Cavigliere con pesi: 1,2 o 5 Kg? A cosa servono, come allenarsi e come scegliere le migliori

Alcuni attrezzi fitness permettono di sollecitare i muscoli, bruciare calorie e rassodare il corpo in modo efficace e veloce. Oggi scopriamo come scegliere le cavigliere con pesi!

Ogni allenamento diretto a bruciare calorie e rassodare il corpo deve sollecitare i muscoli in modo da costringerli a un lavoro di rimodellamento e rassodamento. Fortunatamente esistono degli attrezzi fitness come le cavigliere con pesi che promettono di velocizzare le operazioni.

Le cavigliere con pesi sono strumenti semplici e versatili che permettono di caricare l’attività sportiva in modo controllato semplicemente aumentando il peso a seconda del livello di preparazione atletica e dell’esperienza.

Cavigliere con pesi: Cosa sono e a cosa servono

Non si tratta di un attrezzo fitness complesso o difficile da usare. Le cavigliere con pesi non sono altro che vere e proprie cavigliere con pesetti disposti all’interno delle cuciture e delle tasche apposite al posto dell’imbottitura in gommapiuma.

Il mercato di riferimento offre diversi modelli di cavigliere con pesi: cavigliere che presentano pesi in tasche cucite che non si possono aprire e cavigliere più versatili che permettono di sostituire i pesi in base alle esigenze.

Cavigliere con pesi: Vantaggi

La potenza muscolare influisce in maniera pesante sulla quantità di calorie che il corpo disperde durante l’allenamento: più i muscoli sono forti e più possono sostenere sforzi fisici (maggiore durata degli esercizi e pesi più pesanti).

A cosa servono le cavigliere con pesi? Allenarsi con le cavigliere con pesi significa disporre dei pesi alle caviglie e aumentare il peso delle gambe allo scopo di sviluppare i muscoli quadricipiti e bicipiti femorali in maniera più efficace e in minor tempo.

Chiaramente fare gli esercizi con pesi alle caviglie aiuta a rinforzare le caviglie e a potenziare le gambe, ma non solo. Alcuni permettono di usare le cavigliere pesi per allenare i glutei.

L’unica cosa a cui bisogna prestare attenzione è il peso. Non bisogna esagerare con il peso per scongiurare contratture muscolari e una pausa dall’allenamento decisamente controproducente.

Comme allenarsi con le cavigliere pesi

Le cavigliere con pesi, così come gran parte degli attrezzi fitness, aiutano a migliorare i risultati dell’allenamento e recuperare la forma fisica. Oggi scopriamo come allenarsi con le cavigliere con pesi!

Chi sceglie l’home fitness per smaltire i chili di troppo oppure la corsa o la passeggiata per potenziare la muscolatura e migliorare il fiato potrebbe massimizzare gli sforzi fisici sfruttando un attrezzo fitness semplice e compatto come le cavigliere con pesi.

D’altronde basta entrare in qualsiasi palestra per vedere che le cavigliere con pesi vengono usate per aumentare il lavoro del corpo durante l’esecuzione degli esercizi a corpo libero.

Di fatto le cavigliere con pesi permettono di aumentare il peso e lo sforzo muscolare assicurando grandi benefici in minor tempo, il tutto con poco sforzo e in totale sicurezza.

L’allenamento home fitness con cavigliere con pesi può prendere spunto dai nostri consigli utili su come allenarsi con le cavigliere con pesi con esercizi specifici e semplici da realizzare.

Chiaramente è opportuno scegliere il peso più giusto per l’allenamento che si intende affrontare: cavigliere leggere per esercizi fitness e attività aerobica, pesi da 5 chili per passeggiare e cavigliere con peso superiore in caso di allenamento bodybuilding già avanzato.

L’essenziale per allenarsi con le cavigliere con pesi è evitare gli eccessi in modo da escludere infortuni e strappi e scongiurare eventuali pause forzate.

Il primo approccio all’allenamento con pesi è un pool di esercizi diretti a rassodare glutei, cosce e gambe. Si tratta di esercizi che sfruttano il peso del corpo e il peso delle cavigliere per ottimizzare i movimenti.

Squat alternato

Lo squat alternato con cavigliere con pesi si può eseguire sia a corpo libero che appoggiando la schiena al muro per facilitare la postura della schiena e lo scivolamento verso il basso.

Tutto quello che bisogna fare è stare in piedi con gambe divaricate all’altezza delle spalle, punte leggermente all’infuori e addome contratto, scendere verso il basso facendo peso sui talloni e tenendo le braccia distese in linea retta oltre il petto e risalire con una sola gamba, distendendo l’altra verso l’esterno e tenendo l’equilibrio con le braccia distese lungo i fianchi.

È sufficiente fare tre serie da 10-15 squat, a seconda del grado di allenamento a gambe alternate e con pause da un minuto per serie.

Side In

Nell’esercizio Side In è necessario stare a terra sdraiati sul fianco e sollevare verso l’alto la gamba di appoggio mantenendola ad angolo retto rispetto all’altra gamba.

In questo caso, il movimento è limitato a pochi centimetri ma permette di lavorare sull’interno coscia e sui muscoli adduttori delle gambe.

Sollevamento da coricati

Il sollevamento da coricati permette di rinforzare e rassodare le cosce. Come fare?

È sufficiente distendersi sul tappetino con la gamba poggiata per terra flessa, il ginocchio piegato e un braccio disteso sul quale appoggiare l’orecchio mentre la pancia resta diretta leggermente verso il basso.

A questo punto non bisogna far altro che sollevare la gamba esterna verso l’alto, mantenendo l’equilibrio e appoggiando il palmo dell’altra mano sul pavimento. È consigliabile procedere con 3 serie da circa 15 o 20 ripetizioni per gamba.

Sollevamento inverso

Il terzo esercizio lavora sull’adduttore, un muscolo molto delicato in fase di sollecitazione.

In questo caso è necessario assumere la stessa posizione del sollevamento da coricati, mantenendo però flessa la gamba posta all’esterno del corpo e distesa la gamba posta all’interno.

Dalla posizione occorre sollevare la gamba verso l’interno del corpo (in alto) facendo dei piccoli movimenti. È preferibile procedere con 3 serie da 15 o 20 sollevamenti, con pause di 30 secondi circa.

Come scegliere le cavigliere con pesi

L’acquisto delle cavigliere con pesi deve lasciare spazio all’analisi di vari dettagli sia quando si decide di allenarsi con esercizi aerobici (pesi mai troppo pesanti) che quando si opta per un allenamento in palestra con un peso aggiuntivo ai macchinari (peso idoneo al livello di allenamento)

Ovviamente bisogna prestare attenzione anche al sistema di chiusura delle cavigliere con pesi giacché il velcro tende a consumarsi nel tempo mentre le fibbie risultano resistenti e comode.

Ma quanto devono pesare le cavigliere? Non resta che scoprire come scegliere le cavigliere con pesi seguendo tabelle precise che indicano quanti Kg delle cavigliere usare per ogni tipo di allenamento:

  • 1 Kg – Le cavigliere pesi da 1 Kg sono ideali per tutti i neofiti dell’allenamento e chi si allena con corse leggere e passeggiate.
  • 2 Kg – L’aggiunta di peso rafforza lo sforzo durante la corsa e le passeggiate, rendendo le cavigliere pesi da 2 Kg perfette per chi si è già allenato con le cavigliere da 1 Kg.
  • 5 Kg – Le cavigliere pesi da 5 Kg sono consigliate per eseguire esercizi di livello base in palestra ed effettuare passeggiate a passo sostenuto, ma non per la corsa.
  • 10 Kg – Queste cavigliere presentano diversi fattori di rischio se vengono usate per correre o passeggiare e per questo possono essere sfruttare per fare esercizi di potenziamento muscolare in palestra.
  • 18 Kg – Le cavigliere con pesi da 18 Kg sono difficili da gestire in qualsiasi tipologia di esercizio e sono particolarmente sconsigliate a chi non fa body building o esercizi a corpo libero da tempo.

Come fare una cavigliera con pesi?

Chi vuole passare a un peso maggiore e vorrebbe essere sicuro di fare la scelta giusta può provare a capirlo sperimentando cavigliere con pesi fai da te prima di acquistare un modello ah hoc (es. cavigliere pesi Decathlon, cavigliere pesi Amazon e così via).

Tutto quello che bisogna fare è prendere dei calzini lunghi vecchi, riempirli con fagioli secchi o sassolini, chiudere la parte aperta, cucire una fascia di velcro sui lati e legarli alle caviglie.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 4 Media: 4.3]

Myriam Amato

Informazioni sull'autore
Laureata in Informazione e sistemi editoriali, amante della cultura orientale e appassionata di benessere, salute e fitness.
Tutti i post di Myriam Amato