Home Bellezza I rimedi naturali contro l’acne

I rimedi naturali contro l’acne

L’acne è uno dei crucci delle donne, non solo in giovane età, ma anche quando si è più grandi. Esistono dei rimedi naturali contro l’acne?

Acne- foto pixabay.com

L’acne è causata spesso da diversi fattori legati agli ormoni, ma anche allo stress e ad abitudini alimentari e di vita scorrette.

La cosa peggiore è che brufoli, pelle grassa e foruncoli spesso lasciano sul viso segni e cicatrici anche abbastanza evidenti che finiscono per deturpare il viso di chi ne soffre.

Questo fastidioso inestetismo però può essere contrastato e curato attraverso delle cure mirate, ma soprattutto seguendo durante la giornata dei comportamenti di igiene scegliendo trattamenti e rimedi naturali che possano rispettare e curare la pelle, dal trucco ai detergenti.

I rimedi naturali possono aiutare con l’acne sul viso, passando dai rimedi naturali per l’acne ormonale a come curare l’acne in modo naturale.

Non ci resta che scoprire i migliori rimedi naturali contro l’acne e ritrovare un viso pulito e liscio.

Igiene del viso

Il primo modo per curare l’acne giovanile e non con rimedi naturali efficaci è assicurarsi un’igiene quotidiana accurata.

Che sia acne giovanile o acne adulta, infatti, tra i migliori rimedi naturali spicca la pulizia del viso.

L’igiene quotidiana per le persone affette da questi inestetismi deve essere studiata ad hoc.

Per prima cosa il viso deve essere sempre pulito e i punti neri devono essere sempre eliminati, infatti se non vengono toccati corrono il rischio di infettarsi e di trasformarsi in brufoli.

L’operazione per schiacciare i punti neri è molto semplice, per prima cosa si devono lavare molto bene le mani e il viso, le dita vanno poi coperte con una garza sterile e subito dopo con i polpastrelli si esercita una leggera pressione.

Dopo aver ripulito il viso si consiglia di disinfettare tutta la pelle con un detergente antisettico, come ad esempio la clorexidina,  e stendere una crema antibiotica, per impedire che i batteri di penetrino nel forellino che è rimasto aperto e lo infettino.

Non si devono invece schiacciare i brufoli perché in questo modo si aumenta l’infiammazione e si prolunga l’esistenza del brufolo.

Per quanto riguarda la pulizia del viso scegli sempre i detergenti acidi (con PH inferiore a 7), che non alterano lo strato superficiale della pelle evitando arrossamenti o cicatrici.

Sono buoni anche i detergenti o le lozioni a base di erbe delicate e disinfiammanti come la calendula e la viola che permettono di ridurre l’infiammazione e al contempo disinfettano.

No invece al sapone allo zolfo che secca la superficie cutanea, irritandola e aumentando i brufoli.

Il trucco può essere un valido alleato contro i brufoli, prima di tutto perché aiuta a nascondere i segni dell’acne sul viso e in secondo luogo perché può proteggere la pelle evitando che si irriti. L’importante è usare cosmetici non comedogenici, ossia che non occludono i follicoli pilosebacei.

Lampade solari

Molte donne sfruttano la capacità delle lampade solari di seccare l’acne come uno dei rimedi naturali fai da te.

Chi sceglie questo metodo, però, deve fare attenzione a non esagerare perché i raggi UV possono provocare l’ispessimento della cute e l’ostruzione dei follicoli se usati in eccesso, creando l’insorgere dell’acne.

Erbe officinali

L’acne può essere curata con rimedi omeopatici a base di erbe officinali e mediche in grado di aiutare ad eliminare questo inestetismo.

Come curare l’acne in modo naturale? Molto spesso l’acne è associato a degli sbalzi ormonali, per riequilibrare gli aspetti ormonali si possono provare gli estratti di Serenoa repens e del tè verde mentre se l’acne compare soprattutto nel periodo premestruale provate con l’agnocasto.

Come sempre i rimedi naturali contro i brufoli e l’acne con le erbe mediche devono essere prescritti e dosati da un medico esperto in fitoterapia e devono durare, per essere efficace, per almeno sei mesi.

Un’altra pianta utile per combattere l’acne è l’estratto di Cuggul (Commiphora wightii), si tratta di una pianta himalaiana la cui resina, che viene somministrata sotto forma di estratto secco, è commercializzata come un integratore alimentare pre-dosato che potete usare in modo comodo e veloce.

Se volete curare direttamente la pelle con una terapia locale si consiglia in particolare la Calendula in forma di oleolito, ossia miscelato con olio di oliva, potete usare la Calendula anche come crema al 10%, oppure come una lozione a base di tintura madre, in particolare quando la pelle è particolarmente lucida e si è verificata una sovrapproduzione di sebo.

L’olio essenziale di Melaleuca alternifolia (che è conosciuto soprattutto con il nome comune di Tea Tree Oil) è perfetto per curare le lesioni della pelle causate dall’acne. Può essere applicato localmente sulla pelle, sotto forma di impacchi, oppure si può preparare un decotto al 5% creato con foglie o radici di Bardana (specie per l’acne ormonale).

Un gel a base di Aloe Vera, invece, ti aiuterà a favorire la cicatrizzazione delle lesione dovute ai brufoli.

Prima di utilizzare i rimedi naturali contro acne e brufoli a base di piante officinale è bene consultare il medico perché queste piante a effetto ormonale potrebbero interferire con altri medicinali, ad esempio possono interagire con i medicinali contraccettivi, da questo punto di vista ricordatevi sempre di informare il medico di queste cure a base di erbe.

Le preparazioni per un uso locale infine devono sempre essere scelte soprattutto in base alla natura del disturbo.

Per approfondimenti

acne

bava di lumaca contro acne e rughe

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]