Home Fitness Come scegliere una balance board

Come scegliere una balance board

Il settore dell’home fitness regala attrezzi compatti, piccoli e funzionali a un allenamento che lavora sui muscoli e sulle capacità condizionali. Oggi scopriamo come scegliere una balance board!

Tavoletta in semi sospensione- foto totalprofitness.com

La balance board è una piccola tavoletta in semi sospensione che contribuisce a rinforzare il sistema muscolo-articolare e consente un recupero delle funzionalità delle caviglie a chi ha subito un infortunio.

Tipi di Balance Board

L’attrezzo balance board costruisce esercizi particolari destinati a migliorare l’equilibrio e a rinforzare le fibre muscolari delle caviglie.

La scelta della tavoletta in semi sospensione risulta funzionale all’allenamento e ai risultati del workout e per questo è bene conoscere le sue caratteristiche.

In sostanza, la balance board è una pedana di forma circolare o ottagonale con sfera posizionata alla base che dà vita a un movimento oscillatorio.

Basta mettersi sulla pedana e tenere i piedi sulle sue estremità per iniziare a oscillare avanti e indietro o a destra e a sinistra semplicemente facendo leva su punte, palloni o piante dei piedi.

Gli esercizi sulla balance board in semi-sospensione sollecitano in modo profondo tutti i muscoli del piede e le articolazioni delle caviglie.

La scelta di una tavoletta propriocettiva di questo tipo passa attraverso la disamina delle diverse tipologie presenti sul mercato.

  • Rocker board – Il modello di tavoletta risulta molto semplice (pedana circolare e perno mobile) sia nella forma che nella funzionalità mentre una rocker board aumenta il grado di difficoltà nel tenere la posizione in equilibrio.
  • Wobble board – La pedana mobile si configura come una classica pedana circolare, unita a un perno sferico fisso.
  • Sphere and ring board – La tavola balance viene sfruttata dagli skater, visto che si tratta di uno skate senza ruote montato su una palla, simile a un pallone da basket, che oscilla lungo due binari metallici.
  • Spring board – La pedana è pensata per i serfisti in quanto si caratterizza per la struttura montata su molle che simulano l’instabilità dell’acqua.

Come scegliere una balance board

Anche se i puristi indicano le wobble board come le uniche e vere balance board, è possibile scegliere la pedana in base alle proprie esigenze.

La prima cosa da considerare è il materiale della pedana (materiali plastici con puntelli antiscivolo o legno). Dopo bisogna considerare la marca (affidabile) e la forma (circolare, ottagonale o quadrata).

Gli altri elementi da considerare sono il diametro (più sarà grande e più variabili saranno gli esercizi), l’altezza da terra e la portata massima di peso.

Si potrebbe dire che una buona balance board dovrebbe avere una forma tonda oppure ottagonale, un diametro di 39-50 centimetri, una superficie antiscivolo, un’altezza di 8-10 centimetri e dovrebbe riuscire a supportare un peso di 150 chilogrammi.

Come usare la balance board

La balance board viene utilizzata nei centri riabilitativi in qualità di strumento per recuperare da infortuni alla caviglia.

La pedana, oltre a rinforzare muscoli, tendini e articolazioni di piedi, serve a migliorare l’equilibrio, la percezione del corpo e aumentare il grado di difficoltà di alcuni esercizi (piegamenti sulle braccia, addominali crunch e altro).

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 1 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui