Home Benessere Cranberry: proprietà e benefici del mirtillo rosso americano

Cranberry: proprietà e benefici del mirtillo rosso americano

Quante volte abbiamo sentito parlare dei frutti rossi come rimedi naturali contro le malattie dell’apparato urinario? Ebbene il cranberry o mirtillo rosso americano è una bacca molto utile in caso di prevenzione o trattamento di infezioni batteriche.

Mirtillo rosso americano- foto pixabay.com

Cranberry in inglese e mirtillo rosso in italiano descrivono un arbusto sempreverde di origine nord americana molto simile al mirtillo nostrano che produce fiori di colore bianco o rosa chiaro a forma di campana e frutti piccoli e rossastri dal sapore aspro.

Il più delle volte, i frutti del Cranberry provocano confusione con i mirtilli rossi ovvero i frutti della pianta Vaccinium vitis-idaea di origine europea e asiatica. Il nostro mirtillo rosso è molto più comune e diffuso rispetto all’ossicocco americano.

Composizione mirtillo rosso americano

La pianta Vaccinium macrocarpon (nome botanico del Cranberry) resiste bene al freddo e le sue coltivazioni hanno sia scopo erboristico come rimedio naturale per contrastare diversi disturbi che alimentare  sotto forma di frutta integra, succhi, composte e gelatine.

Il mirtillo rosso americano si presenta come un mix di protidi, lipidi, glucidi, fibre e acqua, un frutto ricco di vitamine (vitamina A, vitamina B1, vitamina B2, vitamina B3, vitamina B5, vitamina B6 e vitamina C) e sali minerali (calcio, rame, ferro, magnesio, manganese, fosforo, potassio, selenio, sodio e zinco).

Questo frutto viene molto apprezzato per le sue proprietà astringenti (magnesio e zinco), rinfrescanti (acqua), toniche (sali minerali e vitamine), diuretiche (acqua e potassio), antiossidanti (glucagone, betacarotene e vitamina C) e antinfiammatorie (proantocianidine).

Mirtillo rosso americano: proprietà

Proprietà cranberry- foto benessere360.com

La sua composizione e il fitocomplesso descrivono un frutto con spiccate proprietà antiossidanti, antimicrobiche, antinfiammatorie e disinfettanti. È per questo che il mirtillo rosso americano diviene spesso protagonista delle formulazioni di integratori alimentari diretti a favorire la corretta funzionalità delle vie urinarie e prevenire eventuali infezioni batteriche. Scopriamo quali sono gli effetti del cranberry:

  • Combatte i batteri patogeni – L’azione delle antocianine agisce contro i batteri patogeni come l’Escherichia Coli e l’Hilicobacter pylori.
  • Protegge dai radicali liberi – Glucagone, betacarotene e vitamina C rappresentano quelle sostanze antiossidanti che combattono l’azione deleteria dei radicali liberi e riduce i loro danni ossidativi a carico delle cellule.
  • Migliora la vista – Le antocianine e la vitamina C migliorano la vista e prevengono la cataratta.
  • Rinforza i capillari – L’alto contenuto di vitamina A, vitamina C, fosforo, calcio e magnesio rinforzano le pareti dei capillari e combattono la couperose.
  • Mantiene in buona salute il cavo orale – I polifenoli delle proantocianidine inibiscono selettivamente le adesioni prodotte dai batteri, impedendo la formazione di placca dentale.

La fitoterapia e l’omeopatia sfruttano le proprietà del mirtillo rosso americano come un prodotto naturale diuretico, antisettico, antipiretico e addirittura anticancerogeno.

Cranberry: cistiti e infezioni delle vie urinarie

Tutti i problemi alle vie urinarie come le infiammazioni lievi e i pruriti intimi che spesso sfociano in cistiti sanguinanti possono essere trattati omeopaticamente con il cranberry.

Proprietà mirtillo rosso americano- foto italiaora.retenews24.it

Gli studi effettuati hanno evidenziato che la presenza di protocianidine di tipo A e  tannini condensati conferirebbe al frutto rosso americano un potere disinfettante e antinfiammatorio che permette la riduzione di malattie uro-genitali, soprattutto nelle donne soggette a questo tipo di problemi.  Le molecole antinfiammatorie aderiscono alla membrana delle cellule e formano uno scudo contro i batteri responsabile delle infezioni alle vie urinarie, primo fra tutti l’E.coli (batterio gram negativo ospite abituale del colon).

Così il mirtillo rosso made in U.S.A, se associato a una dieta sana ed equilibrata, diventa un rimedio naturale di prevenzione contro i primi sintomi di cistite. L’azione del frutto cranberry in caso di cistiti viene sfruttata anche in caso di gravidanza senza controindicazioni  sia in caso di soggetti predisposti che in presenza di cofattori come aumento ormonale, cambiamenti fisici e aumento germi nelle urine.

Consigli

Succo di cranberry- foto deabyday.tv

Per la prevenzione delle infezioni delle vie urinarie è spesso consigliata un dose giornaliera di succo di mirtillo rosso americano da 500-750 ml in tre dosi frazionate, anche se la razione benefica va deve essere considerata in base alla concentrazione (es. il succo puro deve essere assunto 80-160 ml diluito in acqua).

Vista la vasta gamma di marche presenti sul mercato è fondamentale rivolgersi a un medico o un professionista per farsi consigliare il prodotto migliore per le proprie esigenze.  Il cranberry si trova facilmente in qualsiasi erboristeria o farmacia.

Cranberry: controindicazioni ed effetti collaterali

Il mirtillo rosso americano, come tutti i prodotti naturali, non presenta particolari controindicazioni. Qualsiasi problema o disturbo deve essere associati a stati patologici preesistenti o terapie farmacologiche in atto come:

  • terapia anticoagulante (come il Wafarin, un farmaco che inibisce la pompa protonica)
  • calcoli renali (consistente percentuale di ossalato)
  • diabete (elevato contenuto di zuccheri)
Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 1 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui