Home Alimentazione Grano saraceno: opinioni, proprietà e utilizzi

Grano saraceno: opinioni, proprietà e utilizzi

Il grano saraceno è un seme scuro e triangolare considerato erroneamente un cereale per via della lavorazione a cui viene sottoposto che in realtà possiede caratteristiche nutritive di un cereale e di un legume, pur non essendo dal punto di vista botanico, né un cereale (non appartiene alla famiglia delle Graminacee) né un legume (non appartiene alla famiglia delle Leguminose o Fabacee).

Grano saraceno- foto pixabay.com

I semi della pianta Polygonum fagopyrum si prestano a essere essiccati e trebbiati proprio come si fa con i semi di un normale cereale.

Di fatto non contiene glutine, preserva fibre solubili e insolubili, mantiene un mix di carboidrati complessi e nasconde un apporto proteico davvero eccezionale.

Rappresenta la soluzione ideale per tutte le persone che soffrono di celiachia, tutti i soggetti che manifestano valori alti di zucchero nel sangue e coloro che scelgono un’alimentazione alternativa.

Valori nutrizionali

Proprietà nutritive- foto pixabay.com

Il grano saraceno preserva ottimi valori nutrizionali e un discreto apporto calorico (314 chilo calorie per 100 grammi di prodotto) ripartito in carboidrati, proteine e lipidi.

Il fitocomplesso del “non cereale” di origine orientale è composto da sali minerali (potassio, fosforo, calcio e ferro) e vitamine (vitamina B1, vitamina B3 e vitamina K).

Grano saraceno: proprietà e benefici

Pasta di grano saraceno- foto pixabay.com

Il grano saraceno è stato conosciuto nel nostro Paese in tempi piuttosto recenti, nonostante sia stato utilizzato sin in tempi antichi per via delle numerose proprietà terapeutiche:

  • Vasi sanguigni – La quota di antiossidanti come il resveratrolo e la rutina rinforza le pareti capillari e favorisce il microcircolo.
  • Colesterolo – Il contenuto di fibre inibisce l’assorbimento del colesterolo a livello intestinale e la presenza dei flavonoidi ostacola l’accumulo di acidi grassi nel fegato.
  • Aterosclerosi – L’azione antiossidante dei flavonoidi protegge i vasi sanguigni e previene la perossindazione lipidica, un fenomeno che favorisce la formazione delle placche aterosclerotiche e la comparsa di malattie cardiovascolari.
  • Lassativo – Le fibre solubili formano una specie di mucillagine che promuove il transito intestinale e le insolubili aumentano il volume fecale riducendo i casi di stitichezza.
  • Gravidanza – La combinazione di amminoacidi essenziali e proteine supporta la crescita e lo sviluppo del feto.
  • Ipertensione – Il potassio presente si rivela un valido alleato per contrastare l’ipertensione.

Proprietà cosmetiche

Proprietà cosmetiche del “non cereale”- foto pxhere.com

Le sue proprietà cosmetiche sono purtroppo ancora avvolte in un alone di mistero per la maggior parte delle persone, ma basta fare un po’ di attenzione per scoprire come il “non cereale” viene sfruttato in molte creme e detergenti.

Di fatto, la ricchezza di vitamina B1 e vitamina B3 favorisce il rinnovamento cellulare e il mix di polifenoli contrasta l’azione dei radicali liberi e l’invecchiamento precoce.

Controindicazioni ed effetti collaterali

Ricetta grano saraceno- foto pixabay.com

L’uso di grano saraceno sembra esente da importanti effetti collaterali o controindicazioni: nelle regioni orientali ha sviluppato una forma lieve manifestazione allergica e non deve essere usato in grandi quantità durante le terapie anticoagulanti con Warfarin.

È preferibile non consumare il “non cereale” in presenza di anemia dal momento che il ferro presente nel grano saraceno non è assorbibile e che il calcio funge da antagonista.

Grano saraceno a tavola

Torta di grano saraceno- foto ladinia.it

Il grano saraceno viene usato in molte ricette per preparare pane, pasta e molti altri prodotti di ottima qualità, particolarmente ideali per chi soffre di celiachia.

La farina di grano saraceno, non avendo la parte proteica del frumento responsabile della struttura collosa, necessita di un’aggiunta addensante di uova nella pasta oppure guar o xantano nel pane:

  • Pane – Il pane di grano saraceno viene lasciato liquido per via della sua fermentazione veloce e viene cotto ad alte temperature nelle prime fasi e a cottura più lenta in un secondo step.
  • Pasta – La pasta di grano saraceno senza glutine richiede una miscela di farina del “non cereale” e la farina di riso.
  • Fiocchi – I fiocchi di grano saraceno senza glutine possono essere aggiunti a latte o yogurt per sostituire i fiocchi di cereali.
  • Chicchi – I chicchi decorticati, dopo essere stati lavati, devono essere cucinati in abbondante acqua a fiamma vivace per 20 minuti per aggiunti a minestre, zuppe e insalate fresche.

Grano saraceno e dieta

Pane di grano saraceno- foto youtube.com

Il grano saraceno, oltre a essere un ottimo integratore alimentare, può essere sfruttato per il suo potere saziante e il suo basso apporto calorico in una dieta alimentare ipocalorica.

Mangiare prodotti preparati a base di questo “non cereale” consente di perdere peso, sfruttare le proprietà antiossidanti e potenziare il tessuto muscolare.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 3 Media: 3,7]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui