Fast food: evitare i cibi spazzatura 

Fast food e cibi spazzatura

I fast-food sono ormai una realtà affermata in Europa, anche qui nel nostro paese, dove sempre tutti ci hanno invidiato la famosa e salutare dieta mediterranea, ci nutriamo giornalmente, magari in quella mezz’ora di pausa pranzo, di cibi spazzatura, come quelli offerti dai tanti fast-food.
Ovviamente, prima di inoltrarci nella trattazione ed esporre i risultati di una ricerca condotta dalla Duke University (Usa), va fatta una precisazione. Non si intende demonizzare nessuno, ne i fast-food ne altri locali in cui il cibo venduto non contenga nutrienti per il nostro organismo, un panino con hamburger e patatine non fa male se mangiato una volta ogni tanto, ma ha effetti dannosi se diventa il nostro regime alimentare per eccellenza.
I grassi come ben sappiamo non sono tutti uguali, vi sono grassi che fanno bene al nostro organismo e grassi che fanno male. Il cibo dei fast-food, da sempre definito ” cibo spazzatura “, è addirittura peggiore di altri cibi ricchi di grassi animali.

A mettere alla luce la pericolosità di una cattiva abitudine, come quella di mangiare più volte a settimana al fast-food, è stata la Duke University (Usa), che ha condotto una ricerca in merito, pubblicata poi sulla rivista PLos One. Secondo la ricerca una dieta ricca di cibi spazzatura causa molte più infiammazioni rispetto ad una dieta ricca di grassi di origine animale.

FAST FOOD: I DANNI DEI CIBI SPAZZATURA

Fast food

La ricerca si è focalizzata sullo studio di tre diverse diete: una dieta bilanciata, una dieta ricca di grassi animali come il lardo e i salumi vari, ed una dieta ricca di cibi spazzatura, hamburger, patatine, biscotti vari, snack e cioccolato.
Si sono poi osservate le conseguenze che queste diete hanno avuto sull’organismo dei vari pazienti, la conclusione, forse ovvia ma non scontata, è stata che la dieta ricca di cibi spazzatura sia la causa del maggior numero di infiammazioni dei tessuti grassi del nostro organismo, lo stesso effetto lo si può notare nei casi di obesità avanzata.
Liza Makowski, ricercatrice dell’University of North Carolina Gillings School of Public Health (Usa) ha sottolineato anche un altro aspetto della dieta a base di cibi spazzatura che, al contrario di quella basata su grassi animali, non garantisce un apporto sufficiente di fibre protettive dell’apparato digerente. Ma c’è di più, infatti, i cibi spazzatura contengono anche sostanze che si associano allo sviluppo di malattie cardiovascolari, come infarti ed ictus, nonché relative allo sviluppo del diabete di tipo 2.

Molti altri studi condotti da varie università, come quella del Minnesota e di quella Nazionale di Singapore hanno messo in allerta la popolazione riscontrando correlazioni tra l’insorgenza di malattie cardiache e il consumo, più o meno frequente, di cibi spazzatura come quelli proposti dai fast food. La conclusione delle ricerche ha portato a stabilire che i cibi spazzatura sono molto dannosi per l’organismo quando vengono assunti in modo costante, insomma la moderazione è alla base di tutti gli equilibri, i cibi da fast-food possono essere consumati, ma se si fa di questi la base della propria dieta si rischia di provocare danni, anche gravi, al nostro organismo.

Leggi anche:

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]