Gastrite: combattila con la camomilla

camomilla

Bruciori di stomaco, cattiva digestione, pesantezza e senso di acidità sono alcuni fra i sintomi, molto fastidiosi, della gastrite. Si tratta di un problema che affligge tantissime persone anche a causa di uno stile di vita sempre più sregolato e allo stress quotidiano. Solitamente per curare questa patologia così comune, si utilizzano i farmaci, ma si può ricorrere anche ai rimedi naturali.

Combatti la gastrite con la Camomilla

La camomilla è conosciuta a tutti come un ottimo rimedio per calmare i nervi e soprattutto conciliare il sonno, ma è ottima anche per lo stomaco poiché contiene dei particolari principi attivi che sono anche in grado di contrastare la cattiva digestione, l’acidità ed il peso dello stomaco, ma soprattutto tutti i dolori che sono collegati a questi particolari disturbi gastrointestinali. Inoltre i flavonoidi contenuti in questo magico fiore sono dei gastroprotettivi, che proteggono le mucose dello stomaco da problemi che sono causati dai farmaci oppure dai alcolici.

Come usare la camomilla per contrastare la gastrite

La camomilla dunque è un ottimo alleato della tua salute se soffri di gastrite. Preparati un infuso di camomilla consumando almeno una o due tazze al giorno di questa bevanda, meglio se tiepida. In questo modo proteggerai lo stomaco in modo del tutto naturale e soprattutto riuscirai ad alleviare i segni della gastrite ed il dolore provocato, sin dai primi sintomi. In alternativa invece dell’infuso di camomilla puoi prepararti una bella tisana. Per realizzare versa un cucchiaio da minestra di capolini di camomilla (che si acquistano in erboristeria) in una pentola con dell’acqua fredda, poi porta a ebollizione l’acqua per un minuto e lascia in infusione a fuoco spento, tenendo la pentola coperta per almeno 30 minuti. Le uniche controindicazioni ovviamente sono per chi soffre di allergia alla camomilla, che non potrebbe consumare questa magica bevanda!

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]