Garuda, il mix tra Pilates, Danza, Yoga e Tai Chi che migliora caratteristiche diverse

Il Garuda training sfrutta il mix tra Pilates, Danza, Yoga e Tai Chi per migliorare caratteristiche profondamente diverse quali forza, elasticità e potenza cardiovascolare. Scopriamolo insieme!

Garuda, il mix tra Pilates, Danza, Yoga e Tai Chi che migliora caratteristiche diverse- foto cultura.biografieonline.it

Il protocollo del training che ricorda il nome della compagnia aerea indonesiana Garuda airlines è stato ideato dal trainer James d’Silvia, un ballerino professionista di danza classica e contemporanea di origini indiane che ha sperimentato diverse tecniche di allenamento.

D’Silvia ha fuso gli esercizi del Pilates, i principi di rilassamento e di respirazione dello Yoga, le tecniche di Feldenkrais e il Tai Chi al fine di rinforzare muscoli e articolazioni e recuperare dai piccoli traumi con una disciplina ripetuta e rilassante come la danza.

Il problema fondamentale era rappresentato dalla rigidezza delle regole del Pilates, un limite che d’Silva ha provato a superare con varianti meno rigide e restrittive dei classici esercizi di Pilates.

È così, proprio dalla rigidezza del Pilates, nasce il Garuda, una tecnica di allenamento più libera che soddisfa le esigenze di tutti: atleta professionista, sedentario, giovane atleta amatoriale, persone che hanno problemi motori e così via.

Lo stesso nome Garuda racchiude in sé la capacità dell’uccellino mitologico della cultura indiana in grado di cambiare forma a seconda delle necessità. La tecnica di allenamento Garuda, infatti, riesce a plasmarsi in base alle specifiche esigenze.

Garuda training

La tecnica olistica Garuda parte dalle linee energetiche e fasciali per concentrarsi sulla mobilità articolare e sui movimenti con particolare attenzione alle spirali.

Il corpo si muove in maniera funzionale per creare uno spazio nelle articolazioni e le sequenze combinando forza, flessibilità, resistenza e dinamismo.

Di fatto il Garuda trae ispirazione da alcuni esercizi di Yoga e Pilates e li fa evolvere ella fluidità di movimento del Tai Chi, includendo la danza e i movimenti a spirale tipici del Gyrotonic (attività fisica multidirezionale).

È come se il corpo fosse un percorso fasciale realizzato da tante fasce muscolari che avvolgono il corpo in più strati a mo’ di pellicola. Va da sé che per dare sollievo a una zona è necessario prendersi cura anche delle regioni corporee connesse!

Sessione di Garuda

Le classi Garuda vengono divise in più livelli – principiante, intermedio, avanzato, esperto – per consentire a tutti i partecipanti di trovare il programma più adatto sia in termini di carico di lavoro che sotto il profilo delle esigenze reali.

Le lezioni, singole o di gruppo, durano 55 minuti e prevedono l’utilizzo di alcuni attrezzi: sbarra, sgabello, foam roller, mattoncini, elastici e anche la macchina Garuda, uno speciale attrezzo simile alla cadillac-reformer del Pilates che consente infinite possibilità di movimento.

La macchina Garuda fonde tutte le macchine del Pilates (cadillac-chair-reformer), ma diversamente da queste possiede un carrello che può essere separato in due per permettere l’esecuzione di esercizi che puntano ad allenare la mobilità.

Generalmente il primo step si concentra sulle tecniche di respirazione, un momento fondamentale attorno al quale si focalizza tutta la lezione.

Gli esercizi sono una progressione che muove da movimenti semplici a movimenti complessi e permette di far coincidere la fine di uno con l’inizio dell’altro.

La fase conclusiva prevede poi altri esercizi di respirazione allo scopo di portare corpo e mente a uno stato di calma.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 1 Media: 1]

Myriam Amato

Informazioni sull'autore
Laureata in Informazione e sistemi editoriali, amante della cultura orientale e appassionata di benessere, salute e fitness.
Tutti i post di Myriam Amato