Home Salute Dermatite polimorfa solare: cause, sintomi, cura e rimedi naturali

Dermatite polimorfa solare: cause, sintomi, cura e rimedi naturali

La dermatite polimorfa solare è una delle più comuni reazioni eritematose e bollose della pelle all’esposizione ai raggi solari.

L’esposizione sconsiderata e spropositata al sole può provocare danni alla cute, dalle macchie solari al tumore della pelle.

Tra gli effetti negativi che i raggi solari possono avere sulla pelle spicca la dermatite polimorfa solare o allergia al sole, una fotodermatosi che può colpire chiunque.

Questa condizione si manifesta con un eritema solare nelle aree esposte e favorisce la formazione di piccole bolle pruriginose nei giorni successivi, ma promette di regredire nel giro di qualche giorno.

Cause della dermatite polimorfa solare

La dermatite polimorfa solare può essere considerata la reazione ritardata della pelle all’esposizione solare. Non si tratta di una vera e propria allergia.

In pratica la pelle si irrita a tal punto da vivere un’infiammazione cutanea e vedere la comparsa di un eritema e tante bollicine pruriginose.

A causare la dermatite solare è il rilascio dei mediatori da parte del sistema immunitario con l’obiettivo di contrastare la formazione di particelle modificate dal sole.

Diversamente da quello che accade nell’orticaria solare, però, questa dermatite si manifesta qualche giorno dopo l’esposizione al sole.

È una problematica che può colpire chiunque: adulti e bambini, uomini e donne, persone con carnagione chiarissima e soggetti con pelle olivastra.

Nonostante ciò si registra un’incidenza maggiore nelle donne di età superiore ai 20 anni con pelle chiarissima.

In tal senso le ricerche hanno evidenziato la presenza di alcuni fattori predisponenti come la familiarità, l’uso di sostanze chimiche sulla cute (creme solari, prodotti idratanti e profumi) e l’assunzione di farmaci.

Dermatite polimorfa solare: Sintomi

I sintomi della dermatite polimorfa solare nei bambini e negli adulti sono molto simili a qualsiasi altra dermatite causata dall’esposizione dei raggi solari, ma si presentano dopo qualche giorno.

Le zone esposte subiscono prima un arrossamento della pelle e successivamente vedono la comparsa di piccole vescicole più o meno pruriginose.

Diagnosi

Il dermatologo riesce a diagnosticare l’allergia al sole attraverso la valutazione dei sintomi e la prescrizione di alcuni test clinici.

Lo scopo è trovare le cause che promuovono la sensibilità al sole ed escludere la presenza di eventuali patologie dermatologiche come la rosacea, l’acne di Majorca o il lichen attinico.

Per escludere patologie più gravi, quindi, lo specialista può richiedere altri esami diagnostici come l’analisi di anticorpi antinucleo, antitireoperossidasi o antitireoglobulina, porfirine urinarie e così via.

Dermatite polimorfa solare: Cura e prevenzione

La dermatite polimorfa solare quanto dura? Solitamente sparisce nel giro di qualche giorno, a patto che si rinunci all’esposizione solare.

Purtroppo non si guarisce dall’allergia solare, ma si può imparare a conviverci grazie a qualche rimedio e forma preventiva.

La cura per la dermatite solare di viso, collo, décolléte e parte superiore va dalla fototerapia (esposizione al sole controllata e graduale) alla prescrizione di medicinali antistaminici e cortisone.

Fortunatamente a volte non serve trattare la dermatite polimorfa solare con farmaci (antistaminico o cortisone).

Quando a sollecitare la dermatite sono alcune sostanze applicate sulla pelle è sufficiente interrompere la loro applicazione per risolvere la situazione. No a profumi, oli essenziali e prodotti fotosensibilizzanti.

In ogni caso per evitare la dermatite polimorfa solare è utile la prevenzione: proteggere la pelle con una crema solare e non esporsi nelle ore più calde della giornata.

Dermatite polimorfa solare: Rimedi naturali

È possibile gestire la dermatite polimorfa solare con cure naturali nell’ottica di lenire i sintomi (rossore e prurito).

  • Impacchi – Basta avvolgere qualche cubetto di ghiaccio in un canovaccio pulito e applicare l’impacco freddo sulle zone arrossate per sfiammare la pelle.
  • Bagni – Immergersi in acqua tiepida può aiutare a lenire il prurito, soprattutto se si aggiunge un po’ di bicarbonato e farina di avena.
  • Aloe Vera – Il gel di Aloe Vera rappresenta un vero e proprio toccasana per la pelle arrossata e irritata dai raggi solari.

In alternativa è possibile usare una crema per dermatite polimorfa solare appositamente formulata per lenire i sintomi della dermatite.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui