Home Benessere Disturbi gastrointestinali: quali zuppe consumare in caso di diarrea?

Disturbi gastrointestinali: quali zuppe consumare in caso di diarrea?

I disturbi gastrointestinali compromettono l’equilibrio generale dell’organismo e richiedono una dieta leggera in modo da fare il pieno di energia. Oggi scopriamo quali zuppe consumare in caso di diarrea per recuperare al meglio!

Diarrea- foto embarazoymas.net

Alla base dei disturbi gastrointestinali potrebbe esserci un’intossicazione alimentare o un problema noto come sindrome dell’intestino irritabile.

L’effetto principale di un’irritazione degli apparati digestivi è la diarrea, una condizione che disperde liquidi e debilita l’organismo.

Il modo migliore per recuperare le energie è assumere piatti in grado di nutrire e allo stesso tempo idratare l’organismo.

Quali zuppe consumare in caso di diarrea?

Brodo di pollo- foto bresciaatavola.it

Le zuppe rappresentano soluzioni eccellenti in caso di diarrea e perdita di energie: forniscono piccole dosi di grassi che aiutano a recuperare le energie perse e procurano fonti di liquidi che reintegrano la percentuale persa.

Una dieta costruita intorno a cibi leggeri con un profilo nutrizionale completo consente di alleggerire l’attività dell’apparato digerente e rifornire il corpo di energia extra.

Non resta che scoprire quali zuppe consumare in caso di diarrea e iniziare ad alternare le ricette per un recupero completo.

Zuppa di riso e carote

I disturbi gastrointestinali impongono delle restrizioni alimentari che trovano nel riso e nelle verdure due validi alleati.

La zuppa di riso e carote rappresenta una fonte straordinaria di nutrienti necessari a ridurre il problema e ristabilire il benessere.

Tutto quello che bisogna fare è scaldare tre tazze di brodo di pollo in una pentola, aggiungere una carota grande sbucciata e tagliata a pezzetti e una cipolla tagliata a metà.

Non appena il brodo di pollo giunge ad ebollizione, occorre aggiungere mezza tazza di riso,  un mazzo di prezzemolo, un mazzetto di coriandolo e qualche fogliolina di menta.

A questo punto è sufficiente lasciare cuocere a fuoco basso per almeno 20 minuti, mettere da parte la cipolla e le erbe aromatiche e correggere di sale.

In un secondo momento bisogna tagliare due petti di pollo grigliai a strisce, metterli sulla piastra e aggiungere un pizzico di sale.

Servire la zuppa disponendo le strisce di pollo in cima, bagnando con qualche goccia di olio extravergine di oliva e una spruzzata di limone.

Zuppa di spaghetti con pollo, sedano e carota

Esattamente come la zuppa di riso e carota, anche la combinazione di spaghetti, pollo e carote risulta perfetta in caso di diarrea.

Si tratta di un pasto leggero, digeribile e goloso che permette di recuperare l’appetito e migliorare l’assetto della flora intestinale.

In questo caso è sufficiente condire due petti di pollo con un pizzico di sale, lavare e tagliare due gambi di sedano di piccole dimensioni, tre carote medie, due patate, un porro e una cipolla grande.

A questo punto bisogna mettere le verdure in una pentola con due litri d’acqua, unire i petti di pollo e cuocere a fuoco alto per almeno 10 minuti.

Successivamente occorre aggiungere il prezzemolo e tenere sul fuoco finché le patate e le carote non diventano tenere.

Soltanto a cottura quasi ultimata è possibile aggiungere gli spaghetti, cuocerli secondo le modalità riportate sulla confezione e servire il tutto con alcuni crostini.

Consommé di gallina

Il consommé non è altro che un brodo ristretto tipico della tradizione culinaria francese, un piatto con effetto ricostituente per lo stomaco.

Tutto quello che bisogna fare è pulire accuratamente due cosce di gallina e pulire e tagliare a metà le verdure due carote medie, due patate medie e mezza cipolla.

A questo punto occorre versare le verdure in una pentola con due litri di acqua, aggiungere uno spicchio d’aglio, due rametti di prezzemolo e un porro e le cosce di gallina.

È sufficiente lasciare cuocere a fuoco alto, abbassare la fiamma quando inizia a bollire e cuocere per almeno 2 ore.

Basta aggiungere il sale a piacere e lasciate cuocere altri 5 minuti prima di filtrare il brodo e servire il consommé in un piatto fondo.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui