Home Salute I rimedi naturali contro l’alitosi

I rimedi naturali contro l’alitosi

images

Si stima che in tutta Europa ogni anno si spendano oltre 10 milioni di euro per acquistare colluttori, gomme e deodoranti per lalito cattivo. Quello dell’alitosi infatti è un problema che colpisce moltissime persone e che è molto complicato da debellare. Molto spesso questo disturbo è causa di un forte imbarazzo sociale perchè ci impedisce di avere un buon rapporto con gli altri. Ma da cosa è causato l’alito cattivo? le cause sono molte, ma sostanzialmente l‘alito pesante si crea quando all’interno di esso sono presenti alcune sostanze chimiche aromatiche, la maggioranza di queste solitamente sono prodotte regolarmente con la decomposizione delle proteine alimentari da parte dei batteri che stabilmente vivono all’interno della nostra bocca.

Fra questi gas troviamo ad esempio il mercaptano metilico, un gas incolore che si trova in alcuni alimenti  come le noci e i formaggio, e ha l’odore di un cavolo marcio, la putrescina, un gas prodotto attraverso la scissione degli amminoacidi del cibo, che presenta l’odore di carne in decomposizione o l’acido solfidrico, che viene prodotto dai batteri che si trovano nel colon e nella scissione degli amminoacidi, e ha un odore simile a quello delle uova marce. Queste sostanze possono entrare nel circolo sanguigno e poi diffondersi per tutto il corpo, fino a quando non vengono espulse dall’organismo tramite i polmoni e la sudorazione.

L’alito cattivo in particolare si presenta al mattino, ciò è dovuto al fatto che mentre si dorme la salivazione e il movimento della lingua e delle mascelle si riducono drasticamente, tutto ciò permette a piccoli residui di cibo di ristagnare all’interno della bocca. In tal modo tutte le cellule morte che sarebbero state normalmente eliminate dalla bocca si possono invece accumulare. A questo punto i batteri le scindono e le separano, creando un odore sgradevole. Solitamente in tali casi l’alito torna pulito subito dopo la colazione e il primo lavaggio dei denti poichè la saliva ricomincia a fluire portandosi via ogni residuo di cibo.

Se invece l’alito persiste anche dopo che vi siete lavati i denti le cause possono essere diverse, ad esempio il fumo, il fatto di bere alcolici o l’ingestione di alcuni alimenti. Solitamente gli alimenti che causano di più l’alito cattivo sono la cipolla, l’aglio, il curry, insaccati e cibi sott’olio. Anche alcune diete particolarmente drastiche o il digiuno prolungato può portare ad avere l’alito cattivo, infatti quando il corpo non presenta più una scorta di carboidrati da poter utilizzare va ad utilizzare il glucosio che si trova nei muscoli e nel fegato. Subito dopo il corpo inizia a nutrirsi dei depositi di grasso, i prodotti di scarto del metabolismo, i chetoni, danno all’ alito un odore dolce e stucchevole.

Esistono anche cause mediche per l’alito cattivo, solitamente infatti le motivazioni principlai dell’alito pesante si devono ricercare nelle patologie della bocca ad esempio carie, gengiviti o perodontiti che sono i principali responsabili di un cattivo alito. La gengivite è causata dalla placca sui denti, questa è una mistura di residui di cibo, cellule morte e batteri, che causano all’alito un cattivo odore e contribuiscono al sanguinamento delle gengive. La causa di tutto ciò è insita in una cattiva igiene orale, se vi laverete i denti spesso eviterete di avere un alito cattivo. Oltre a ciò l’alito cattivo può derivare da cattiva digestione, fumo, o disidratazione. Infine fra le cause dell’alito pesante troviamo anche tutte le infezioni del tratto respiratorio superiore come raffreddore, adenoidi, congestione nasale, sinusiti, tonsilliti, faringiti, ma anche indigestioni o reflussi gastrici. Per ultime malattie come bronchiti e polmoniti, che presentano un espettorato infetto, possono essere le responsabili di un alito pesante.

Per combattere l’alitosi la prima mossa da fare è quella di dedicarsi alla salute della propria bocca contattando il dentista e l’igienista dentale, poiché di solito l’origine di un alito cattivo si trova nei residui di cibo e nella placca che si forma fra dente e dente. Una corretta spazzolatura dei denti e l’uso del filo interdentale potranno aiutarvi ad eliminare questo fastidioso ed imbarazzante problema. Un altro trucco è quello di utilizzare un buon detergente per la lingua ed un ottimo collutorio molto utile per eliminare i residui lasciati dallo spazzolino durante la pulizia quotidiana. Evitate anche i fattori che possono scatenare l’alito cattivo ossia il fumo, gli alcolici, o i cibi piccanti. Ricordatevi sempre di pulire molto bene la bocca dopo aver mangiato formaggi, latte, carne e pesce. Portate sempre con voi i chewingum senza zucchero che sono molto utili perché favoriscono il flusso di saliva senza formare le carie. Molte persone ricorrono anche ad un deodorante per l’alito, unos trumento utile in alcuni casi, ma che dura davvero molto poco. Al contrario chiedete al vostro dentista un consiglio per trovare un prodotto antisettico specifico.

Per approfondimenti

Alito cattivo: come combatterlo?

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui