Il contraccettivo sottocutaneo: vantaggi e svantaggi

Da diversi anni si sta parlando, in ambito medico e non solo, del nuovo contraccettivo sottocutaneo. Tanti ne parlano, ma nessuno sa cosa sia, cerchiamo di scoprire insieme come funziona questo contraccettivo, quali sono i vantaggi e gli svantaggi e dove acquistarlo.

Il contraccettivo sottocutaneo: tutti i metodi contraccettivi

Iniziamo questo viaggio alla scoperta del nuovo contraccettivo sottocutaneo, ricordando quali sono tutti i metodi contraccettivi. Solitamente si distinguono in metodi Naturali (ossia il metodo Ogino-Knaus, il Billings e il metodo della temperatura), troviamo poi i metodi Meccanici (come il Preservativo, il diaframma e la spirale), quelli Chimici e Ormonali (ossia la Pillola anticoncezionale, il cerotto contraccettivo e l’anello vaginale) e infine i contraccettivi Chirurgici (come la chiusura delle tube e la rimozione dell’utero). Il contraccettivo sottocutaneo fa parte del terzo tipo, ossia si trova fra quei metodi chimici e ormonali.

Come funziona il contraccettivo sottocutaneo?

Ma come funziona il contraccettivo sottocutaneo? Cerchiamo di capirlo con una semplice spiegazione. In sostanza si tratta di un bastoncino in plastica che rilascia in modo graduale una determinata quantità di progesterone che ha come funzione quella di inibire l’ovulazione, proprio come accade per tutti gli altri metodi contraccettivi a base ormonale. Il bastoncino può essere posizionato esclusivamente dal ginecologo tramite un’iniezione e collocato nella zona interna del braccio. Un altra cosa importante da sapere è che il contraccettivo sottocutaneo deve essere installato necessariamente durante i primi giorni delle mestruazioni. Questo bastoncino è largo 2 mm, lungo 4 cm e contiene 68 mg di progestinico che viene rilasciato lentamente all’interno del sangue, nell’arco di 3 anni. Quando l’impianto verrà rimosso si potrà recuperare immediatamente la fertilità, senza alcun problema.

I vantaggi del contraccettivo sottocutaneo

I vantaggi di questo tipo di contraccettivo sono davvero tantissimi. Innanzitutto non contiene gli estrogeni, quindi è particolarmente indicato per tutte le donne che non possono assumerli. E’ considerato un metodo sicuro al 99%, il che lo rende il contraccettivo più sicuro in assoluto. Infine una sola seduta permette di essere coperti per 3 anni. Lo possono utilizzare tutte le donne dai 18 ai 40 anni anche durante l’allattamento

Gli svantaggi del contraccettivo sottocutaneo

Questo tipo di contraccettivo possiede le stesse controindicazioni della pillola anticoncezionale. Non protegge dalle malattie sessualmente trasmissibili, come accade con il profilattico e per impiantarlo è necessaria la prescrizione medica. Deve essere inserito e rimosso dal ginecologo. Può provocare fenomeni di spotting oppure di amenorrea soprattutto nella fase iniziale del trattamento, ma di solito questi problemi tendono a scomparire nel tempo.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 32 Media: 2.5]