Home Salute Dieta in menopausa: quale seguire

Dieta in menopausa: quale seguire

Dieta in menopausa

Quello della menopausa è un momento decisamente delicato per la vita di una donna. Solitamente arriva tra i 45 e i 55 anni e l’intero processo ha una durata di circa 2 o 3 anni. In questo periodo il corpo femminile subisce molteplici cambiamenti. Prima di tutto dal punto di vista ormonale. Durante la preparazione alla menopausa scompaiono gradualmente estrogeni e progesterone, con conseguenza anche piuttosto serie. Prima fra tutti la irritabilità con evidenti sbalzi d’umore e vampate di calore. Ma non solo.

L’aspetto forse più brutto della menopausa è tutto nella conclusione dell’età fertile. Una conclusione che può portare a molte donne un senso di tristezza, accompagnato da una sensibile diminuzione di desiderio sessuale. Aspetti che detti così sembrano futili, ma che invece possono fare la differenza tra una donna equilibrata e una emotivamente scossa. Uno degli aspetti forse peggiori della menopausa è l’aumento di peso. Molte donne si vogliono ribellare a questo aumento e quindi decidono di mettersi a dieta. Ma quale dieta seguire durante un periodo così delicato?

Dieta in menopausa: perché ingrassiamo

Durante la menopausa si aumenta di peso perché si ha un evidente rallentamento del metabolismo, con conseguente diminuzione della massa magra a favore di quella grassa. Non solo. La menopausa è spesso accompagnata da problemi ossei, come l’osteoporosi. Quindi, quando una donna in menopausa decide di seguire una dieta, deve tener conto di tutti questi fattori: metabolismo lento, osteoporosi, sbalzi d’umore. È bene quindi che assuma cibi capaci di alleviare questi disturbi. Largo quindi a formaggi, ovviamente magri, che portano a un incremento del calcio e quindi aiutano a rafforzare le ossa. Spazio anche a pesce e alimenti ricchi di Omega 3 contro l’invecchiamento. E anche frutta secca, almeno 1 porzione al giorno, per integrare i giusti minerali e le vitamine indispensabili per ‘sentirsi su’.

Dieta in menopausa: gli spuntini

Tutti gli spuntini che si devono fare durante il giorno (ricordiamo che quando seguiamo un regime alimentare controllato, sarebbe bene fare almeno 3 spuntini nell’arco della giornata), sarebbe bene che fossero a base di frutta o yogurt, meglio se magro. Uno degli spuntini può essere sostituito con delle noci o delle nocciole (poche, non un secchio) che riescono a dare un po’ di buon umore e restituire elasticità e brillantezza alla pelle. Gli spuntini possono essere anche a base di verdura fresca, senza condimenti oppure un piccolo sorbetto alla frutta, per la stagione più calda. A colazione potete concedervi anche della marmellata o del burro, ma sempre in dosi limitate. Ricordate che il momento è delicato: non è il caso di buttarvi in una dieta iper rigida, siete già abbastanza stressate!

Dieta in menopausa: movimento fisico e tisane

Il movimento fisico è indispensabile, a qualunque età. Lo è forse ancor di più in menopausa quando troveremo beneficio non solo dall’aiuto che il movimento da alla nostra dieta, ma anche dallo stato ‘emotivo’ che lo accompagna. Infatti fare movimento, anche lieve ci fa sentire meglio. E questo è molto importante per una donna completamente scombussolata come quella che sta affrontando la menopausa. per rilassarci possiamo anche acquistare delle tisane apposite. Quella alla melissa sembra essere la più indicata, ma fatevi consigliare dal vostro naturopata o dal vostro erborista. Saprà trovare la tisana più adatta alle vostre esigenze.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui