Home Al Femminile Gravidanza Dolori addominali in gravidanza: Sintomi e cura

Dolori addominali in gravidanza: Sintomi e cura

Dolori addominali in gravidanza

Per cominciare, è ben noto che i legamenti del bacino tendono a rilassarsi durante la gravidanza. Una donna incinta deve distinguere il dolore legato a tale rilassamento o ad un crampo con un dolore di altra natura. Un crampo potrebbe facilmente essere confuso con una contrazione minore, cosa che accade di tanto in tanto e che non deve essere motivo di allarme. È solo un segnale che l’utero si sta preparando ad accogliere il bambino che cresce o a farlo nascere. 

Ci sono diverse ragioni per cui un crampo e dolori al basso ventre si manifestano durante la gravidanza, ma il più delle volte, non è niente di grave.

Un occasionale disagio addominale è un disturbo comune in gravidanza, ma può anche essere un segno di un problema serio. Un grave o persistente dolore addominale durante la gravidanza non è mai normale. Il momento in cui si sperimenta un dolore addominale o dei crampi insieme a delle chiazze rosa, sanguinamento, febbre, brividi, perdite vaginali, e debolezza, occorre recarsi da un medico.

Le cause

Gravidanza ectopica

Questa è una delle potenziali cause di dolori addominali durante la gravidanza, che si verificano quando un ovulo fecondato viene impiantato al di fuori dell’utero, in genere, in una delle tube di Falloppio.

Il problema si riscontra durante i primi tre mesi di gravidanza, o prima ancora che la donna sappia di essere incinta. Se una gravidanza ectopica non viene trattata può diventare pericolosa per la vita della madre.

Per cui una donna deve chiamare il suo medico immediatamente se ha uno qualsiasi dei seguenti sintomi: dolore addominale o pelvico, spotting o sanguinamento vaginale (che può essere rosso o marrone, abbondante o scarso, e continuo o intermittente), dolore che peggiora durante l’attività fisica o durante il movimento intestinale o un colpo di tosse e dolore alla punta della spalla. Qualsiasi segno di shock, come tachicardia, pallore, pelle umida, vertigini o svenimento devono essere segnalati al medico.

Aborto spontaneo

Il sanguinamento è generalmente il primo sintomo di un aborto spontaneo, seguito da dolore addominale che dura da poche ore a pochi giorni. Il dolore può essere simile a dei crampi mestruali, ma è spesso più forte e ritmico. Alcune donne avvertono anche mal di schiena basso, altre un dolore addominale o pelvico sordo. È importante sapere che una donna incinta dovrebbe chiamare il proprio medico se ha segni di un aborto spontaneo, come il dolore grave o gravi emorragie.

Parto pretermine

Forti dolori addominali in gravidanza possono preannunciare un parto prematuro se si iniziano ad avere le contrazioni prima delle 37settimane di gravidanza. Qualsiasi sintomo nel secondo o terzo trimestre che si riferisce ad un aumento della secrezione vaginale, deve essere segnalato al medico.

Distacco della placenta: il distacco della placenta è la separazione parziale o completa della placenta dall’utero, un problema serio se accade prima che il bambino sia nato. C’è una grande variabilità dei sintomi che segnalano un distacco della placenta. A volte, esso può provocare un sanguinamento improvviso ed evidente, ma in alcuni casi potrebbe non esserci alcun sanguinamento o potrebbe esservi solo dello spotting.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 19 Media: 2,5]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui