Avocado: proprietà, benefici, ricette, controindicazioni

L’Aguacate, oggi chiamato avocado, è un frutto che appartiene alla tradizione del centro e sud americana. Si tratta di un vero e proprio portento della natura, di un alimento che fin dalla scoperta dei continenti suscitò l’interesse di tutti, per il suo sapore buonissimo e per la sua consistenza così speciale. Scopriamolo meglio!

Nel corso degli anni l’avocado è entrato di rigore a fare parte della cucina messicana e sud americana, sia nella preparazione di ricette dolci che salate. Da alcuni anni è ‘sbarcato’ anche in Europa, conquistando tutti con le sue proprietà e con il suo sapore esotico: avocado toast, crema di avocado, insalata con avocado, avocado e salmone e molte altre ricette con avocado.

Ma quali sono i benefici dell’avocado? Si tratta di un universo tutto da scoprire, perché l’avocado non serve solo per le ricette, ma è anche ricco di virtù che lo rendono amico della salute e del benessere.

Da dove viene?

L’avocado viene al giorno d’oggi prodotto nei paesi caldi, in Sudamerica ma anche in Europa, negli Stati Uniti, in Israele e anche in Sud Africa. Il frutto della pianta di avocado viene impiegato al naturale e aggiunto a tante preparazioni di salse e condimenti, che sanno rendere carne, pesce e verdure molto più appetitose. In Italia questo frutto viene spesso associato al cibo messicano, dove è protagonista nella preparazione del buon guacamole. Da quando le sue virtù sono state rese note, però, viene però impiegato anche per completare le insalate e le macedonie di frutta, nonché come base per salse creative e gustosi condimenti.

Avocado: valori nutrizionali 

avocado

L’avocado è un frutto ricco di fibre e di acqua e contiene una percentuale ‘galattica’ di grassi insaturi, compresa tra il 10% e il 30%. Pochi alimenti naturali sanno offrire un tale contenuti di grassi buoni, che si propongono di proteggere la salute del cuore e delle arterie, di abbassare il colesterolo cattivo e di lavorare per il benessere della circolazione sanguina.

Questo frutto burroso contiene tante vitamine, in particolare quelle che appartengono al gruppo A, B, D, E, K ed è una fonte importante di sali minerali. I sali contenuti in maggiore quantità nel frutto sono l’importante magnesio, ma anche il fosforo, il potassio e il calcio.

A livello nutritivo, l’avocado è un frutto calorico, perché 100 g di avocado sviluppano circa 160 calorie. Questo significa che se un mediamente pesa 300 g allora le calorie di un avocado piccolo pelato si aggirano intorno alle 200 calorie. Considerando le calorie e il peso dell’avocado, quindi, bisogna farne un consumo attento e limitato, soprattutto se le persone stanno seguendo una dieta dimagrante. L’avocado con le sue calorie richiede le stesse avvertenze che interessano la frutta secca, ovvero è ideale introdurre questi cibi nella dieta per renderla più ricca, ma senza mai esagerare per non aumentare inutilmente il carico calorico.

A causa della sua consistenza’ burrosa’, l’avocado può risultare difficile da consumare e soprattutto da digerire per molte persone. Quanto spesso si può mangiare l’avocado? Viste però le sue straordinarie doti nutrizionali è interessante inserirlo nella dieta almeno un paio di volte al mese, per renderla più ricca e nutrizionalmente completa.

Avocado: proprietà e benefici sull’organismo

o-AVOCADO-facebook

A cosa fa bene mangiare l’avocado? Il frutto che previene l’insorgenza di molte patologie e che aiuta soprattutto ad abbassare i livelli di colesterolo cattivo nel sangue. Una delle sue funzioni più note è infatti quella di contrastare il colesterolo LDL e la formazione delle placche aterosclerotiche. La ragione va ricercata nell’alto contenuto di Omega 3 e anche di acido grasso linolenico.

Questo frutto è amico del cuore, perché grazie alla capacità di diminuire il colesterolo cattivo aiuta a salvaguardare il benessere delle arterie e prevenirne l’ostruzione. Il frutto si rivela essere un potente antiossidante naturale, perché lavora attivamente per combattere i radicali liberi. In questo caso, la ragione va ricercata nell’alto contenuto di fitonutrienti, che aiutano le cellule a liberarsi dai radicali. Il frutto aiuta a mantenere le cellule giovani e in salute, contrastando l’invecchiamento cutaneo e la degenerazione. Per la sua azione antiossidante il frutto è consigliato per le persone malate del morbo di Alzheimer.

I benefici dell’avocado meno noti

Di base l’avocado è conosciuto per la sua capacità di proteggere il cuore e di lavorare attivamente contro i radicali liberi. Ma il frutto è una vera e propria miniera di benessere e nasconde delle proprietà molto importanti. Fra esse si incontra l’azione della vitamina A, che ne frutto si trova in abbondanti quantità. La Vitamina A è amica degli occhi, delle ossa e del benessere intimo femminile, perché supporta le funzioni ovariche.

Inoltre è inoltre ricco di vitamina D, una vitamina che si fatica a trovare in grandi quantità in natura e che aiuta il benessere delle ossa e si rivela fondamentale durante la crescita e nei delicati periodi della menopausa e dell’invecchiamento.

Grazie all’alto contenuto di sali minerali, soprattutto di magnesio e di potassio, l’avocado è un frutto amico dei muscoli, che viene consigliato agli sportivi per ristorarsi dopo avere fatto attività fisica. I minerali contribuiscono anche a sedare l’umore e l’avocado viene consigliato nella dieta delle persone emotive, ma anche a chi soffre di stress e di ansia. Si tratta, infatti, di un cibo molto riposante e rigenerante, che sa donare appagamento alla mente e anche instillare il buonumore.

Avocado e i benefici sulla pelle

L’avocado non viene solo impiegato in cucina, perché è uno degli ingredienti base della cosmetica. Quante volte abbiamo visto creme, impacchi e anche cosmetici a base di avocado? Molti, perché la polpa del frutto viene sfruttata per le sue capacità rigeneranti e ammorbidenti. Può essere impiegato per creare maschere di bellezza per la pelle e per i capelli, è eccellente dopo le scottature e aiuta anche a migliorare l’aspetto della pelle secca e dei capelli sfibrati.

Non solo avocado maturo trasformato in purea. L’olio di avocado è un olio assolutamente vegetale, che viene ottenuto mediante spremitura a freddo del frutto. L’aspetto dell’olio naturale è verde scuro e viscoso, mentre se l’olio viene addizionato con clorofilla o con altri agenti chimici, esso risulta giallo chiaro e non deve essere scelto perché si rivela essere povero di sostanze nutrienti. L’olio viene impiegato in cosmesi perché vanta proprietà rigeneranti e addolcenti, protettive contro gli agenti atmosferici, ma soprattutto elasticizzanti sul derma del viso del corpo. Una caratteristica importante dell’olio di avocado deve essere ricercata nelle capacità normalizzanti del mantello idrolipidico cutaneo, ovvero l’olio di avocado è utile per risolvere diversi problemi e per migliorare lo stato di salute delle pelli anche molto diverse fra di loro per natura e composizione.

Perché l’olio di avocado fa bene? La ragione va ricercata nella presenza di vitamina E sotto forma di tocoferoli, di carotenoidi che sono precursori della vitamina A, ma anche di fitosteroli, avocatine e acidi volatili. Queste sostanze donano al prodotto una grande capacità di penetrazione sulla pelle e facilitano l’assorbimento di tutti i principi attivi che son associati allo stesso olio. Non di rado, l’olio di avocado viene associato ad estratti fitoterapici e ad altri oli e burri naturali per aumentare la sua funzionalità sulla pelle.

I componenti dell’olio di avocado si rivelano inoltre essere utili alla sintesi del collagene e quindi l’olio è un potente antietà, che può essere applicato con fiducia sulla pelle del viso e del collo per migliorarne giorno dopo giorno l’aspetto, il tono e la densità. L’olio è particolarmente adatto alle pelli secche e mature, ma chiede di essere impiegato con attenzione sulle pelli grasse e miste, perché la sua funzione potrebbe essere troppo pesante per questo tipo di pelli. Le pelli miste potrebbe infatti risultare soffocate dall’olio, respirare meno e formare brufolini o punti neri nelle zone T del volto, ovvero il mento, il naso e la fronte.

Non ci resta che scoprire quali sono i benefici dell’avocado per la pelle e alcune ricette naturali che lo impiegano per la salute e la bellezza della pelle.

Maschera per il viso all’avocado

L’avocado è ricchissimo di vitamina E e questa maschera può essere preparata una volta alla settimana per le pelli mature e secche, o una volta ogni tanto per rigenerare la cute di chi ha una pelle normale. La maschera si prepara in modo semplicissimo. Basta acquistare il frutto, togliere la buccia e quindi schiacciare la polpa con una forchetta, meglio di legno, in una ciotola di terracotta o di porcellana. La purea va quindi emulsionata con un cucchiaino di olio di jojoba, un ingrediente prezioso per la pelle del viso e facile da lavorare, ma per chi desidera attuare un’azione anti age la scelta migliore è l’olio di rosa mosqueta. La maschera deve quindi essere applicata sul viso pulito e lasciata agire per almeno 20 minuti. Al termine della posa basta risciacquare con acqua tiepida e avere l’accortezza di non truccarsi per almeno un’ora, per lasciare respirare la pelle. La cute si rivela essere morbida e setosa, ma soprattutto luminosa e particolarmente elastica.

Trattamento idratante all’avocado

Il frutto può essere impiegato per creare un bel trattamento idratante da impiegare ogni giorno o tutte le volte che si sente la pelle tirare. Per attuarlo basta strofinare con dolcezza la parte interna della buccia di avocado, perché in questa sezione si trovano molti oli residui della polpa. E’ ideale lasciare agire il tutto per una decina di minuti e quindi lavare con cura il viso e passare alla consueta routine quotidiana. In estate questo trucco è perfetto alla sera, prima di uscire, perché rende la pelle bella luminosa, preparandola attivamente a ricevere il make up.

Scrub a base di avocado

Il frutto esotico può essere impiegato con fiducia anche per creare degli scrub delicati, adatti alla pelle del viso e del corpo. Il gommage è una pratica che merita di essere svolta in ogni stagione, ma che si rivela particolarmente importante in estate e in primavera, quando la pelle del corpo è più scoperta e ci si appresta a ricevere l’abbronzatura.

Le pelli più delicate possono però trovare troppo aggressivi gli scrub che sono venduti in commercio, quindi l’avocado può diventare l’ingrediente chiave per un gommage deciso ma delicatissimo e dal forte potere nutriente. In questo caso basta mescolare la polpa schiacciata con la forchetta con un paio di cucchiai di farina di avena e con un cucchiaino di succo di limone. Il composto che ne deriva è delicatissimo e dolcemente profumato e può essere applicato anche sulla pelle del viso e del collo per eliminare le cellule morte e donare vigore all’epidermide. Se il gommage chiede di essere più vigoroso, è ideale aggiungere al composto un cucchiaino di sale o di zucchero di canna grezzo e il tutto può essere impiegato sotto la doccia per dare vita ad una ricetta esfoliante delicata, ma decisamente efficace e salutare per la pelle del corpo e del viso.

I benefici dell’avocado per i capelli

L’avocado contiene tante vitamine preziose per il benessere e la salute dei capelli. In particolare si tratta della vitamina D e della vitamina E, sostanze che nutrono la chioma e che lavorano per sanare le rotture, ad esempio il fusto sfibrato e le doppie punte. Attenzione, perché l’avocado non può fare miracoli! Si tratta di un frutto benefico e che se applicato con costanza può migliorare la condizione dei capelli secchi e stressati, colorati e quindi sfibrati dagli agenti acidi.

Il frutto contiene anche preziosi sali minerali come il potassio e il magnesio, indispensabili per la salute del fusto capillare. Il mix fra proteine, vitamine e sali contenuto nel frutto permette quindi di svolgere un’azione ricostituente del bulbo, ma anche districante e ravvivante. L’avocado viene inoltre impiegato perché grazie alla sua natura riesce a ravvivare la lucentezza della chioma. Si tratta di un ‘effetto collaterale’ della sua azione rimpolpante, perché grazie all’opera rivitalizzante, l’avocado dona forza e vigore al fusto, che si scopre più grosso e robusto, quindi più luminoso e piacevole alla vista.

Le case cosmetiche impiegano molto spesso l’avocado per creare linee di shampoo, balsamo e creme rigeneranti dedicate ai capelli secchi e sciupati. Non è infatti l’ingrediente adatto per chi ha capelli grassi e tendenti alla formazione di forfora. In questi casi può essere impiegato per realizzare impacchi rigeneranti da applicare sulla cute, ma con parsimonia, perché la sua natura grassa e nutriente potrebbe andare ad aumentare la formazione di sebo. Il frutto è quindi adatto a chi ha capelli fini, spenti e opachi, ma soprattutto secchi e difficili da pettinare. L’avocado è perfetto per chi ha capelli ricci e crespi, non a caso viene impiegato dalle popolazioni africane come elisir di bellezza per disciplinare la chioma e renderla leggera dalla notte dei tempi. Quando si acquistano i cosmetici per capelli a base di avocado è quindi importante considerare che si tratta di prodotti dedicati a chi ha questa tipologia di capelli, curativi e pensati per trattare i capelli fini e sciupati.

Maschera al miele e oli per i capelli

Si tratta di una maschera molto nutriente, pensata per riparare i danni dell’inverno, ma anche per sanare la chioma stressata dalle colorazioni, dall’esposizione al sole e dal cloro della piscina. La maschera deve essere preparata impiegando:

  • 2 avocado biologici molto maturi
  • limone bio;
  • 2 cucchiaini di olio a scelta fra, olio extravergine di oliva, olio di jojoba, olio di mandorle dolci oppure olio di cocco;
  • 3 cucchiaio di miele naturale;
  • mezza tazza di farina di miglio;
  • 1 manciata di petali di rosa;

La prima azione da compiere è lasciare macerare i petali di rosa per una notte nell’olio scelto, coperto con un canovaccio pulito. Ora bisogna ridurre in purea la polpa dell’avocado impiegando una forchetta di legno e una ciotola in terracotta. Le rose lasciate macerare vanno tenute da parte e l’olio aggiunto alla polpa schiacciata del frutto. Ora bisogna aggiungere al composto il succo dei limoni e il miele, mescolando il tutto con dolcezza. Da ultima va aggiunta la farina di miglio, che va addensata con lentezza fino a che si crea una crema che va applicata sui capelli umidi e lasciata agire per almeno un’oretta. Al termine bisogna procedere con un normale lavaggio, impiegando uno shampoo delicato. I capelli saranno rigenerati dal composto e appariranno immediatamente più forti e luminosi.

Maschera lucidante all’avocado

L’avocado può essere emulsionato con tanti buoni ingredienti naturali e con gli oli aromatici. Chi ricerca una chioma lucida può provare questa maschera, dedicata anche a chi ha i capelli opachi e non particolarmente luminosi. Ecco gli ingredienti che servono:

  • 1 Avocado
  • 1 Banana
    1 Uovo
    Un cucchiaino di Aceto balsamico
    Un cucchiaino di Olio extravergine di Oliva
    Un pizzico di peperoncino in polvere
  • Un pizzico di cannella
  • Succo di limone
  • Rosmarino in polvere oppure olio essenziale di rosmarino

La preparazione di questa maschera è molto semplice, perché basta unire tutti gli ingredienti ed emulsionarli con dolcezza, cercando di impiegare un cucchiaio di legno. La maschera deve essere immediatamente applicata sui capelli, perché ha degli ingredienti davvero deperibili, come la banana e l’uovo. È interessante notare che la funzione della banana, dello stesso avocado e dell’uovo è profondamente nutriente, ma il succo di limone, le spezie e il peperoncino lavorano con effetto rinvigorente e soprattutto lucidante. La maschera va quindi tenuta in posa per circa mezzora e quindi lavata con uno shampoo delicato. La maschera è perfetta prima di un evento importante, perché lavora per lucidare i capelli e sa renderli molto setosi, ma al contempo elastici, quindi è ideale se i capelli devono essere acconciati o lasciati liberi di fluire sulle spalle.

Balsamo per i capelli all’avocado e miele

Si tratta di un balsamo che può essere impiegato tutti i giorni e che chiede un tempo di posa minimo di cinque minuti per agire. La preparazione è molto semplice e gli ingredienti che servono sono:

  • 1 avocado
  • 1 banana
  • Un cucchiaino di miele biologici2 cucchiaini di olio extravergine di oliva

Si tratta di ingredienti facili da reperire in cucina. La polpa dell’avocado deve quindi essere schiacciata con la banana con delicatezza e impiegando una forchetta o un cucchiaio di legno. Ora bisogna emulsionare il miele e l’olio di oliva, mescolando bene e il prodotto deve essere impiegato ‘al volo’ perché la banana annerisce. Il balsamo per capelli può essere applicato dopo lo shampoo e svolge un’azione districante, perfetta per i capelli ricci. Si tratta di un balsamo adatto anche a chi ha i capelli sfibrati dal sole, perché la polpa dei frutti mescolata con l’olio è molto rimpolpante, mentre il miele regala vitamine e sali minerali preziosi per la salute della chioma.

Come accade con tutte le maschere e i prodotti ‘fai da te’, anche in questo caso possono essere aggiunti degli oli essenziali a scelta, che profumano il composto e rendono più incisiva l’azione del cosmetico. In particolare, chi ha la necessità di lucidare e purificare i capelli può rivolgersi agli oli essenziali di agrumi, come il limone, il mandarino o il bergamotto, oppure alla piante aromatiche come la salvia, il basilico e il rosmarino. Chi ama l’aromaterapia e desidera ottenere un effetto addolcente può scegliere oli essenziali di lavanda o di camomilla, soprattutto se i capelli sono chiari, biondi o castani. Chi invece ama i profumi forti e desidera ottenere un’azione rinforzante può rivolgersi agli oli essenziali estratti dai legni, quindi all’olio di sandalo, ma anche al profumato patchouli e alle spezie come la cannella.

Come mangiare l’avocado

Le ricette con avocado sono tantissime e vanno dalle preparazioni salate alle ricette dolci: avocado con la pasta, avocado cheesecake e altre ancora. Ma come si mangia l’avocado?

Non basta aprire l’avocado a metà, eliminare il nocciolo e pulirlo per dire di mangiare questo frutto in modo creativo e sfizioso.

L’avocado si può mangiare da solo o insieme ad altri ingredienti, ma la polpa del frutto non dovrebbe essere mai cucinata. Perché? Il calore della fiamma o del forno disperde le proprietà del frutto e lo fa diventare amaro.

Per il resto, può essere mangiato sotto forma di salsa guacamole, contorno o ingrediente di ricette sfiziose come un’insalata o un toast.

Il frutto può essere usato anche nelle ricette dolci, soprattutto se viene abbinato con lo yogurt e il cioccolato. Tra l’altro rappresenta un ottima alternativa del burro.

Quando si può mangiare l’avocado? Il frutto deve essere maturo, ma la buccia deve essere turgida e allo stesso tempo cedevole. In pratica non deve lasciare un solco se si esercita pressione con un dito. In caso contrario può essere consumato sotto forma di crema.

Ma quindi quando non mangiare avocado? Non bisognerebbe mai mangiarlo acerbo e cioè se a buccia posizionata sotto il picciolo tende allo scuro. Vale lo stesso se il picciolo si stacca con difficoltà.

Avocado: Controindicazioni

A parte la quota di calorie dell’avocado, il consumo di questo frutto non comporta effetti collaterali o controindicazioni. Purtroppo esiste il rischio di incorrere in forme allergiche.

Tra gli effetti collaterali dell’avocado causate prevalentemente dalla ricchezza di carboidrati non digeribili da tutti ci sono il mal di stomaco, il gonfiore addominale, la stipsi o la diarrea.

Come piantare l’avocado

Alcuni amanti del frutto esotico si chiedono come piantare e coltivare l’avocado in modalità fai da te per avere a disposizione un frutto a chilometro zero. Tuttavia la coltivazione in vaso difficilmente darà vita a un albero di avocado.

Chi vuole provarci può lavare il seme di avocado, infilzarlo con uno stuzzicadenti al centro e posizionarlo in un recipiente di acqua tenendo quasi in piedi.

Soltanto quando farà capolino una radice e un germoglio dopo qualche mese sarà possibile trasferire l’avocado da piantare in un vaso.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 2 Media: 3.5]