Home Salute Dito a scatto: sintomi e cause

Dito a scatto: sintomi e cause

Il dito a scatto, conosciuto in campo medico come tenosinovite stenosante, è un problema che interessa le dita della mano Questo problema si palesa qualora fosse presente un’infiammazione da parte dei tendini.
Il dito a scatto può essere veramente doloroso. In pratica il dito colpito da questo tipo di problema si blocca e, come appena accenato, può diventare particolamente invalidante per chi ne soffre. Solitamente è il pollice quello più colpito.

dito a scatto

Le cause del dito a scatto

Il dito a scatto nasce da una infiammazione da parte dei tendini. Quest’ultime sono delle strutture protettive adibite al rivestimento e al collegamento di muscoli e ossa. Nella patologia specifica i tendini si gonfiano e diventano impossibili da usare. Ovvero il dito colpito rimarrà parzialmente piegato. E’ bene ricordare infatti che sono proprio i tendini e i muscoli a permettere il movimento, quando vi è un’infiammazione, esso risulterà particolarmente doloroso o impossibile da attuare.

Le cause del dito a scatto possono essere molte, ma tutte sono legate sempre all’infiammazione dei tendini. Quest’ultimi una volta infiammati non possono più permettere un movimento fluido.

Va precisato comunque che questa patologia può sfociare anche di punto in bianco, ossia senza motivo apparente. Per esempio può accadere che si sforzi troppo un dito e in maniera ripetuta nel tempo. In questo caso il soggetto potrà subire un’infiammazione da parte del tendine. E con il progredire della patologia il normale piegamento del dito verrà compromesso.

Come si riconosce il dito a scatto e quali sono i sintomi?

Non è difficile riconoscere la tenosinovite stenosante, anzi è molto semplice a dire il vero. Il dito interessato non potrà essere ne piegato ne disteso. Praticamente rimarrà in una posizione immobile perché, nel tentativo di distenderlo, si avvertirà come un ostacolo. Il dito si blocca quindi in una posizione innaturale, accompagnato da un forte dolore che parte dal palmo della mano.

Sintomi del dito a scatto

dito a scatto 2

Riguardo i sintomi del dito a scatto, ecco cosa viene percepito da coloro che vengono colpiti da questo problema:

  • Dolore al dito variabile, che parte solitamente dalla base della mano e tende ad essere piuttosto forte.
  • Intorpedimento del dito.
  • Blocco vero e proprio della zona interessata.

Il dolore sarà decisamente più marcato se il soggetto prova a stendere il dito oppure solo a piegarlo. Ovviamente è richiesto un consulto di uno specialista non appena ci si accorge del problema, il quale è bene specificarlo, non è proprio da sottovalutare.

Ricordate anche che questa patologia sarà più dolorosa se il dito viene mosso dopo tanto tempo che non viene più utilizzato. Mentre in caso contrario il dolore sarà meno incisivo. Chiaramente quindi prima si interviene, meglio sarà per noi. Nel frattempo, è bene evitare grandi movimenti , altrimenti la suituazione potrà solo peggiorare e il tendine che ha causato il problema si infiammerà ulteriormente.

Dito a scatto: le persone maggiormente colpite

Il dito a scatto potrebbe colpire chiunque, tuttavia vi sono persone più a rischio di altre. Tutti coloro che impiegano molto le proprie mani, come i musicisti ad esempio, sono quelli più colpiti. Oppure soggetti che sono già affetti dalla tendinite. Anche le persone anziane sono molto a rischio. Nonostante questo, le statistiche hanno dimostrato che sono soprattutto le donne a soffrire di dito a scatto.

Quanto impiega a guarire il dito a scatto?

Non è possibile fare un stima del tempo che occorre per guarire dal dito a scatto. Tutto dipende dall’entità della patologia, chiaramente più è seria e più tempo occorrerà per tornare a stare nuovamente bene. Solitamente la tenosinovite stenosante non dura tanto. Per maggiori chiarimenti rivolgersi al proprio medico il quale potrà fornirvi risposte specifiche valutando l’entità del vostro problema.

Come comportarsi con il dito a scatto?

La miglior cosa da fare per guarire il più presto possibile è quella di stare a riposo, almeno la parte interessata della mano non deve essere mossa tanto. Evitare movimenti bruschi o sforzi eccessivi. Inoltre è consigliabile non sforzare più di tanto il dito.

Il medico potrà sia prescrivere un antinfiammatorio che steccare il dito colpito dall’infiammazione e dal blocco. La scelta ovviamente spetta a lui, solo un professionista può avere voce in capitolo quando si tratta di salute e benessere.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 2 Media: 4.5]
ClaudiaL
Appassionata di dieta, alimentazione, benessere e rimedi naturali. Curiosa quanto basta per tenermi sempre aggiornata e creare contenuti che possono rivelarsi utili agli altri!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui