Come trattare le gengive gonfie con rimedi naturali

Le gengive difendono le strutture ossee da batteri e cibo, ma possono infiammarsi. Come trattare le gengive gonfie con rimedi naturali?

Gengive rosse- foto tn.com.ar

Iniziamo col dire che le gengive sono tessuti molli che fanno parte della mucosa orale, cingono i denti e ricoprono i processi alveolari delle ossa delle mascelle in prossimità della corona dentale.

Queste strutture fanno parte di quello che viene chiamato parodonto, insieme al legamento parodontale, al cemento radicolare e all’osso alveolare. Questi tessuti proteggono i denti e li uniscono alle ossa mascellari.

Sostanzialmente le gengive sono fondamentali per mantenere la dentatura in salute perché un problema gengivale potrebbe ripercuotersi sulle strutture ossee sottostanti.

Il problema è che le gengive possono gonfiarsi a causa di un processo infiammatorio chiamato gengivite, uno squilibrio ormonale, un consumo eccessivo di tabacco o un uso sbagliato di spazzolino e filo interdentale.

A causare il gonfiore gengivale possono essere anche reazioni allergiche ad alimenti, componenti del dentifricio o al filo interdentale.

In più un dente non allineato può infiammare le gengive per un periodo prolungato e causare un gonfiore così come la mancata rimozione di protesi dentarie durante il riposo notturno e l’uso improprio di tali apparecchi.

Il tessuto fibroso e ricco di vasi sanguigni si gonfia, fa male e assume una colorazione più vivida (rosso scuro, viola o blu), arrivando anche a  sanguinare alla minima pressione.

Quando si intravede una gengiva gonfia bisognerebbe correre ai ripari per evitare che la condizione possa aprire la porta a problematiche del parodonto più gravi.

Rimedi naturali per le gengive gonfie

Gengive arrossate- foto implantmaster.ru

Non sottovalutare il gonfiore gengivale è importante per evitare che l’infiammazione dei tessuti possa degenerare in parodontite e portare anche alla perdita dei denti.

Prima di chiedersi cosa posso prendere le gengive infiammate e chiedere al dentista quali antibiotici prendere per curare la gengivite lieve si può intervenire con alcuni rimedi naturali per le gengive gonfie.

Certo non è possibile trattare le fasi acute della parodontite con rimedi della nonna, ma aiutano a riportare alla normalità le gengive gonfie con qualche antibiotico naturale.

Di fatto trattare le gengive gonfie con rimedi naturali consente di affrontare subito i segni dell’infiammazione gengivale e invertire la rotta.

Impacchi caldi e freddi

Il metodo degli impacchi caldi e freddi aiutano a ridurre il gonfiore gengivale e a lenire i sintomi (primo tra tutti il dolore).

Tutto quello che bisogna fare è immergere un canovaccio in acqua tiepida, eliminare l’acqua in eccesso e posizionare l’impacco sul viso in corrispondenza della gengiva gonfia e dolorante per 5 minuti.

Dopo aver fatto questo è necessario avvolgere qualche cubetto di ghiaccio in un altro panno pulito e posizionare l’impacco freddo contro il viso fino a quando la zona non diventa appena insensibile.

Il rimedio naturale per le gengive gonfie andrebbe ripetuto un paio di volte al giorno a seconda della necessità. Quanto tempo di vuole per guarire da una gengivite lieve? Diciamo qualche giorno.

Acqua salata

Perché il sale può essere considerato uno dei rimedi per le gengive gonfie più facili, veloci ed efficaci? Semplicemente perché ostacola la proliferazione del batteri e impedisce l’infezione.

In questo caso è sufficiente strofinare delicatamente il sale sulle gengive per qualche secondo e risciacquare con acqua tiepida per ridurre il gonfiore delle gengive e promuove la loro guarigione.

In alternativa è possibile versare mezzo cucchiaino di sale in un bicchiere di acqua tiepida e fare dei risciacqui almeno un paio di volte al giorno.

Acqua ossigenata

L’acqua ossigenata o perossido di idrogeno è un composto con funzione disinfettante in grado uccidere i batteri del cavo orale e ridurre l’infiammazione alle gengive. Come sgonfiare le gengive in poco tempo?

È sufficiente prendere versare parti uguali di perossido di idrogeno al 3% per uso alimentare e acqua, usare la soluzione per fare degli sciacqui e risciacquare con acqua tiepida. Ripetere per 2-3 volte a settimana.

In alternativa si possono trattare le gengive infiammate con rimedi naturali con bicarbonato e perossido di idrogeno: mescolare 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio e perossido di idrogeno sufficiente a creare una pasta, strofinare il rimedio sulla zona, lasciare agire per 1 minuto e risciacquare accuratamente. Anche in questo caso è bene ripetere il trattamento 2-3 volte a settimana.

Curcuma

Perché trattare le gengive gonfie con un rimedio naturale a base di curcuma? La curcumina è perfetta per ridurre l’infiammazione, il gonfiore e il dolore grazie alle sue virtù antinfiammatorie e antiossidanti.

Non bisogna far altro che versare 1 cucchiaino di curcuma in polvere in una ciotolina, aggiungere mezzo cucchiaino di olio EVO e mezzo cucchiaino di sale, mescolare e applicare la pasta sulle gengive usando un dito. Dopodiché basta fare un risciacquo con acqua tiepida.

Camomilla

La camomilla ha proprietà antinfiammatorie, antidolorifiche, antiflogistiche, antispasmodiche e blandamente sedative.

È una pianta dalle mille virtù che risponde anche alla domanda come alleviare il dolore alle gengive dei neonati e degli adulti.

In questo è sufficiente fare degli impacchi tiepidi a base di camomilla sulle zone interessate e attendere che la gengiva si sfiammi.

Olio di citronella

Tra i rimedi naturali per gengive gonfie e doloranti c’è anche l’olio di citronella con le sue proprietà antimicrobiche, antisettiche, battericide, fungicide, astringenti e analgesiche.

In questo caso basta versare un paio di gocce di olio essenziale di citronella in un bicchiere di acqua, tenere la soluzione in bocca per un minuto e sputare. È essenziale ripetere l’operazione un paio di volte al giorno.

Aloe vera

Le capacità antibatteriche, antinfiammatorie e lenitive dell’Aloe Vera si rivelano efficaci in caso di gengive gonfie e doloranti. È anche tra i rimedi naturali più rinfrescanti!

Occorre tagliare una foglia di Aloe Vera, recuperare il gel al suo interno, strofinarlo delicatamente sull’area interessata e risciacquare con acqua tiepida. Ripetere il rimedio un paio di volte al dì.

Tea Tree Oil

Il Tea Tree Oil è un olio essenziale riconosciuto per le sue proprietà antibiotiche, antibatteriche e antinfiammatorie ideali in caso di gengive infiammate e gonfie.

Non bisogna far altro che mescolare un paio di gocce di Tea Tree Oil in un bicchiere di acqua e fare dei risciacqui un paio di volte al giorno come si farebbe con un normale collutorio.

È bene specificare che questo rimedio naturale per le gengive gonfie dovrebbe coadiuvare cure professionali per essere davvero efficace.

Oil Pulling

L’Oil Pulling è una tecnica Ayurveda che consiste in un risciacquo orale praticato con l’olio di girasole o di altri semi con l’obiettivo di bloccare la proliferazione batterica nel cavo orale e rinforzare le gengive.

In questo caso è necessario prelevare un cucchiaino di olio di sesamo, fare un risciacquo per 10-15 minuti, sputarlo e risciacquare con acqua tiepida. Tutto prima di lavare i denti al mattino.

Vitamina D

A qualcuno sembrerà strano, ma esporsi alla luce del sole, consumare alimenti ricchi di vitamina D o assumere integratori di vitamina D può aiutare a mantenere il parodonto in salute.

Questa vitamina promuove l’assorbimento del calcio a livello osseo, migliora la salute dei tessuti del cavo orale e tratta e previene il gonfiore gengivale.

Dal punto di vista alimentare, quindi, si deve dare via libera a semi di girasole, salmone, uova e olio di fegato di merluzzo.

Alimentazione

Si può dire che la dieta rappresenti uno dei migliori rimedi per gengive gonfie e sanguinanti perché permette di mantenersi in salute ed evitare carenze nutrizionali che potrebbero predisporre anche alle problematiche come le gengive infiammate e gonfie.

Semaforo verde per alimenti ricchi di vitamina C (es. arance, fragole, ananas, kiwi, broccoli, cavoli e broccoli), cibi ricchi di calcio (es. latte e derivati, come latticini, salmone, sardine e tofu) e alimenti contenenti acido folico (es. verdure a foglia verde, asparagi, broccoli, legumi e avocado).

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

Myriam Amato

Informazioni sull'autore
Laureata in Informazione e sistemi editoriali, amante della cultura orientale e appassionata di benessere, salute e fitness.
Tutti i post di Myriam Amato