Dieta: come evitare di riprendere i chili persi

Dieta

Dieta: Dimagrire, dimagrire e ancora dimagrire, nessuna parola riecheggia più di questa nella mente quando siamo intenzionati a perdere chili. Che si tratta di pochi chili o di molti, il fattore determinante resta sempre la volontà, unica e sola strada per seguire una dieta seriamente. Molte persone che seguono, anche per tanto tempo, una dieta, dopo aver raggiunto lo scopo desiderato tendono a riprendere i chili persi, per capire come questo sia possibile e per eliminare questo fastidioso ” ritorno alle origini ” abbiamo fatto una ricerca, scoprendo come fare per non riprendere i chili persi.

La causa della ripresa dei chili è il famoso metabolismo basale, ossia il consumo energetico del nostro organismo a riposo. Ed è proprio la riduzione del metabolismo basale indotta dalla dieta che favorisce poi la ripresa dei chili persi, si deve perciò puntare ad una dieta che minimizzi la riduzione del metabolismo basale.
La risposta ci arriva da oltreoceano, dal New Balance Foundation Obesity Prevention Center – Children Hospital di Boston, i cui ricercatori hanno scoperto la dieta migliore per eliminare la riduzione del metabolismo basale.
Lo studio è stato fatto su tre gruppi formati da 21 giovani adulti che avevano perso dal 10 al 15% del peso utilizzando una dieta standard. Ai tre gruppi sono state assegnate tre diverse diete di mantenimento, le diete prevedevano lo stesso apporto calorico ma una combinazione di nutrienti differenti per ciascuna delle tre diete di mantenimento.

Dieta: La prima dieta proposta è quella classica povera di grassi, con massicce dosi di frutta e ortaggi ( carboidrati 60% delle calorie totali, grassi 20%, proteine 20% ); la seconda dieta è quella a basso indice glicemico, quella considerata sino ad oggi la dieta migliore e più salutare per perdere peso ( 40% di carboidrati, 40% di grassi e 20% di proteine ); la terza ed ultima dieta è quella a basso contenuto di carboidrati ( carboidrati 10% delle calorie totali, grassi 60%, proteine 30% ).

DIETA: QUALE È LA DIETA DI MANTENIMENTO GIUSTA?

Dieta

I risultati danno visto all’ultimo posto la dieta con pochi grassi, che ha ridotto sensibilmente il metabolismo basale rispetto ai livelli iniziali, al secondo posto troviamo la dieta a basso indice glicemico, che ha ridotto in una certa misura il metabolismo basale, infine, al primo posto vi è la dieta povera di carboidrati, questa, infatti, ha ridotto molto meno delle altre il metabolismo basale.
Ma attenti a giudicare una cosa osservandone i risultati da una sola prospettiva, da un’analisi più attenta è emerso che la dieta povera di carboidrati causa elevati livelli di cortisolo e mette i soggetti a rischio di malattie cardiovascolari. Quindi il podio non va alla dieta povera di carboidrati, ma a quella a basso indice glicemico, che garantisce un equilibrato apporto di nutrienti. Inoltre un ulteriore segreto per non riprendere i chili persi sta nel fare attività fisica in modo costante, questa aumenta il metabolismo e favorisce la digestione. Muoversi e mangiare sano sono l’unica via per non riprendere i chili persi, in fondo lo sport fa bene e può anche essere divertente.

Leggi anche:

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]