Cyclette o spin bike? Caratteristiche, differenze e vantaggi

Cyclette o spin bike? Molti direbbero “che importa, sono semplici biciclette”. Si fa presto a pensare che la cyclette e la spin bike siano delle semplici ‘biciclette’ per allenare il fisico e aumentare il tono muscolare. In realtà il loro aspetto inganna!

Spinning- foto naprawarowerowstacjonarnych.pl

La cyclette e la spin bike possiedono caratteristiche e modalità di utilizzo proprie che comportano regole di allenamento profondamente diverse tra loro. Cosa migliora quindi l’allenamento? Cyclette o spin bike? Scopriamolo insieme.

Cyclette

La cyclette viene definita ‘bici da camera’, vale a dire una bici stazionaria che permette di simulare il movimento della pedalata da fermi (fra le mura domestiche e in tutte le palestre).

Visivamente la cyclette appare come una rivisitazione riuscita della bici classica:

  • forme usuali della bicicletta,
  • mancanza di ruote,
  • struttura poggiata su basi orizzontali protette da gomma,
  • manubri con presa comoda,
  • disco metallico agganciato ai pedali (volano).

Il soggetto in sella alla cyclette comincia a pedalare, armonizzando il movimento con il volano e mantenendo costante la posizione da seduto con schiena dritta.

Spin bike

La cyclette da spinning o spin bike viene utilizzata per lo spinning, un’attività sportiva che permette di alternare andature diverse in base ai diversi ritmi musicali ascoltati.

La struttura di una spin bike è inconfondibile:

  • telaio robusto e adattabile,
  • manubrio anatomico,
  • regolazione della resistenza micrometrica,
  • pedali a gabbietta, a sgancio rapido, o Kombi-Clip.

L’utilizzo della spin bike è semplice: il soggetto regola il freno meccanico che agisce sul volano e simula diverse condizioni (pianura, salita e discesa), assumendo posizioni differenti a seconda del ritmo di riferimento e portando una pedalata molto sostenuta.

Allenarsi con la cyclette: si o no?

I programmi preimpostati, la semplicità di utilizzo, la struttura versatile e i prezzi rendono la cyclette un attrezzo molto apprezzato, a prescindere dai benefici fisici che comporta. Oltre che per mantenersi in forma, la cyclette viene consigliata per recuperare tono muscolare, favorire la circolazione e la microcircolazione e contrastare l’accumulo di grasso adiposo sulle gambe.

La ‘cyclette da camera’ regala un senso di libertà pari alle passeggiate con la bicicletta e per di più evita i fastidi legati alle problematiche meteorologiche e climatiche.

Cyclette da camera- foto newconfort.com

Un allenamento paziente e costante aiuta a mantenersi in forma senza comportare livelli di resistenza eccezionali, a prescindere dal modello di cyclette scelto.

Se si intende raggiungere una condizione atletica orientata alla prestazione forse la cyclette non è l’attrezzo più adatto. Nell’allenamento con la cyclette non conta il peso del soggetto (forza riferita all’unita di peso) ma la sua forza assoluta: ergo i livelli di resistenza comporterebbero uno sforzo muscolare considerevole e tralascerebbero l’aspetto cardio-vascolare.

Allenarsi con la spin bike: si o no?

La spin bike sviluppa un allenamento più intenso. La conformazione e il volano più pesante sono studiati per sessioni di aerobica spinte, atte a consumare più calorie possibili. La spinning bike ripropone gli stessi ritmi della bici da corsa: postura del soggetto simile a quella del ciclismo, ritmi sostenuti di pedalate, sedute più scomode e diverse impostazioni di allenamento.

Bici da spinning- foto fitnessbestreviews.com

Senza una valida guida, la bici da spinning aumenta i rischi di tendinopatia rotulea, sollecitazioni a carico delle ginocchia e problemi alla colonna vertebrale.

L’acquisto di una spin bike per la casa è sconsigliabile a chi non ha molta esperienza, soprattutto considerando i rischi. Forse è meglio iniziare con una cyclette tradizionale per allenarsi e passare al livello successivo.

Meglio la cyclette o la spin bike?

Dipende! Se non si vuole solo dimagrire, la scelta di cyclette o spin bike dipende da diversi fattori in gioco:

  • forma fisica di partenza,
  • livello,
  • tempo,
  • ambiente,
  • obiettivi prefissi.

E allora cyclette o spin bike? Senza un’adeguata preparazione fisica e un istruttore qualificato è meglio rinunciare alla spin bike, almeno finché non si è fatto un po’ di allenamento con la cyclette tradizionale.

Si può partire con la cyclette e un allenamento costante di sessioni di almeno 20 minuti per due/tre volte al giorno, ricordandosi di lasciare un giorno di riposo tra un allenamento e l’altro.

L’allenamento con la bici da spinning può essere la naturale evoluzione. È consigliabile seguire per i primi 20 giorni un programma di attività aerobica costante della durata di 30-40 minuti per poi passare a un programma di sedute di intensità alternate (alta, media e bassa).

La buona riuscita di un allenamento con la spin bike dipende tanto dai ritmi quanto dall’istruttore. Una persona qualificata saprà dosare la giusta intensità di allenamento, evitando sovraccarichi e problemi a livello fisico.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 18 Media: 2.8]

Myriam Amato

Informazioni sull'autore
Laureata in Informazione e sistemi editoriali, amante della cultura orientale e appassionata di benessere, salute e fitness.
Tutti i post di Myriam Amato