Home Al Femminile Ida, Pingala e Sushumna: le tre Nadi principali

Ida, Pingala e Sushumna: le tre Nadi principali

Ida, Pingala e Sushumna sono le tre Nadi principali e sono strettamente collegate ai chakra. Prima di tutto voglio fare chiarezza. Noi occidentali tendiamo ad associare le Nadi, che “appartengono” alla tradizione indiana, ai meridiani energetici propri della medicina tradizionale cinese. In realtà, anche se da profani possiamo riconoscere questo collegamento e in un certo senso vederli come due facce della stessa medaglia, gli esponenti dell’una e dell’altra tradizione non sarebbero in accordo con noi. Detto questo, l’articolo di oggi dedicato a Ida, Pingala e Sushumna, si riferisce alle tradizioni indiane e non a quelle cinesi.

Ida, Pingala e Sushumna

Cosa sono le Nadi?

È un termine sanscrito e significa tubo o canale. All’interno di queste vene passa il prana, l’energia vitale. Secondo i testi sacri in tutto il corpo umano possiede 72.000 Nadi. Al loro interno passano quattro energie diverse. Il Vyana, il Sapana, l’Apana e il Prana. Queste energie passano per tutto il corpo fisico e i sette chakra. Di questi 72.000 nadi sono tre le principali, Ida, Pingala e Sushumna. Le Nadi controllano il sistema energetico, quello fisico e quello nervoso. Non possono essere identificati con nessuno dei tre, ma sono in stretta correlazione. Le Nadi sono presenti nel corpo psichico e vengono”visualizzati” come canali di luce.

Sushumna

Sushumna parte dal primo chakra, il centro energetico Muladhara. Arriva al settimo chakra, Ajna, situato sulla sommità del capo, attraversando gli altri cinque chakra. Il simbolo è il loto dai mille petali. Secondo le tradizioni indiane questa Nadi è inattiva nella maggior parte degli esseri. Questo canale si attiva grazie alla respirazione consapevole e bilanciata, favorendo il passaggio della Kundalini, il serpente energetico che dorme attorcigliato su se stesso proprio in Muladhara.
Intorno a Sushumna si avvolgono come due serpenti Ida e Pingala. Trasportano l’energia femminile/negativa e quella maschile/positiva, i quali funzionano in maniera alternata. Vedrete tra poco infatti che Ida e Pingala non fluiscono sempre in contemporanea, anzi.

Ida

Ida è adibita al controllo dei processi mentali. Scorre nella parte sinistra del corpo. Inizia nella parte destra e termina nella narice sinistra. Il suo simbolo è la luna. Diminuisce la nostra predisposizione a identificarci con l’Ego. Permette alla creatività e la libertà d’idee di fluire.
Ida è l’energia femminile, negativa e lunare. A livello fisico Ida rafforza l’apparato digerente aiutando nel processo di secrezione enzimatica. Aiuta lo svuotamento della vescica.
Ida è collegata alla narice sinistra. Agisce a livello mentale ed è un energia negativa, femminile e fredda. Il metallo collegato è l’argento e sembra che stimoli il sistema nervoso parasimpatico.

Pingala

Pingala è adibita al controllo dei processi vitali. Parte dal lato sinistro e termina in quello destro. Controlla i sistemi vitali. Incoraggia l’Ego. A livello fisico Pingala attiva il metabolismo. Stimola l’adrenalina e aumenta il battito cardiaco. Rallenta lo svuotamento della vescica. Pingala è l’energia positiva, maschile e lunare.
Pingala è collegato alla narice destra. Agisce a livello fisico ed è energia positiva, maschile, solare e calda. Il metallo collegato è l’oro e sembra che simboli il sistema nervoso simpatico.

Come riconoscere la Nadi predominante

Quando il flusso d’aria è maggiore nella narice sinistra, allora è la Nadi Ida a predominare. In questo caso è l’energia mentale a dominare. La persona favorisce i lavori mentali che richiedono concentrazione. Questa energia tende a fluire anche durante il sonno. Se fluisce durante il momento del pranzo renderà difficile la digestione. Quando vi è un eccesso di Ida allora la mente pensa troppo.

Quando il flusso d’aria è maggiore nella narice destra, è la Nadi Pingala a predominare. In questo caso l’energia vitale è molto più attiva e di conseguenza noteremo una maggiore propensione a livello fisico, il carattere è molto più introverso e solare. Durante il sonno tende a non fluire. Altrimenti la persona troverà difficoltà a dormire e sarà molto inquieta. Quando vi è un eccesso di Pingala il corpo sarà irrequieto.

Se il flusso d’aria è uguale nelle due narici, allora è Sushumna a predominare. Basta concentrarsi sul respiro per capirlo.

Come portare equilibrio in Ida, Pingala e Sushumna

Per riequilibrare questi tre Nadi principali è necessario lavorare con le pratiche Yogighe. Mantenere in equilibrio Ida, Pingala e Sushumna è importantissimo per una vita sana. È molto importante eseguire l’esercizio di respirazione con le narici alternate. Sembra infatti che vi sia un rapporto molto stretto tra l’attivazione degli emisferi celebrali e questa respirazione.

È possibile modificare il flusso in maniera volontaria e questo può essere particolarmente utile davanti ad un problema. Vedremo presto alcuni esercizi mirati allo scopo.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 58 Media: 3.3]
ClaudiaL
Appassionata di dieta, alimentazione, benessere e rimedi naturali. Curiosa quanto basta per tenermi sempre aggiornata e creare contenuti che possono rivelarsi utili agli altri!

2 COMMENTI

  1. Buongiorno,
    ho letto l’interessantissimo articolo! Potrebbe essere importante citarlo in una pubblicazione, è possibile vedere i riferimenti bibliografici per piacere?
    Gentilmente,
    Daniele Casoni

  2. Salve, la maggior parte dell’articolo è stato scritto in base a informazioni che mi sono state dette da insegnanti reiki, cristalloterapia etc che ho avuto piacere di conoscere anni fa. Non so dirle loro da dove le hanno tratte. Altre in particolar modo dal libro “far esperienza con i chakra”. Saluti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui