Home Benessere Eleuterococco: proprietà, usi ed effetti collaterali del ginseng siberiano

Eleuterococco: proprietà, usi ed effetti collaterali del ginseng siberiano

L’ eleuterococco è un arbusto con foglie verde brillante e fiori gialli o viola a grappolo appartenente alla famiglia delle Araliaceae, una pianta che cura stanchezza e carenza di energia molto diffusa in Paesi come Siberia e Mongolia.

Eleutherococcus senticosus- foto erboristeria.com

Le proprietà benefiche del ginseng siberiano quali azione defaticante sui muscoli, attivazione del sistema immunitario e miglioramento delle capacità mentali risiedono principalmente nei composti fitochimici presenti nella radice dell’Eleutherococcus senticosus.

Proprietà

Memoria- foto salute.pourfemme.it

Le capacità benefiche dell’eleuterococco sono legate alla presenza di eleuterosidi, vari composti chimici (tannini, triterpeni o lignani) e un mix di polisaccaridi e polifenoli.

Più in particolare, l’eleuterococco stimola l’ipotalamo situato tra i due emisferi cerebrali ed esercita un controllo sulle secrezioni ormonali di molte ghiandole o meglio su ipofisi, surrene e tiroide.

  • Muscoli – Gli eleuterosidi stimolerebbero la produzione di acetilcolina e quindi di insulina e spingerebbero l’organismo a usare il glucosio a livello muscolare, aumentando la capacità di resistenza allo sforzo fisico.
  • Memoria e umore – L’assunzione di ginseng siberiano aumenta la produzione surrenalica di cortisolo e modula l’umore, calma gli stati d’ansia e migliora gli sbalzi umorali durante la menopausa.
  • Metabolismo – I principi attivi sarebbero capaci di mobilitare i lipidi dal tessuto adiposo, aumentare la secrezione dell’insulina e favorire l’uso di glucosio da parte dei tessuti.
  • Sistema immunitario – Gli eleuterosidi e i polisaccaridi aumentano i livelli di leucociti e neutrofili e migliorano la capacità della risposta anticorpale di annientare virus e batteri.

Proprietà cosmetiche

Impacco capelli- foto hairadvisor.com

Quando si parla di eleuterococco non si può non porre l’accento sulle proprietà cosmetiche e più in particolare sui suoi effetti benefici a carico di pelle e capelli.

  • Impacco capelli – Basta mettere due cucchiai di estratto secco di ginseng siberiano e ½ tazza d’acqua in un tegame e portare a bollore, lasciare in infusione per 20 minuti, filtrare e applicare sui capelli dopo lo shampoo per stimolare la produzione di cheratina e fortificare la chioma.
  • Machere pelle – Una crema a base di estratto di eleuterococco potrebbe agire come potente anti-age grazie al complesso di sali minerali (zinco, magnesio e rame) e polifenoli.

Eleuterococco: a cosa serve

Concentrazione mentale- foto drgiorgini.it

È possibile sfruttare il ginseng siberiano in diversi modi per gestire diversi disturbi o piccoli problemi, proprio come si farebbe con il più conosciuto ginseng:

  • Allenamento – È possibile impiegarlo come defaticante sui muscoli in vista di un duro allenamento o una gara agonistica.
  • Stress e stati depressivi – Funziona come modulatore di umore nei periodi di forte stress e come principio per gestire l’astenia e il senso di apatia tipico della depressione.
  • Libido – Sembra che sia un rimedio naturale per la gestione delle difficoltà della sfera sessuale dovute a calo del desiderio e ansia da prestazione.
  • Ipotensione – Le capacità rinvigorenti influiscono sulle persone che soffrono di pressione bassa, a patto che non via sia un trattamento farmacologico in atto.
  • Sistema immunitario – I linfociti T e le cellule Natural Killer rafforzano il sistema immunitario e facilitano la ripresa durante la convalescenza da raffreddore o influenza.
  • Concentrazione mentale– Può migliorare la concentrazione e ottimizzare le capacità mnemoniche.

Eleuterococco: Indicazioni, prezzo e posologia

Ginseng siberiano compresse- foto naturopataonline.org

L’impossibilità di offrire il ginseng siberiano fresco ha spinto il mercato di riferimento a proporlo in diverse forme: estratti erboristici con estratto secco in polvere, formulazioni sotto forma di capsule e tintura madre.

  • Estratto secco – Bastano 1 o 2 cucchiai di polvere di ginseng siberiano e una tazza di acqua bollente per preparare una tisana benefica da consumare due volte al giorno (più o meno 8-10 euro per confezione da 60 grammi).
  • Tintura madre – La dose consigliata di 30-60 gocce di eleuterococco tintura madre deve essere disciolta in acqua e assunta due volte al giorno (orientativamente su 8-12 euro per flacone da 50 ml).
  • Capsule – La formulazione di eleuterococco in compresse può essere consumata per un massimo di due volte al giorno (circa 11-17 euro per 50 capsule).

In ogni caso è necessario seguire le indicazioni presenti su confezioni e bugiardini e assumere il ginseng eleuterococco di mattina a colazione e di pomeriggio per un massimo di 12 mesi a seconda delle esigenze e fermarsi per almeno un paio di mesi.

Eleuterococco: Effetti collaterali

Ipertiroidismo- foto verywell.com

Le applicazioni benefiche dell’Eleutherococcus senticosus lasciano spazio a diversi svantaggi ed effetti collaterali, soprattutto sulle funzioni biologiche.

La secrezione di ormoni tiroidei in quantità non definibile potrebbe essere controproducente nei soggetti che soffrono di ipertiroidismo o persone che presentano sensibilità particolari ai principi attivi della radice siberiana.

Di fatto, un’alta concentrazione di ormoni nel sangue potrebbe provocare diversi effetti nocivi sugli organi come tachicardia, nervosismo e irritabilità.

Oltretutto, il ginseng siberiano stimola la secrezione di succhi gastrici e per questo potrebbe comportare un peggioramento delle affezioni gastriche (gastriti o ulcere).

L’eleuterococco può manifestare degli effetti collaterali come insonnia, irritabilità, pressione alta, tachicardia, ansia e mal di testa, manifestazioni transitorie che scompaiono con l’interruzione del trattamento.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 8 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui