Come migliorare i risultati in palestra

Il duro allenamento non sempre dà i risultati sperati se non viene costruito in modo funzionale o non viene accompagnato da un regime alimentare corretto. Ma quali sono le cose da sapere per migliorare i risultati in palestra?

Come migliorare i risultati in palestra- foto pixabay.com

È normale avere dei dubbi sul tipo di allenamento a cui dedicarsi per ottenere risultati concreti e apprezzabili.

Fortunatamente è possibile fare chiarezza sui mille dubbi che si nutrono nei confronti del workout e capire come migliorare i risultati in palestra.

Colazione

Fare colazione prima dell’allenamento dipende dal tipo di attività fisica e dalle condizioni di salute, anche se l’ideale sarebbe rifornire l’organismo di nutrienti ed energia prima dell’allenamento ed evitare una carenza di zuccheri che comporta stanchezza e scarsa concentrazione.

Naturalmente se l’obiettivo è perdere qualche chilo è preferibile saltare la colazione prima dell’allenamento breve e di bassa intensità per consumare l’energia di riserva e non quella appena assunta con il pasto più importante della giornata.

Se invece si cerca di migliorare la prestazione sportiva allora è consigliabile fare una colazione energetica almeno un paio di ore prima di allenarsi.

Allenamento in solitaria o in compagnia

Diverse ricerche scientifiche hanno sottolineato come la percentuale di endorfine naturali che agiscono come antidolorifici rilasciata dopo gli allenamenti è maggiore quando si pratica un’attività di gruppo rispetto a quella in solitaria.

Un allenamento in compagnia consente di trovare stimoli maggiori per continuare ad allenarsi anche quando la pigrizia sopraggiunge oppure non ci si sente motivati dai risultati ottenuti.

È essenziale però non lasciarsi distrarre dalla compagnia per mantenere alta l’attenzione verso i segnali che il corpo rilascia durante l’allenamento.

Stretching e riscaldamento

Non esistono prove scientifiche riguardo la capacità dello stretching pre-allenamento di evitare infortuni durante l’attività fisica.

È possibile che lo stretching prima dell’allenamento possa riservare effetti negativi sulla performance per sport che richiedono scatti di potenza e cambi di direzione improvvisa dal momento che riduce la rigidità muscolare, rallenta la velocità di trasferimento della forza e riduce la potenza delle contrazioni.

In questo senso però lo stretching andrebbe fatto dopo un piccolo riscaldamento generale per mettere in circolo il sangue e preparare il corpo al lavoro di allungamento.

Interval Training ad Alta Intensità

L’Interval Training ad Alta Intensità è stato pubblicizzato come una forma di allenamento che permette di rimanere in forma con sequenze di esercizi intensi da 30 secondi e brevi fasi di recupero per 30 minuti a settimana.

In realtà l’ideale sarebbe fare attività fisica almeno due volte a settimana per un totale di 150 minuti per ottenere tutti i benefici dell’esercizio.

Pesi o cardio

Un allenamento focalizzato solo su esercizi con i pesi che esclude gli esercizi cardiovascolari non permette di avere risvolti positivi sulla salute, stimolare il metabolismo e aumentare la forza muscolare.

È preferibile fare 2-3 volte a settimana un lavoro con pesi per aumentare la massa muscolare e 4-5 volte a settimana un lavoro cardio, magari alternandoli anche all’interno della stessa sessione di allenamento.

Allenamento stilato in base all’età

I muscoli crescono e si fortificano in modo naturale fino ai 30 anni, il momento in cui inizia una fase di decrescita che può essere invertita da esercizi e movimenti specifici.

Tutto quello che bisogna fare è sfruttare la perdita di massa e forza muscolare minima fino a 50 anni e rallentare tale processo per gli anni successivi.

La forma di allenamento deve essere adeguata alle necessità legate all’età biologica. Va da sé che un adulto non può e non deve allenarsi come un ventenne se non vuole incappare in infortuni e problemi.

È necessario imparare a dosare lo sforzo e personalizzare l’attività fisica per ottenere risultati concreti.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

Myriam Amato

Informazioni sull'autore
Laureata in Informazione e sistemi editoriali, amante della cultura orientale e appassionata di benessere, salute e fitness.
Tutti i post di Myriam Amato