Congiuntivite sintomi, cause e rimedi

congiuntivite

La congiuntivite può manifestarsi per vari fattori, si manifesta tramite un infezione oppure anche una lieve infiammazione degli occhi (nello specifico la parte trasparente, la membrana). Colpisce grandi e piccoli, le cause come già menzionato possono essere diverse e i sintomi pure.

Ma che cosa accade veramente?

I vasi sanguini si dilatano diventando così sporgenti, successivamente comparirà sopra gli occhi quel colore anomalo conosciuto da chi soffre di congiuntivite, ovvero il rosso sangue. Il tipo di infezione potrà essere di natura virale oppure causata da un battero.

Sicuramente il primo passo da intraprendere è consultare il proprio medico. In questo modo sarà possibile sapere se si è affetti oppure no dal problema, e nel caso fosse un si, di che tipo di congiuntivite si tratta. Allo stesso tempo è bene prestare attenzione a non trasmetterla a nessuno (qualora fosse trasmissibile), prendendo come nel caso di molte altre malattie tutte le precauzioni del caso.

Ecco alcuni fattori che implicano la congiuntivite (cause).

Allergie, batteri e virus sono i primi fattori solitamente. Ma non sono gli unici, talvolta le cause possono essere ben diverse, come ad esempio delle sostanze estranee che penetrano l’occhio (magari delle sostanze chimiche).

Congiuntivite virale

La congiuntivite virale potrà colpire in due modi la persona affetta. Nel primo caso tutti e due gli occhi saranno interessati, ma l’allergia sarà lieve rispetto a quella batterica. Nel secondo modo potrà interessare un occhio solo. Comunque la sensazione sarà identica, un’intensa lacrimazione e sintomi come il prurito. Alcuni dei sintomi possono variare, questo da persona a persona e in più dipende anche dal livello di congiuntivite, cioè se è lieve o non.

Nel caso della congiuntivite di tipo batterica i sintomi saranno molto più pronunciati, come ad esempio, la comparsa di sostanze molto consistenti e dai colori come il giallo sbiadito oppure verde spento (simile al muco). Inoltre anche questo tipo di congiuntivite potrà manifestarsi solamente su un occhio che su tutti e due.

É importante sapere che entrambe queste indisposizioni potranno benissimo essere correlate a sintomi come il bruciore di gola oppure al raffreddore e che sono allo stesso tempo estremamente contagiose.

Come già menzionato prima non lascia scampo a nessuno, dato che colpisce sia grandi che piccoli. Anche se è stato riscontrato che prevalentemente sono i bambini ad essere vittime della congiuntivite batterica.

Congiuntivite allergica

Se si tratta di un’allergia in questo caso tutti e due gli occhi saranno coinvolti. Nel caso la causa fosse il polline per esempio, cercare di non trattenersi nelle zone X ovvero dove vi è presente il polline.

Praticamente il corpo avrà rilevato la minaccia che in questo caso è il polline. Agirà di conseguenza e quindi produrrà degli specifici anticorpi chiamati immunoglobulina E. Tali anticorpi aiuteranno delle cellule a concedere un rilascio di alcuni agenti che andranno ad infiammare gli occhi (queste cellule si chiamano mastociti).

Un bel collirio prescritto da un medico è quello che ci vuole, per questi casi quando si è affetti da una forma allergica. Prurito insaziabile, muco dal naso e occhi molto infiammati e lacrimanti saranno i sintomi categorici di questa indisposizione.

Congiuntivite causata dalla irritazione

Questo tipo di congiuntivite si manifesta in maniera molto più lieve ed anche in modo casuale. Per esempio per colpa di un così detto “corpo estraneo” come sporco o schegge, andrà a colpire l’occhio. Anche sostanze chimiche, sono una forma di corpo estraneo per l’occhio/i.

Non pulirsi mai con le mani, come viene subito di istinto, potrebbe peggiorare le cose e basta (specie se le mani non sono pulite). Scomparirà nel giro di poco, anche un giorno solamente in molti casi. Se il corpo estraneo è un agente chimico o se in ogni caso da particolarmente fastidio, andare immediatamente all’ospedale.

Precauzioni da adottare contro la congiuntivite

  • Prestare molta attenzione anche a non contrarre la congiuntivite da persone che ne sono affette. Questo perché il fattore di rischio di contagio è molto elevato.
  • Inoltre fare attenzione anche alla scelta delle proprie lenti a contatto (nell’ambito della qualità) e della loro pulizia.
  • Un igiene molto accurata delle mani.
  • Biancheria e asciugamani sono oggetti personali, quindi è meglio che rimangano tali (non andranno condivisi).
  • Prestare attenzione alle federe dei propri cuscini, dovranno essere pulite e prendere come abitudine il fattore di cambiarle spesso.
  • Gli occhi non toccarli con le mani (specie se le mani sono sporche).

Alcuni sintomi della congiuntivite

  • Una lacrimazione molto frequente.
  • Forte sensazione di bruciore e prurito (su tutti e due gli occhi, oppure su uno solo).
  • Arrossamento della sclera (solo su un occhio o su tutti e due).
  • Sostanza anomala come muco, presente su gli occhi.
  • Provare la sensazione di avere la sabbia negli occhi.

Consultare un medico se vi sono presenti alcuni dei sintomi appena elencati. Come già detto la congiuntivite è contagiosa e potrebbe essere contratta da molte persone. La durata di questa indisposizione per la fase di contagio, dura anche due settimane da quando è stata contratta dal soggetto.

Non è una cosa da prendere alla leggera, in alcuni casi la congiuntivite può arrecare problemi alla vista. Le “vittime” potranno essere bambini oppure adulti. Perciò conviene sentire il parere di un esperto come già menzionato prima.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 5 Media: 4]

ClaudiaL

Informazioni sull'autore
Appassionata di dieta, alimentazione, benessere e rimedi naturali. Curiosa quanto basta per tenermi sempre aggiornata e creare contenuti che possono rivelarsi utili agli altri!
Tutti i post di ClaudiaL