Home Alimentazione Gombo: proprietà, benefici e utilizzi della verdura esotica

Gombo: proprietà, benefici e utilizzi della verdura esotica

Il gombo, noto anche come okra oppure ocra, è una pianta perenne originaria dell’Africa e appartenente alla famiglia delle Malvacee che produce frutti molto simili a peperoncini, una verdura esotica dal sapore amarognolo diffusa in Africa, India e Sud America.

Okra o gombo- foto community.growtheplanet.com

Le costanti immigrazioni hanno sviluppato una richiesta importante di okra gombo e questo ha indotto molti agricoltori a coltivare la Abelmoschus esculentus.

Si tratta di una pianta che necessita di una temperatura media di circa 20° e un terreno ricco di nutrienti per produrre i suoi frutti (raccolta dopo 45/60 giorni dalla semina in primavera).

Composizione chimica

Il gombo conserva una particolare composizione chimica ripartita fondamentalmente in acqua, zuccheri, proteine, ceneri, pochi grassi, amido e fibra alimentare.

Più in particolare, l’okra verdura viene apprezzata non solo per il suo ridotto apporto calorico (33 Kcal per 100 grammi di prodotto), ma soprattutto per il suo ricco complesso di:

  • Minerali (sodio, calcio, selenio, ferro, magnesio, rame, zinco, manganese e potassio)
  • Vitamine (folati, vitamina A, le vitamine B1, B2, B3, B5, B6, vitamina C, E e K, beta-carotene, criptoxantina, luteina e zeaxantina)

Proprietà e benefici

Effetti benefici dell’okra- foto sulamed.info

Le proprietà del gombo nascono dalla quantità di mucillagini presenti nel frutto stesso, nei semi e nelle radici della pianta, un liquido costituito da acqua e fibre spesso utilizzato per legare salse e creme salate della cucina asiatica e africana.

Ma quali sono le proprietà benefiche del gombo?

  • Colesterolo – La presenza di fibre e composti con proprietà antiossidanti risultano utili per ridurre i livelli di colesterolo cattivo nel sangue.
  • Diabete – Sembra che mettere a bagno nell’acqua per una notte alcuni baccelli di gombo possa creare una bevanda con risvolti benefici sulla riduzione del tasso di glucosio nel sangue. Di fatto, l’okra sembra essere una di quelle perfette verdure per diabetici!
  • Apparato respiratorio – Un decotto a base di frutti di gombo può essere sfruttato per trattare le infiammazioni alle prime vie respiratorie.
  • Antiossidante – I flavonoidi e tutti gli altri antiossidanti presenti nell’estratto di radice di gombo sembrerebbero capaci di contrastare l’azione dei radicali liberi.
  • Problemi urinari – Frutti e foglie di gombo possono dar vita a un decotto capace di trattare i problemi al tratto urinario come la gonorrea e la minzione dolorosa.
  • Sistema immunitario – La vitamina C presente sarebbe capace di stimolare il sistema immunitario a produrre una maggiore quantità di globuli bianchi, migliorando le difese contro gli attacchi degli agenti patogeni.
  • Reni – Uno studio pubblicato sul Jilin Medical Journal ha evidenziato come questo vegetale sarebbe utile nel trattamento delle malattie renali dei soggetti affetti da diabete.
  • Stipsi – Le mucillagini presenti nei baccelli di okra aumentano la motilità intestinale ed evitano la stipsi.
  • Vista – La ricchezza di vitamina A, flavonoidi e antiossidanti (beta-carotene, luteina e zeaxantina) favorisce la salute degli occhi.
  • Gravidanza – I folati presenti in questi particolari ortaggi aiutano a ridurre nel periodo di pre-concepimento il rischio di difetti al tubo neurale del nascituro.
  • Contro la fatica – Secondo uno studio pubblicato sulla National Library of Medicine, l’assunzione di gombo potrebbe aiutare a migliorare i tempi di recupero in caso di affaticamento.

Proprietà cosmetiche

Tutte le proprietà cosmetiche del gombo- foto velvetbody.it

Le case cosmetiche hanno sfruttato il complesso chimico e le proprietà di questo frutto per declinarlo a uso estetico. Esistono diversi prodotti a base di okra gombo dedicati al trattamento di pelle secca e capelli fragili:

  • effetto emolliente e idratante (vitamina E arricchisce lo strato lipidico del derma)
  • azione ricostituente (vitamina C precorre il collagene per rendere elastica la pelle e irrobustire il capello)
  • potere antiossidante (vitamine contrastano invecchiamento precoce della pelle)

Utilizzi

Frutti okra piante- foto resnaturae.com

Risulta ancora molto difficile reperire la verdura per diabetici fresca, nonostante Sicilia e Toscana conservino ampie distese di okra a coltivazione. È possibile trovare il gombo inscatolato insieme a carne o altre verdure nei negozi etnici e online oppure essiccato nelle erboristerie più fornite.

Quali sono gli utilizzi del gombo?

  • Cucina – Il gombo viene usato in cucina per preparare minestre e risotti oppure per addensare le salse dolci e salate mentre i semi possono dar vita a un olio da cucina o una bevanda simile al caffè. L’effetto gelatinoso può essere smorzato semplicemente sbollentando l’okra tagliata a pezzi con acqua e aceto o limone!
  • Tisane e impacchi – Le foglie e le radici della pianta essiccate vendute in erboristeria vengono sfruttate per preparare tisane lassative, decotti per trattare mal di testa, febbre e artrite e impacchi fai da te per i capelli secchi e sfibrati.
  • Fibra tessile – I fusti della pianta dell’okra vengono utilizzati dall’industria tessile per ricavare una fibra tessile chiamata fibra di Gombo.

Controindicazioni

L’uso della verdura esotica non riserva particolari controindicazioni, anche se viene sconsigliato in diversi casi:

  • Diarrea – Le mucillagini nell’intestino stimolano lo scivolamento delle feci e peggiorano o provocano la dissenteria.
  • Farmaci anticoagulanti – La vitamina K favorisce la coagulazione, opponendosi all’effetto del farmaco anticoagulante orale.

Okra gombo: ricette

Preparazioni e ricette a base di okra gombo- foto finedininglovers.it

Le proprietà del gombo sono evidenti, ma come si può usare in cucina? Come dar vita a piatti unici e gustosi con l’okra come verdura principale? Scopriamo qualche consiglio:

  • Okra in padella – Basta tritare aglio e cipolla, soffriggere gli odori, aggiungere i pezzi di gombo e cuocere il tutto insieme a coriandolo, peperoncino e zenzero.
  • Risotto all’okra – Non serve altro che soffriggere burro e cipolla, aggiungere il gombo a rondelle, unire il riso e lasciarlo tostare leggermente e successivamente sfumare con vino bianco o spumante, aggiungere il brodo vegetale e mantecare con un po’ di robiola a fine cottura.
  • Okra con pomodorini – Creare un soffritto con cipolla rossa a fetta, olio evo e un cucchiaio di capperi sotto sale dissalati, unire i pomodori pachino a pezzi, aggiungere i pezzetti di ocra e cuocere il tutto semplicemente aggiungendo sale e origano.
Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 15 Media: 3,1]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui