Home Benessere Disidratazione: cause, sintomi e rimedi

Disidratazione: cause, sintomi e rimedi

Quando i liquidi all’interno dell’organismo iniziano a scarseggiare si può verificare una disidratazione. Praticamente i liquidi assunti sono minori rispetto a quelli persi, di conseguenza l’organismo non potrà lavorare al meglio, ed ecco insorgere la disidratazione.

disidratazionwe3

Le cause possono essere molte, anche se le prime. ovvero quelle più conosciute, sono le seguenti: Troppa sudorazione, diarrea, febbre e vomito.

Altre cause di disidratazione possono essere l’attività fisica, oppure il caldo. È risaputo che il corpo è composto in grande percentuale d’acqua e l’assunzione di liquidi è essenziale per una vita corretta e salutare.

Altrimenti possono insorgere molti problemi, senza considerare il fatto che nel mondo (nelle situazioni gravi), molte persone muoiono proprio per la disidratazione. Ovviamente si parla di situazioni critiche che non interessano la maggior parte delle persone.

Questa disfunzione fisica può colpire qualsiasi persona, ad essere sinceri proprio qualsiasi essere vivente. Solitamente le persone che sono più soggette alla disidratazione sono gli anziani e i bambini quando sono molto piccoli.

Anche coloro che sono sempre malati (lunghi periodi di problemi gastro intestinali) possono essere a rischio di questa disfunzione a livello fisico.

Nella maggiore parte dei casi l’assunzione di più liquidi rimedia subito il problema di disidratazione. Bere molta acqua, mangiare tanta frutta possono fermare subito questo squilibrio fisico e reintegrare nel corpo la giusta quantità di liquidi.

Se la forma di disidratazione è molto più seria del normale (continuano a mancare liquidi nonostante, viene assimilata molta acqua) consultare un medico.

Per evitare che insorga il problema menzionato fino ad ora, basta adottare delle piccole accortezze. Per esempio non fare mancare mai al proprio corpo, i liquidi necessari per tutte le su corrette funzioni.

Quindi bere molta acqua sempre, tanto non nuoce alla salute bere molto 😉 . L’importante è che non sia frizzante, il gas contenuto contenuto al’interno di questo liquido, può essere dannoso all’organismo quando assunto in grandi quantità, anche se da questo punto di vista non interessa l’idratazione.

Cause della disidratazione

disidratazione
disidratazione

Come menzionato all’inizio se i liquidi assunti sono minori rispetto a quelli persi si verifica la disidratazione. Ecco alcune delle possibili cause correlate al problema:

  • Avere l’abitudine di bere poco, o comunque preferire bibite e alcolici all’acqua
  • Per colpa della febbre
  • Vomito
  • Diarrea
  • Troppa sudorazione

Per quanto riguarda il vomito e la diarrea entrambi influiscano moltissimo, dipende dallo stato e dall’intensità del malessere. Se fosse ad esempio diarrea acuta, la disidratazione si verificherà nel giro di poco tempo.

Inoltre se vengano abbinate febbre o vomito (oppure tutte e tre), la situazione diventa critica. Anche in questo caso consultare un medico immediatamente.

Anche l’inverno è possibile la disidratazione, ovviamente le cause sono le solite. L’attività fisica induce il corpo a perdere molti liquidi, bere poco o comunque assimilare meno liquidi rispetto a quanto l’organismo vorrebbe, è causa di questo squilibrio fisico.

Prestare attenzione comunque ai bambini, la diarrea è molto frequente nelle tenere età e come accennato prima, questo disturbo è una delle prime cause a far scaturire la disidratazione.

Anche gli anziani devono prestare attenzione per diversi motivi. Per esempio il non assimilare liquidi perché non si ha sete o il fatto che con l’avanzare dell’età una persona abbia una sudorazione più facile e continuativa, cattiva capacità da parte del corpo di conservare bene l’acqua, ecc.

Anche l’alimentazione è molto importante, per esempio cibi ricchi di acqua sono ottimi per reintegrare liquidi persi. La verdura, frutta, ecc. Possono reintegrare l’organismo e le sue normali funzioni.

Il diabete se non viene tenuto a bada, può comportare un rischio di disidratazione. Anche un malfunzionamento dei reni può essere sintomo di questo squilibrio fisico.

Dato che le cause possono essere molte, parlare con un medico è un ottima soluzione per capire qual è il problema che scaturisce la disidratazione.

Come accennato prima anche nell’attività fisica e nello sport è molto facile perdere liquidi. Ovviamente se si abbina anche il caldo, o altri fattori la disidratazione sarà imminente.

Basta solo prendere le precauzioni come accennato prima e nella maggiore parte dei casi, il problema si risolve tempestivamente ed anche senza arrecare scompiglio nell’organismo.

Un aspetto molto importante e da sapere è quello che la disidratazione si può anche accumulare in diversi giorni. La causa è sempre la solita, i liquidi assimilati non riescano a compensare quelli persi.

Reintegrare l’organismo è l’unica soluzione per non far insorgere col tempo futuri problemi.

Sintomi della disidratazione

La sete, la stanchezza, bocca secca, ecc. Sono alcuni dei sintomi della disidratazione. Inoltre anche la pelle secca, le vertigini, i mal di testa, sono correlati sempre a questo disturbo fisico.

Ma cosa comporta una disidratazione di grave entità?

  • Una scarsa sudorazione
  • Uno stato confusionale
  • Sete cronica
  • Mancanza di urina
  • Sonnolenza
  • Meno elasticità della pelle
  • Difficoltà nel respirare
  • Svenimenti
  • Bassa pressione

Gli effetti sono molti altri ancora non solamente quelli elencati, è per questo che la disidratazione non è cosa da sottovalutare.

Uno dei metodi più validi per riconoscere se l’organismo non ha carenza di liquidi, è constatare il colore delle proprie urine.

Se il colore è giallo ambrato oppure scuro, il corpo ha bisogno di liquidi. Mentre se il colore delle urine è trasparente o comunque molto chiaro, allora l’organismo è ben idratato.

Quando chiamare il medico?

disidratazion 2

Solitamente con un po’ di buon senso la disidratazione è curabile. I bambini vanno monitorati proprio per colpa della loro poca esperienza e pigrizia.

Anche gli anziani spesso tendono a dimenticare quanto sia importante bere, o assumere liquidi attraverso la frutta, verdura ecc.

Tocca agli adulti ricordare loro di assimilare i giusti liquidi giornalieri per poter godere di una vita sana e corretta.

Ovviamente un consulto di un medico è importante specie se si avverte i seguenti sintomi:

  • Sangue nelle feci
  • Vomito continuo
  • Disorientamento
  • Diarrea per più giorni
  • Irritabilità

Possibili pericoli della disidratazione

Ecco alcuni possibili pericoli, causati proprio dalla disidratazione:

  • Attacchi di convulsioni (contrazioni muscolari non controllate)
  • Insufficienza renale (i reni non lavorano più correttamente e col tempo diventano praticamente inutili)
  • Coma (questa è già una fase critica del problema, il soggetto non avendo liquidi entra in questo stato)

  • Decesso (ovviamente è l’ultima fase e accade se non viene curato il problema)

Molti dei sintomi che un medico potrà riscontrare sono ad esempio: Gli occhi infossati, l’assenza di urina, il battito cardiaco più veloce, pressione bassa, esami del sangue, ecc. Ovviamente un esperto saprà come muoversi e cosa consigliare di fare.

Capendo la causa è verificando il caso anche in base al peso del corpo e l’età prevenire o curare la disidratazione non sarà cosa difficile.

Alcune terapie

Adesso verranno elencate alcune delle terapie da intraprendere a seconda dei casi.

Per prima cosa iniziamo con la terapia per bambini: I piccoli è risaputo che sono più soggetti a indisposizioni fisiche, o vari problemi di salute.

Delle soluzioni orali (ad esempio l’Idravita® e il Dicodral) da somministrare ai bambini possono essere un rimedio contro la disidratazione, consultare comunque un pediatra prima.

Bere molta acqua è uno dei rimedi più semplici e validi da intraprendere. Diminuire caffè e bibite varie è la prima cosa da fare.

Terapia per gli atleti

Per coloro che praticano sport come normale attività giornaliera, evitare il consumo di barrette energetiche e derivati simili. Gli integratori da assumere dovranno essere bevande isotoniche ed acqua normale, ovvero non gassata ma ben si naturale e fresca.

Disidratazione grave

Se si dovesse verificare una disidratazione di grave entità, forse l’assimilazione di liquidi per reintegrare l’organismo deve essere indotta tramite flebo. Quindi non è detto che per via orale la terapia funzioni, solo un medico oppure uno specialista potrà verificare quale metodo è idoneo.

Prevenzione

Come menzionato più volte i metodi di prevenzione sono sempre una corretta alimentazione, bere molta acqua ed evitare prodotti che non aiutano ad integrare i liquidi nel corpo. Evitare anche tutte le bibite come coca-cola, tè, caffè, succhi di frutta ecc.

Ricordare anche di bere molta acqua in base al temperatura del luogo dove siete. Il troppo caldo aumenta la sudorazione. Proprio questo reazione fisica alle alte temperature potrà eliminare molti liquidi presenti nel corpo e creare così una forma di disidratazione.

Anche il freddo può portare le solite complicazioni, la causa è la sudorazione dovuta dai vestiti indossati.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 1 Media: 3]
ClaudiaL
Appassionata di dieta, alimentazione, benessere e rimedi naturali. Curiosa quanto basta per tenermi sempre aggiornata e creare contenuti che possono rivelarsi utili agli altri!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui