Home Benessere Come gestire l’infezione da Helicobacter pylori con rimedi naturali

Come gestire l’infezione da Helicobacter pylori con rimedi naturali

Abbiamo già parlato delle conseguenze del batterio Helicobacter pylori sul tratto gastrointestinale superiore e della terapia farmacologica per debellarlo. Oggi scopriamo come gestire l’infezione da Helicobacter pylori con rimedi naturali!

Helicobacter pylori- foto bu.edu

Per chi non lo sapesse ancora, l’Helicobacter pylori è un batterio microaerofilo presente nell’organismo che penetra nello strato mucoso esterno e si ancora alla parete interna dello stomaco.

Gli studi scientifici affermano che la metà della popolazione mondiale soffre di malattie gastriche causate proprio dall’Helicobacter pylori, una condizione cronica che può provocare il tumore allo stomaco se viene trascurata.

Come si trasmette l’Helicobacter pylori?

Trasmissione batterio- foto ulcer-cure.com

Il batterio Helicobacter pylori si trasmette attraverso il contatto di saliva, materia fecale e utensili medici contaminati da una persona infettata.

Le scarse condizioni igienico-ambientali aumentano la possibilità di diffusione del batterio, specialmente quando si tratta di Paesi in via di sviluppo in cui il consumo di acqua inquinata e lo scarso livello di igiene potenziano il rischio di infezione.

Helicobacter pylori: Sintomi

Bruciore di stomaco- foto donnad.it

In linea di massima l’infezione da Helicobacter pylori rivela sintomi lievi e poco rilevanti mentre tutto cambia in caso di infiammazione acuta e cronica: dolore intenso dopo i pasti, bruciore di stomaco, reflusso gastroesofageo, nausea e perdita di peso.

Gestire l’infezione da Helicobacter pylori  con rimedi naturali

Rimedi naturali contro l’Helicobacter pylori- foto my-personaltrainer.it

In mancanza di vaccini per prevenire l’infezione da Helicobacter pylori, l’unico modo per trattare il batterio è la terapia farmacologica a base di antibiotici per debellare l’agente patogeno e di farmaci inibitori della pompa protonica per privarlo del suo habitat.

Fortunatamente è possibile gestire l’infezione da Helicobacter pylori  con rimedi naturali semplicemente cambiando alcuni comportamenti e variando un po’ la dieta.

Cibi per combattere Helicobacter pylori

Tè verde- foto nonsolobenessere.it

Ma quali sono i cibi che possono contribuire a creare un ambiente non favorevole alla crescita dell’Helicobacter pylori?

  • Broccoli – Il principio attivo sulforafano inibisce la crescita del batterio, anche se non lo uccide completamente.
  • Tè verde – La carica di antiossidanti blocca la crescita del batterio e contrasta la presenza nell’ambiente acido.
  • Mirtilli rossi – I piccoli frutti rossi agiscono per ridurre le infezioni e la proliferazione del batterio nello stomaco.
  • Aglio – L’aglio, grazie al principi attivo allicina, risulta un potente disinfestante nelle infezioni gastrointestinali.
  • Olio EVO – L’olio extravergine di oliva contiene una grande percentuale di antiossidanti polifenoli che migliora il processo di ricupero dall’infezione.
  • Miele di Manuka – Questo miele contiene metilgliossale, una sostanza dall’attività antibatterica che regolarizza l’acidità dello stomaco e svilisce l’ambiente perfetto del batterio.
  • Vino rosso – Il resveratrolo presente nel vino rosso si rivela particolarmente indicato per contrastare il batterio.

Spezie

Zenzero- foto ilroma.net

Le spezie non sono solo ingredienti privilegiati per una cucina sana ma si rivelano rimedi naturali ricchi di proprietà antisettiche, disinfettanti e antinfiammatorie per equilibrare la flora batterica intestinale e ridurre la presenza del batterio.

  • Curcuma – La curcumina riserva un effetto antinfiammatorio utile per ridurre l’infiammazione al sistema digestivo.
  • Pepe nero – Il pepe nero contiene la piperina, un principio attivo che blocca la produzione di Helicobacter pylori ed evita la comparsa dell’infiammazione a livello della mucosa gastrica.
  • Zenzero – La radice di zenzero viene utilizzata per trattare i disturbi digestivi e in questo caso si può rivelare un ottimo antibatterico.
  • Timo – Il timolo contenuto nel timo è una sostanza con virtù antisettiche e antispasmodiche perfette contro l’infezione da Helicobacter pylori.
  • Cannella – La cannella si presenta ricca di oli essenziali e viene considerata perfetta per inibire la proliferazione di funghi e batteri.

Erbe aromatiche

Rosmarino- foto ilsoleelaterra.it

È possibile gestire l’infezione da Helicobacter pylori  con rimedi naturali a base di erbe aromatiche quali salvia, rosmarino, origano e menta.

In linea di massima gli aromi utilizzati in cucina, grazie alle proprietà antisettiche, risultano favorevoli  alla guarigione della gastrite da Helicobacter pylori  .

Rimedi naturali specifici

Propoli- foto enolapi.net

Madre Natura offre una vasta gamma di rimedi naturali che si possono trovare in natura oppure sotto forma di integratori alimentari:

  • Liquirizia – La liquirizia contiene la glicirrizina e molti flavonoidi in grado di inibire la proliferazione batterica e favorire la guarigione dei disturbi digestivi. Attenzione però a non esagerare, visto che potrebbe provocare ipertensione!
  • Propoli – Il ricostituente naturale può essere masticato o deglutito allo scopo di proteggere lo stomaco dal batterio e migliorare il benessere dello stomaco.
  • Probiotici – I probiotici si sono dimostrati utili per ripristinare una flora batterica intestinale sana e contrastare la proliferazione di Helicobacter pylori.
  • Camomilla – La camomilla riserva proprietà lenitive sui dolori di stomaco e inibisce la produzione del batterio.

Vitamine e sali minerali

Zinco integratore- foto viveremeglio.it

L’infezione da Helicobacter pylori  può essere evitata semplicemente riducendo l’acidità gastrica e migliorando la salute della mucosa gastrica infiammata. Come? Assumendo integratori a base di vitamine e minerali:

  • Vitamina C – La vitamina ritarda la crescita del batterio, rinforza il sistema immunitario e sviluppa un’attività antiossidante sulla mucosa gastrica.
  • Zinco – Il minerale risulta utile per promuovere la riparazione dei tessuti della mucosa gastrica danneggiata.
  • Carbonato di calcio e magnesio – Gli integratori a base di calcio e magnesio riescono a ridurre l’acidità gastrica dello stomaco.
Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui