Home Benessere Come pulire l’ombelico con rimedi naturali

Come pulire l’ombelico con rimedi naturali

Le buone regole di skincare e beauty ruotine tendono a non parlare troppo spesso dell’ombelico, una delle parti del corpo più difficile da pulire. Scopriamo come pulire l’ombelico con rimedi naturali!

Ombelico- foto pinterest.co.uk

Non tutti asciugano l’ombelico quando si fanno la doccia o si dedicano alla sua corretta igiene, complice la poca importanza che è stata riservata a questa parte del corpo.

Perché prendersi cura dell’ombelico?

L’ombelico è una parte del corpo che tende ad accumulare residui di bagnoschiuma, cellule morte, residui di tessuti e sporcizia e crea un ambiente caldo-umido perfetto per la proliferazione di batteri.

La scarsa igiene dell’ombelico può comportare la comparsa di un’infiammazione dell’ombelico e dei tessuti circostanti chiamata onfalite, spesso seguita da un cattivo odore dall’ombelico degli adulti.

Come pulire l’ombelico con rimedi naturali

Pulizia ombelico- foto temp-garant.ru

La buona notizia è che dimenticare di pulire e asciugare l’ombelico dopo aver fatto il bagno e la doccia non è una condizione irreversibile. Fortunatamente è possibile lavare e pulire l’ombelico con rimedi naturali!

  1. Tea Tree Oil

Il Tea Tree Oil possiede un’azione antimicotica che può essere utile per contrastare la proliferazione di funghi e le infezioni insorte a seguito di una scarsa igiene (liquido puzzolente dall’ombelico).

In questo caso è necessario versare qualche goccia di Tea Tree Oil su un cotton fioc e pulire l’interno dell’ombelico delicatamente.

  1. Olio di rosmarino

L’olio essenziale di rosmarino può aiutare a pulire e disinfettare l’ombelico in modo delicato, oltre che eliminare il cattivo odore in caso di infiammazione. Come pulire l’ombelico?

Tutto quello che bisogna fare è lavare l’ombelico con sapone neutro, asciugarlo, applicare un paio di gocce di olio essenziale su un cotton fioc e pulire la zona senza strofinare.

  1. Olio di cocco

L’olio di cocco è un’ottima soluzione per pulire l’ombelico in quanto una sostanza idratante e antibatterica, ma è preferibile usarlo dopo aver utilizzato il Tea Tree Oil o l’olio essenziale al rosmarino.

Per pulire l’ombelico con rimedi naturali a base di olio di cocco è sufficiente seguire la falsa riga degli altri metodi.

  1. Soluzione salina

La miscela di acqua e sale marino crea una soluzione salina che permette di pulire l’ombelico e limitare la comparsa di infezioni.

  1. Acqua e prodotti per la pulizia

È possibile pulire l’ombelico usando i cotton fioc, l’acqua e i prodotti per la pulizia del corpo come l’acqua ossigenata o il detergente intimo.

Non bisognerà far altro che inumidire il cotton fioc, versare qualche goccia di detergente, strofinare il bastoncino sui tessuti circostanti e al centro dell’ombelico ed eliminare eventuali residui con un altro cotton fioc.

Quante volte?

Il fatto di trascurare l’ombelico dipende dall’idea che un bagno o una doccia siano sufficienti a mantenere la giusta igiene di questa parte del corpo. E in effetti e così, ma è importantissimo asciugare bene la zona.

D’altro canto, però, insistere con una pulizia eccessiva potrebbe rimuovere lo strato protettivo della pelle e provocare ulteriori problemi.

Quando pulire l’ombelico con rimedi naturali? Semplicemente se si tende a soffrire di prurito, arrossamento e irritazione della zona, ma non più di un paio di volte a settimana.

Chiaramente il trattamento naturale va sospeso in concomitanza con l’insorgenza di un problema che richiede il parere medico e una cura appropriata all’infezione.

Come pulire l’ombelico con il piercing

Piercing all’ombelico- foto pixabay.com

La pulizia di questa parte del corpo diventa ancora più importante se è stato arricchito con un piercing all’ombelico.

Sarebbe meglio non rimuovere il piercing per evitare di esporre la zona all’attacco di batteri e agenti patogeni o incorrere nella chiusura del foro.

È sufficiente bagnare l’ombelico e il piercing con una soluzione salina (un bicchiere d’acqua tiepida e una punta di cucchiaino di sale marino) e asciugarlo bene senza sfregare troppo con l’asciugamano.

Come pulire l’ombelico in gravidanza

Gravidanza- foto pixabay.com

La gravidanza cambia la forma dell’ombelico fino a quasi a farlo fuoriuscire in maniera più o meno evidente, ma necessita della stessa attenzione in termini di pulizia.

Non bisogna far altro che mantenere la stessa routine con un po’ di attenzione in più: non andare troppo in profondità e non strofinare troppo la zona.

Come pulire l’ombelico del neonato

Neonato- foto pixabay.com

A proposito di pulizia dell’ombelico non possiamo non aprire una parentesi sulla cura del moncone del cordone ombelicale del neonato.

In questo caso la routine giornaliera (più volte al giorno) richiede un batuffolo di cotone, un detergente delicato, un cotton fioc e un disinfettante senza alcol. Cosa fare?

Dopo aver lavato le mani, occorre immergere il batuffolo di cotone in acqua tiepida per pulire la zona, pulirle l’ombelico con un cotton fioc imbevuto di acqua calda e sapone in caso di urine o feci nel cavo e in ultimo disinfettare la zona.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui