Home Benessere Cortisolo alto e basso: gestire i livelli dell’ormone dello stress?

Cortisolo alto e basso: gestire i livelli dell’ormone dello stress?

Non è raro sentir parlare di cortisolo alto e basso in associazione ai livelli di stress da parte delle ghiandole surrenali. Ma come funziona e come gestire i livelli dell’ormone dello stress?

Stress- foto cueillelejour.fr

Il cortisolo, noto come ormone dello stress, viene prodotto dalle ghiandole surrenali grazie all’attività dell’omone adenocorticotropo ACTG prodotto dall’ipofisi.

Questo ormone protagonista di funzioni vitali nell’organismo appartiene alla famiglia degli ormoni steroidei e interviene nella sintesi del glucosio, aumentando i livelli di zucchero nel sangue.

La sua iper-produzione viene associata a periodi di stress a cui viene sottoposto il corpo come sforzo fisico prolungato, digiuno estremo, intervento chirurgico e tutte le situazioni che possono comportare un trauma psicofisico.

A cosa serve il cortisolo?

Cortisol- foto medium.com

Quando l’ormone steroideo si presenta in piccole quantità riesce a restituire effetti benefici sull’organismo: contribuisce alla produzione di energia, regola la glicemia e la pressione sanguigna, controlla il livello di stress e sostiene il sistema immunitario.

La produzione eccessiva, dovuta a una situazione stressante, inibisce alcune funzioni organiche che non sono ritenute indispensabili nel breve periodo, ma che creano le basi per scompensi vitali a lungo termine.

L’ormone dello stress incrementa i livelli glicemici nel sangue, riduce le difese immunitarie dell’organismo e limita la risposta antinfiammatoria naturale.

Gli alti livelli dell’ormone nel sangue o sindrome di Cushing possono generare un aumento di peso con accumulo di grasso nella zona addominale, un invecchiamento precoce e una propensione alla comparsa di ulcere gastriche.

Esame del cortisolo

Esame del sangue- foto pontos-news.gr

I livelli di cortisolo possono essere misurati attraverso un normale prelievo del sangue, anche se in alcuni casi si rivela utile valutare la presenza di cortisolo urinario o ricorrere al controllo del cortisolo salivare.

I test clinici devono essere effettuati nella consapevolezza che i livelli dell’ormone steroideo variano durante la giornata seguendo il ritmo cicardiano con valori elevati al mattino e valori ridotti alla sera.

La variabilità dei livelli impone un test al mattino e un test nelle ore serali allo scopo di avere un quadro completo della situazione, meglio ancora se vengono limitate le attività fisiche nelle ore precedenti il prelievo.

Valori normali

Esame del sangue- foto retopimgfs.pw

Quando si parla di valori standard della cortisolemia si fa riferimento a 100-200 microgrammi/L per gli adulti che effettuano il test al mattino e 100 microgrammi/L per gli adulti che ripetono il test alla sera.

Per quanto riguarda il livello di cortisolo nei bambini, invece, i valori devono mantenersi in un intervallo compreso tra 50 e 100 microgrammi/L.

Va da sé che in caso di parametri superiori o inferiori ai valori standard si può parlare rispettivamente di ipercorticosurrenalismo o iposurrenalismo.

Cortisolo alto: Sintomi e rimedi

Come ridurre lo stress- foto brainfacts.org

La presenza di valori elevati di questo ormone steroideo nel sangue può dipendere da numerosi fattori quali eventi stressanti, patologie che interessano reni o fegato,  tumori del surrene o sindrome di Cushing.

I rimedi per il cortisolo alto variano a seconda della causa scatenante dell’aumento dell’ormone nel sangue. Come abbassare il cortisolo?

In linea generale per abbassare il cortisolo è preferibile stabilire abitudini salutari e consumare cibi a basso indice glicemico a favore di alimenti proteici ricchi di fibre, verdure e frutta fresca in caso di disturbi dell’alimentazione o uno stile di vita stressante.

Cortisolo basso: Sintomi e rimedi

Tiroide- foto hurriyet.com.tr

L’abbassamento dei livelli dell’ormone dello stress è riconducibile a problemi del surrene, ipofisi o infezioni a livello delle ghiandole surrenali.

Quando le ghiandole surrenali producono una percentuale minore dell’ormone allora si può parlare di “stanchezza surrenale”, una condizione che presenta sintomi che vanno dalla spossatezza all’offuscamento della vista.

Il modo migliore per rimediare al cortisolo basso è tenere conto del parere del medico, evitare il digiuno e mangiare in modo regolare.

Il linea di massima, però, il pompelmo potrebbe rivelarsi un toccasana in quanto riesce a favorire gli enzimi che contrastano la produzione dell’ormone dello stress.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui