismo. Molte persone, donne soprattutto, preferiscono evitare l’attività con i pesi. Beh, se volete veramente risvegliare il vostro metabolismo, non potete assolutamente evitarli. Fare esercizi con i pesi non vi farà diventare dei piccoli Big Jim, ma sicuramente vi permetterà di aumentare la massa magra, cioè i muscoli. E, come abbiamo spiegato, il nostro organismo consuma molto di più per mantenere la massa magra, in termini di calorie. Ergo: più il fisico lavora a riposo, più il metabolismo è accelerato.

Ovviamente qualsiasi attività aerobica può essere molto utile per risvegliare il metabolismo. Quindi anche la buona vecchia corsa ci viene certamente in aiuto. Ma va fatta in maniera corretta. Non partite e correte come dei forsennati per qualche km… dopo 300 m sarete morti e non avrete svegliato certamente il vostro metabolismo! Invece, quello che potete fare per risvegliare il metabolismo lento è alternare corse veloci a corse leggere, ma anche piccoli sprint di 30 secondi a 1 minuto di camminata e poi ancora uno sprint di 30 secondi e una corsetta leggera e di nuovo sprint e camminata. Alternare movimenti leggeri a movimenti molto rapidi permette di movimentare il metabolismo e lasciarlo attivo anche per diverse ore dopo la fine dell’allenamento.

Metabolismo lento: l’aiuto della natura

Non potevano certo mancare le cure omeopatiche che ci possono aiutare a risvegliare il metabolismo. Primo fra tutti il Fucus. Il Fucus è un’alga che presenta una altissima percentuale di iodio e pertanto stimola il lavoro della tiroide. La possiamo trovare in commercio in gocce è può essere assunta fino a 3 volte al giorno, sempre prima dei pasti. Attenzione però: se soffrite di ipertensione o siete ansiosi, probabilmente il medico omeopata ve la vieterà.  Un altro medicinale omeopatico che può aiutare l’assimilazione dei grassi, soprattutto se associato al Fucus, è l’Inostinolo, che si trova in commercio in compresse.

Per ridurre l’assorbimento degli zuccheri, potete assumere la Garcinia Cambogia. Non dimenticate il classico Thè verde che non solo stimola la diuresi, ma è anche un perfetto brucia grassi. Anche il thè verde va assunto 3 o 4 volte al giorno, in compresse o in bevanda. Ovviamente per risvegliare il metabolismo lento non può mancare l’ intramontabile Ginseng che ci regala una sferzata di energia aiutandoci ad abbassare la glicemia. Dunque, gli strumenti non vi mancano.  Basta nascondersi dietro al metabolismo lento: adesso sapete come svegliarlo!

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

1 COMMENTO

  1. Da quando seguo la dieta herbalife praticamente sono obbligata ad andare in palestra, con il mio fidanzato. Effettivamente evitavo i pesi per non ingrossare gambe e braccia, ma se il metabolismo dipende anche da questo forse li aggiungerò. Grazie!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui