Home Chirurgia Estetica Gluteoplastica: tecniche, opinioni sul prima e dopo e costi

Gluteoplastica: tecniche, opinioni sul prima e dopo e costi

Il lato B è una parte del corpo che definisce la silhouette e vanta una grande carica seducente, ma non sempre è come lo vorremmo. La gluteoplastica fornisce una soluzione!

Intervento ai glutei- foto salud180.com

Un sedere alto, rotondo e sodo è motivo di orgoglio per le donne perché dona dolcezza alla figura, segnala una buona forma fisica e cattura l’attenzione dello guardo del pubblico maschile.

In caso contrario, infatti, un sedere rilassato e cadente “accorcia” visivamente le gambe e mina la sfera psicologica con conseguente imbarazzo nelle relazioni sociali.

I glutei possono perdere tonicità e forma in seguito a vari fattori come la perdita di peso repentina, la vita sedentaria e lo scorrere del tempo.

Spesso l’attività fisica non è sufficiente a far recuperare forma e consistenza, soprattutto se entra in gioco il fattore ereditario. Le donne con glutei piatti e larghi in età puerile non riusciranno a fa nulla.

La soluzione arriva ancora una volta dalla chirurgia estetica che con l’intervento di gluteoglastica promette di rimodellare i glutei e ottenere un sedere rotondo e sodo.

Gluteoplastica

Tecnica di rimodellamento- foto liveinternet.ru

La gluteoplastica è una tecnica di chirurgia estetica di rimodellamento dei glutei che hanno perso forma e consistenza oppure che si presentano troppo piccoli o troppo piatti.

L’operazione di rimodellamento dei glutei può essere eseguita anche in concomitanza con altre tecniche chirurgica: liposuzione, addominoplastica, e mastopessi.

Il candidato ideale

La gluteoplastica è pensata per coloro che desiderano avere un profilo armonioso, aspirano a superare un’asimmetria o vogliono recuperare forma e volume in seguito a perdita di peso o invecchiamento.

Questo tipo di intervento può essere eseguito su pazienti che hanno conquistato il pieno sviluppo corporeo e quindi dopo la maggiore età e persone che hanno perso già molto peso.

Visita specialistica

Il primo passo per sottoporsi a un intervento di gluteoplastica è effettuare una visita specialistica con un medico chirurgo.

Lo specialista prende visione dello stato iniziale dei glutei (forma, dimensioni, proporzioni, grasso e qualità della pelle) e programma un intervento personalizzato.

La visita specialistica è anche il momento in cui il chirurgo si confronta con il paziente circa la tecnica, le aspettative e i risultati possibili.

Pre operatorio

Una volta delineati i criteri di intervento, il paziente deve sottoporsi a una serie di esami di routine volti a stabilire il suo stato di salute e l’assenza di eventuali condizioni che possano compromettere i risultati finali.

Inoltre è indispensabile seguire anche le linee di comportamento su alimentazione e assunzione di alcool, sigarette e farmaci espresse dal chirurgo.

Intervento di gluteoplastica

Lato B- foto kbat.com

L’intervento di gluteoplastica può durare da 1 a 2 ore in relazione alla situazione di partenza e alla tecnica applicata.

Può essere effettuata in anestesia locale con sedazione in regime di day-hospital o in anestesia generale con qualche notte di ricovero in clinica.

In linea di massima lo specialista può optare per vari tipi di tecniche chirurgiche di rimodellamento dei glutei.

Lipofilling

Il lipofilling prevede il prelievo di grasso da altre aree del corpo mediante piccole cannule e l’iniezione di tale materiale nei glutei sfruttando micro-cannule (200 – 600 ml per lato) con lo scopo di donare forma e volume.

Da un lato l’intervento non inietta sostanze estranee al corpo (eliminando molte complicanze) mentre dall’altro lato però il grasso può essere riassorbito in quantità variabile.

Protesi

Lo specialista può optare per l’inserimento di protesi in gel di silicone, molto simili a quelle utilizzate nella mastoplastica additiva.

La tecnica di gluteoplastica additiva permette di aumentare il volume del sedere inserendo delle protesi nei glutei nei casi in cui il corpo non presenta buone percentuali di grasso.

Il chirurgo pratica una piccola incisione verticale nella parte superiore dei glutei in prossimità della linea di separazione, inserisce le protesi nel muscolo grande gluteo (tecnica Gonzales) o sotto la fascia che ricopre il muscolo (tecnica De La Peña) e sutura le incisioni.

Gluteoplastica senza protesi

Le due tecniche chirurgiche possono essere sostituite da una gluteoplastica senza protesi, vale a dire un intervento che sfrutta l’acido ialuronico macromolecolare a lento assorbimento.

Il chirurgo procede con un filler di acido ialuronico a livello dei glutei per rimodellarne forma e volume senza cicatrici o rischi postoperatori.

Gluteoplastica con fili elastici

La gluteoplastica con fili elastici prevede un’incisione nella parte superiore del gluteo, l’inserimento di un ago lungo il tratto e la manipolazione di due fili elastici (accesso e uscita).

La tecnica innovativa solleva i glutei e rende il lato B più tonico, mantenendo inalterati movimenti, permettendo di trovare un’ottima elasticità nell’appoggio e aumentando la durata dei risultati.

Questo intervento di rimodellamento dei glutei supera i limiti della chirurgia tradizionale visibili nei sederi rifatti: no incisioni, no cicatrici, no protesi e no scollamento.

Post operatorio

Sport- foto scoopnest.com

Il post operatorio prevede un paio di giorni di assoluto riposo nei quali nei punti trattati durante la gluteoplastica appare un dolore leggero e qualche ecchimosi.

Dopo il terzo giorno dall’operazione, però, è possibile tornare alla normale routine, evitando movimenti bruschi e sforzi fisici.

È consigliabile dormire a pancia in giù per i primi quattordici giorni e seguire le indicazioni mediche su come sedersi con i glutei appena rifatti (meglio strutture rigide e spostando il peso su un fianco).

Insomma “rifarsi il sedere” significa riprendere l’attività lavorativa dopo una settimana e aspettare un mese per tutte le altre attività, compresa quella sportiva.

In ultimo il chirurgo può consigliare l’uso di una guaina elastica per qualche settimana a seconda del caso e della tecnica utilizzata.

Gluteoplastica: Rischi e complicanze

La gluteoplastica è un intervento che potrebbe comportare qualche rischio, soprattutto se non ci si affida a mani esperte o l’operazione non viene programmata nei minimi dettagli.

Tra le complicanze più frequenti della gluteoplastica con protesi ci sono infezioni, perdita di sensibilità, contrattura capsulare e cicatrici cheloidee.

Gluteoplastica: Opinioni

Miglioramento vita sociale- foto pixabay.com

Le opinioni di chi si è sottoposto a un intervento di rimodellamento dei glutei sono per lo più positive e le foto di gluteoplastica: prima e dopo mostrano risultati eccezionali.

Il sedere diventa alto, sodo e rotondo e promette di risolvere ogni problema di natura estetica e/o psicologica. In più nella gluteoplastica le cicatrici sono sottili e quasi invisibili.

I risultati del sedere rifatto: prima e dopo sono piuttosto duraturi, anche se il processo di invecchiamento fisiologico potrebbe fare la sua parte.

Gluteoplastica: Costi

Quanto costa rifarsi il sedere? Un intervento di gluteoplastica ha prezzi variabili e legati per lo più alla condizione di partenza e alla tecnica utilizzata dal chirurgo.

Dopo aver capito che per una gluteoplastica non c’è un prezzo standard, possiamo dire che in linea di massima una gluteoplastica con lipofilling può costare 6.000- 8.000 euro, una gluteoplastica additiva con protesi ha costi che vanno da 8.000 a 12.000 euro mentre una gluteoplastica con acido ialuronico vanta costi intorno ai 4.000-6.500 euro.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui