Home Rumors Depressione in aumento, l’allarme dell’OMS

Depressione in aumento, l’allarme dell’OMS

È un vero e proprio allarme quello lanciato oggi dall’OMS, l’Organizzazione mondiale della Sanità: la depressione nel mondo è in aumento, un aumento drastico e senza freni.

E proprio la depressione, un problema cresciuto di quasi il 20% in dieci anni, sarà il tema al centro della Giornata mondiale della Salute che si celebrerà il 7 aprile 2017. Secondo i dati diffusi dall’Oms, infatti, ben 322 milioni di persone nel mondo soffrono di depressione, pari al 4,4% della popolazione totale.

La depressione, oggi, registra un’incidenza più elevata tra le donne (5,1%) rispetto agli uomini (3,6%), ma la malattia è per entrambi i sessi in costante crescita. Dal 2005 al 2015, infatti, la depressione ha visto un aumento del 18,4% dei casi, ma solo la metà di chi ne è colpito ha accesso a cure e trattamenti adeguati: nei paesi più poveri la proporzione cala ancora. C’è ancora una certa diffidenza verso la depressione e i disturbi psicologici: in alcuni ceti sociali si tende a nascondere il problema e a far finta che non esista. Di qui lo slogan “Depressione, parliamone” (Depression: Let’s talk) scelto dall’Oms per celebrare la Giornata della salute.

L’obiettivo è quello di incoraggiare chi soffre di depressione a parlare della propria esperienza, a cercare un aiuto. Si tratta purtroppo di una malattia subdola, che emerge con sintomi come tristezza, perdita di interesse nelle attività e bassa stima di sé, poco appetito, sonno disturbato, insonnia o ipersonnia, apatia, scarsa concentrazione. Problemi che spesso portano al suicidio, la causa a livello mondiale dell’1,5% di tutti i decessi, e addirittura la seconda causa morte tra i giovani tra i 15 ed i 29 anni di età.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui