Home Salute Dolori intercostali, cause e rimedi

Dolori intercostali, cause e rimedi

I dolori intercostali sono sintomi riconducibili a patologie differenti. Vediamo quindi in questo articolo quali sono le possibili cause e i rimedi per attenuare il dolore. Prima però, vediamo nello specifico di cosa si tratta.

dolori intercostali

Il termine dolori intercostali viene utilizzato per indicare una vasta serie di sintomi che interessano la gabbia toracica. Quei dolori che vanno dalla base del collo all’ombelico vengono raggruppate sotto questo termine comune. I fattori scatenanti possono essere molti, da quelli più o meno seri.

Il corpo umano è una macchina particolare. Non dobbiamo quindi sorprenderci se, avvisando il dolore in una precisa zona, esso indica in realtà un problema relativo a tutt’altra parte. Non è semplice neanche per un medico individuare in tempi brevi la causa del dolore e per questo motivo la nostra intenzione non è assolutamente quella di aiutarvi a fare un auto diagnosi. Se provate dolori intercostali dovete solo andare dal vostro medico e parlarne con lui.

Questi dolori infatti possono essere correlati a una momentanea situazione di stress, così come a patologie ben più gravi che richiedono il tempestivo intervento del medico.

Cause dolori intercostali

Le cause sono talmente tante che è difficile offrire un prospetto quanto più completo. Possiamo comunque dire che si suddividono in quattro grandi categorie:

  • Dolori intercostali che riguardano muscoli e ossa della cassa toracica

In questo caso possono interessare le articolazioni delle spalle, delle vertebre, delle costole e della spina dorsale. Così come le articolazioni o i muscoli. Sono davvero tante le patologie che possono interessare questa categoria. Vedremo a breve in modo un po’ più approfondito.

  • Dolori intercostali legati agli organi toracici

Comprende tutte quelle patologie che colpiscono gli organi presenti nella gabbia toracica. Possono quindi comprendere polmoni, pericardio, cuore, pleura, esofago, aorta e arteria polmonare.

  • Dolori intercostali legati agli organi extra toracici.

Si parla dello stomaco, la milza, il colon, il pancreas, le vie biliari e la cistifellea.

  • Dolori intercostali legati alla natura psicologica, quali stress o ansia.

Esauriamo la spiegazione subito, per quanto riguarda i dolori intercostali causati da ansia e stress. Le cause principali sono di origine nervosa e sono associate a occasioni particolari dove vi è un disagio psicologico. E’ accompagnato da sintomi fisici e una contrazione muscolare eccessiva.

Questo stato è poi collegato alcune volte a iperventilazione, cioè quando la respirazione è rapida a causa di agitazione e stress. Vi è una diminuzione di anidride carbonica e i sintomi sono dolori e simili a quelli dell’infarto.

Cause dei dolori intercostali che riguardano muscoli e ossa

  • Scoliosi: si tratta di un’anomalia della colonna vertebrale. Essa determina una condizione di asimmetria anche alla muscolatura che da essa parte. Ecco che può portare a colore alle costole.
  • Postura: una cattiva postura può provocare contrazioni muscolari. Particolarmente “colpevole” è quella assunta durante il lavoro o in situazioni molto particolari come la gravidanza.
  • Ernia al disco: quando il disco intervertebrale si trova al di fuori della sua normale sede, preme su terminazioni nervose e le infiamma. Il dolore viene avvertito anche nella zona toracica.
  • Frattura ossea che interessa il torace: nella maggior parte dei casi provoca anche dolore acuto e gonfiore.
  • Artrosi che interessa articolazioni della colonna vertebrale: si tratta di una malattia degenerativa delle cartilagini, la quale porta a infiammazione delle strutture vicine. Ecco che compare il dolore alla schiena. Lo stesso può accadere quando l’artrosi colpisce l’articolazione della spalla.
  • Fuoco di Santo Antonio: infiammazione che interessa le terminazioni nervose. Esso viene procurato dalla varicella, solitamente presa in infanzia. Nonostante una volta che la guarigione dalla malattia infettiva è avvenuta non sia possibile contrarla più, all’interno dei gangli nervosi della spina dorsale il virus rimane inattivo. Può destarsi improvvisamente e diffondersi dai nervi. Provoca infiammazione dei nervi, con dolori forti e prolungati.
  • Infiammazioni articolari: quando sono interessate le articolazioni tra costole e colonna vertebrale, si parla di costocondrite. Il dolore è localizzato alle costole e d’intorni. Quando invece l’infiammazione colpisce le articolazioni presenti tra sterno e costole, si parla di sternocondrite. Il dolore è nella regione dello sterno.
  • Dolore dei muscoli toracici: essi sono provati da crampi e contratture, causati anche da movimenti improvvisi.

Cause dei dolori intercostali legati agli organi del torace

  • Ischemia cardiaca: riduzione di sangue al cuore temporanea, che ha tra i molti sintomi quello dei dolori intercostali.
  • Pericardite: infiammazione del pericardio, cioè della membrana che copre il cuore. Si presenta come un dolore intenso al petto.
  • Infarto cardiaco: riduzione drastica del sangue che passa dalle coronarie verso il cuore. Dolore acuto sotto lo sterno e che prende anche il braccio sinistro.
  • Cardiopatia ipertensiva: ipertensione che causa la sofferenza del muscolo cardiaco. Tra i dolori vi è il dolore intercostale.
  • Stenosi della valvola aortica: restringimento della valvola aortica.
  • Prolasso della valvola mitralica
  • Polmonite: dolore sordo alla schiena. Si tratta di un’infezione virale o batterica.
  • Bronchite: infiammazione dei bronchi. I sintomi principali sono tosse e dolori intercostali, febbre, stanchezza cronica.
  • Tumore al polmone
  • Pleurite: infiammazione della membrana che riveste la cavità toracica.
  • Mesotelioma: cancro causato dall’amianto.
  • Reflusso gastroesofageo: infiammazione dell’esofago a causa del reflusso dei succhi gastrici.
  • Aneurisma dissecante dell’aorta: rigonfiamento dell’aorta con la minaccia del disseccamento. Si tratta di una patologia gravissima, richiede intervento chirurgico immediato.

Cause dei dolori intercostali causati da organi extratoracici

  • Ulcera peptica: ulcerazione nella zona interna dello stomaco. Può provocare dolore sotto lo sterno.
  • Splenomegalia: dolore alla milza, che può essere provocato dal suo ingrossamento.
  • Colite: infiammazione del colon
  • Malattie delle vie biliari: solitamente ci si riferisce ai calcoli
  • Noduli al seno: possono provocare dolore nella zona intercostale
  • Pancreatite: infiammazione del pancreas. Il dolore è localizzato sotto le costole nella zona destra.

Diagnosi e rimedi

dolori intercostali 2

Avete appena visto un lungo elenco di cause. Chiaramente non è facile fare una diagnosi del dolore intercostale. Ecco perché il paziente deve andare dal medico con alcune nozioni già raccolte, così che sarà possibile individuare più facilmente la causa e procedere con gli opportuni rimedi.

E’ importante ad esempio annotarsi dov’è localizzato con precisione il dolore, se in alto allo sterno, se si trova dietro la schiena, in basso verso il fianco, a sinistra o a destra.

Da segnalare anche la tipologia di dolore, se è un malessere continuo o a intermittenza. Se è un dolore lieve o insopportabile. Segnare quando si verifica il dolore, in quali occasioni si aggrava o si scatena, e ovviamente quando dura. Segnalare anche se il dolore va via dopo l’opportuno riposo (in questo caso potrebbe essere un dolore muscolare). Infine, va riferito anche se per caso il dolore è iniziato dopo l’assunzione di alcuni farmaci.

La diagnosi verrà poi confermata o smentita da precise indagini cliniche. Le più comuni sono: analisi del sangue, ecografia trans-esofagea, elettrocardiogramma, radiografia al torace, gastroscopia, tac del torace, RX dello stomaco, tac addominale.

La persona che accusa dolori intercostali dovrà immediatamente rivolgersi all’ospedale quando: il dolore acuto non passa ed è presente sotto lo sterno e va verso il braccio sinistro, accompagnato da oppressione, sudorazione e cattiva respirazione. Quando il dolore è acuto, accompagnato da respirazione difficile e non passa. Quando il dolore è come quello dell’infarto ma arriva dietro le spalle ed è accompagnato da sudorazione e difficoltà a respirare.

Non esistono dei rimedi per i dolori intercostali univoci. Tutto varia in base alla causa. Questi dolori sono infatti sintomi che indicano un problema alla base. Quando il dolore ha una natura semplice e legata alle ossa o i muscoli, potrà andar bene un trattamento a base di FANS. Quando è collegato a una patologia serviranno cuore specifiche in base alla malattia.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 10 Media: 3.7]
ClaudiaL
Appassionata di dieta, alimentazione, benessere e rimedi naturali. Curiosa quanto basta per tenermi sempre aggiornata e creare contenuti che possono rivelarsi utili agli altri!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui