Home Salute Flatulenza: cause, sintomi e cure

Flatulenza: cause, sintomi e cure

La flatulenza è un problema piuttosto comunque, anche se non è sempre uguale per tutti. Spesso comunque viene percepito dalla persona ce ne soffre come un problema molto spiacevole e imbarazzante, in quanto colpisce in qualsiasi momento e può creare appunto imbarazzo se in presenza di altre persone. Sopratutto nei soggetti che soffrono di una forma seria di questo problema.

ritenzione idrica 2

La flatulenza oltre ad essere spiacevole, si rivela stressante quando raggiunge certe situazioni. Basta immaginare una persona che emette aria ogni 5/10 minuti. Non è una bella circostanza, specialmente quando si trova in compagnia.

Generalmente è l’alimentazione ad essere la causa principale della flatulenza. Basta mangiare alcuni alimenti che facilitano la formazione di gas intestinali, i quali devono uscire per forza dal corpo in qualche modo. E trovano sempre due vie, quella orale o quella anale.

Puntualiziamo subito che l’aria fuoriuscita dall’ano presenta un cattivo odore perché attraversa il retto. Non è possibile trovare una soluzione al problema, ma può essere semplicemente diminuita la frequenza della flatulenza. Come? Grazie all’alimentazione sana e corretta naturalmente.

Sintomi Flatulenza

Adesso scopriamo prima di tutto i sintomi della flatulenza, ovvero uno dei sintomi più comuni e vecchi del mondo. Proprio qui sotto vedremo un piccolo elenco:

  • Dolori sul basso addome

  • Gonfiore dell’addome

  • Flatulenza

Questi sopra menzionati sono i sintomi più comuni di tale problema. È possibile anche che si manifestino casi di eruttazione, il motivo è perché l’aria trova sempre un punto da dove uscire, non si limita solamente a creare meteorismo.

Come per tutte le sintomalogie o disturbi di vario tipo, anche la flatulenza è individuale. Vi sono casi lievi e non, naturalmente è possibile recarsi da un medico per capire l’entità del problema. Ed allo stesso tempo per porvi una soluzione.

L’eruttazione è proprio come la flatulenza, ossia troppa aria all’interno dell’organismo. Vi sono persone che hanno problemi proprio con tale disturbo. Anche in questo caso la situazione nel giro di poco, può diventare imbarazzante. Non è da confondere la maleducazione con un problema fisico. Ovvero un soggetto che “rutta” spesso è possibile che presenti dei problemi a livello di salute. Fortunatamente non sempre, ma la possibilità comunque rimane.

Tanto per fare un esempio, un soggetto può essere affetto dall’ulcera peptica in caso di eruttazione cronica. Proprio per questo viene consigliato di recarsi da un medico in caso di eruttazione cronica. Mentre nel caso il paziente presenti una forma sporiadica, o nella norma, di episodi di eruttazione non c’é niente di preoccupante.

Tornando alla flatulenza, è arrivato il momento di trovare i maggiori responsabili di tale disturbo. Per cui apriremo una parentesi su quali sono gli alimenti correlabili alla formazione di gas intestinali. Parleremo ed elencheremo i cibi che consento la nascita del problema in questione.

Flatulenza e alimentazione

L’alimentazione gioca un ruolo fondamentale in caso di flatulenza. Vi sono molti cibi che facilitano la formazione di gas all’interno dell’intestino. Conoscendo quali sono il problema non sarà risolto, ma potrà essere alleviato un po’. Basterà per lo più evitare gli alimenti che possiedano le concentrazioni più alte di sostanze che causano gas intestinali. Per tanto partiamo con un elenco di possibili alimenti responsabili della flatulenza:

  • Pasta

  • Patate

  • Asparagi

  • Fagioli

  • Cavoli

  • Piselli

  • Broccoli

  • Crusca di avena

  • Cereali

  • Cipolla

Gli alimenti sopra menzionati sfortunatamente non sono tutti e la cosa è già abbastanza impressionate. Le sostanze che causano problemi di flatulenza sono diverse e presenti in gran parte della nostra alimentazione quotidiana. Ecco perché è consigliato conoscere sempre cosa viene assimilato durante il giorno. Per esempio consultando un nutrizionista sarà più facile risolvere il problema. Lo specialista valuterà la situazione e redigerà una dieta su misura in base alle condizioni del paziente.

Adesso faremo luce sulle sostanze, presenti nei cibi, che facilitano la formazione di gas intestinali. I così detti responsabili della flatulenza:

  • Carboidrati

  • Zuccheri (fruttosio,raffinosio, sorbitolo, lattosio)

  • Amido

  • Fibre (quelle solubili)

Tutti resonsabili di formazione di gas, non rimane molta scelta dunque. Le sostanze appena citate spopolano tra gli alimenti che assimiliamo da sempre. Perfino molti tipi di frutta possono essere causa di gas intestinali e quindi flatulenza. Anche se non sono stati menzionati non significa che siano esenti dall’appello i seguenti prodotti: bibite dolci, succhi di frutta, merendine e caramelle.

Cosa provoca la flatulenza

doliri addominali

L’alimentazione è tra le cause più comuni della flatulenza, ma non è la sola. Questo genere di disturbo fisico nasce anche per colpa di altri fattori. Cause per meglio dire che adesso andremo a vedere più da vicino:

  • Batteri che abitano il colon.

  • Deglutire troppa aria. Il soggetto assimila più aria di quanto dovrebbe. Questo può causare problemi intestinali come appunto la flatulenza oppure l’eruttazione. Può trattarsi comunque di un problema specifico, il quale prende il nome di aerofagia, ossia una disfunzione dell’apparato digerente.

L’aerofagia è una disfunzione dell’apparato digerente. In pratica è la tendenza di ingoiare aria, la quale arriva poi nello stomaco. E’ una causa piuttosto comune del gas nello stomaco. Normalmente tutti ingeriamo piccole quantità di aria quando si mangia o si beve, tuttavia qualcuno ne inghiottisce più del dovuto mangiando molto rapidamente, consumando gomme da masticare, fumando o a causa delle protesi dentali.

Alcuni medici ritengono ad esempio che il gonfiore addominale sia il risultato di un disturbo che riguarda l’intestino, come potrebbe essere la sindrome dell’intestino irritabile. Anche se non sono note le cause, possono esservi movimenti anomali e contrazioni muscolari dell’intestino che portano a una sensibilità superiore. Ecco che può apparire la sensazione di gonfiore o una vera e propria infiammazione.

Flatulenza: diagnosi

Per diagnosticare la causa che porta alla flatulenza, il medico inizia a consigliare una nuova abitudine alimentare. In questo modo è più facile capire se è possibile escludere o meno malattie più gravi. Ricordiamo infatti che la flatulenza può essere causata sia da piccoli problemi che da malattie gravi.

Qualora la giusta alimentazione non dovesse offrire i risultati sperati, ecco che il medico consiglierà un’analisi del sangue per escludere possibili intolleranze.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 3 Media: 3]
ClaudiaL
Appassionata di dieta, alimentazione, benessere e rimedi naturali. Curiosa quanto basta per tenermi sempre aggiornata e creare contenuti che possono rivelarsi utili agli altri!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui