Feromoni: ecco come stimolano gli istinti sessuali

Feromoni

Feromoni: L’odore si sa riveste un ruolo fondamentale in moltissime circostanze, basti pensare che se, mentre mangiamo, ci otturiamo il naso, non sentiamo il sapore del cibo. Da una recente ricerca americana è emerso che l’odore riveste un ruolo fondamentale anche per quanto riguarda lo scatenarsi dei comportamenti sessuali, la scintilla, in questo caso, sembrerebbero essere i feromoni, sostanze chimiche odorose che riescono a scatenare nell’individuo della stessa specie un eccitazione sessuale che, a sua volta, modifica il comportamento. I feromoni agiscono direttamente sui neuroni e lo fanno passando attraverso due canali denominati Trp2 e Sk3, il Trp2 è un canale ionico, mentre il canale Sk3 è un canale potassio. Questi due canali segnalano la presenza di ormoni all’organo vomerosensoriale, situato nel naso. Tale organo risulta essere molto grande negli animali e più piccolo nella specie umana, molto probabilmente a causa dell’evoluzione.

FEROMONI: STIMOLANO I NEURONI ANCHE NELL’UOMO

Feromoni

Feromoni: La ricerca, effettuata sui topi da laboratorio, potrebbe spiegare molti dei comportamenti sessuali innati presenti negli animali, ma anche nella nostra specie. La ricerca, guidata dal dottor Ron Yu e pubblicata su Nature Neuroscience, ha condotto a risultati inaspettati, per ottenerli i ricercatori hanno impiantato nel cervello dei topi dei particolari elettrodi che servivano a misurare il flusso degli ioni all’interno dei neuroni degli animali, il dottor Ron Yo dichiara: ” abbiamo trovato due nuovi canali attraverso i quali si attivano i neuroni nell’organo vomeronasale  ed è una cosa sorprendente perché quelli di potassio normalmente non svolgono un ruolo diretto nell’attivazione dei neuroni sensoriali “.

Feromoni: Ma vediamo di capire quale meccanismo porta all’attivazione dei neuroni da parte dei feromoni. Innanzitutto va detto che i feromoni sono sostanza che si trovano all’interno di molti liquidi presenti nel nostro corpo, tra cui le urine, questi sono capaci di attivare i sensori dell’organo vomerosensoriale, che si trova nel naso. Quest’organo spinge i canali ionici ad aprirsi e chiudersi permettendo così agli ioni di entrare o uscire dai neuroni. Grazie a questo processo i neuroni si attivano e spingono il cervello ad adottare comportamenti sessuali particolari che ci predispongono all’accoppiamento.
Per il momento la ricerca è focalizzata solo sui topi, ma il meccanismo di attivazione dei neuroni dovrebbe essere molto simile a quello che si verifica nell’uomo. Stiamo forse giungendo a scoprire le cause dei nostri istinti?.

Leggi anche:

Cibi afrodisiaci: gli alimenti della passione

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]