Home Benessere Come gestire il cuoio capelluto sensibile con rimedi naturali

Come gestire il cuoio capelluto sensibile con rimedi naturali

Il cuoio capelluto sensibile è un problema fastidioso che colpisce un numero crescente di persone con sintomi difficili da ignorare. Oggi scopriamo come gestire il cuoio capelluto sensibile con rimedi naturali!

Cuoio capelluto sensibile- foto ducray.com

Quando il cuoio capelluto diventa sensibile si manifesta una secchezza dei capelli che lascia spazio a bruciore, prurito, irritabilità e formazione di forfora.

In linea di massima non è possibile annoverare le cause precise che determinano prurito al cuoio capelluto, visto che il dolore al cuoio capelluto potrebbe essere determinato da uno shampoo aggressivo, un inquinamento atmosferico, un periodo di stress e un cambiamento ormonale in essere.

Quello che non cambia è la sensazione di prurito e l’arrossamento che spinge a trovare sollievo grattando la superficie, un’azione che rischia di aumentare il problema e creare notevole disagio.

Gestire il cuoio capelluto sensibile con rimedi naturali

Bruciore alla testa- foto arganlife.com.tr

Il primo passo è eliminare i prodotti per capelli con agenti irritanti e modificare le abitudini di vita in modo da risolvere il problema, specialmente quando si riesce a individuare la causa scatenante.

Nel frattempo è possibile gestire il cuoio capelluto sensibile con rimedi naturali nella misura in cui riducono la gravità dei sintomi.

Regole di comportamento

Asciugatura capelli- foto physiogel.com

Occorre eliminare i comportamenti scorretti che causano la sensibilità del cuoio capelluto e correre ai ripari con alcune regole d’oro:

  • Preferire i prodotti delicati – I prodotti per i capelli devono presentare formulazioni naturali e lenitive e shampoo per cuoio capelluto sensibile in grado di ridurre il prurito e non irritare la zona.
  • Evitare lavaggi frequenti – Non bisogna superare i 3 lavaggi settimanali, a patto che non si pratichi sport: il sudore rischia di irritare il cuoio capelluto.
  • Asciugatura capelli – In caso di cuoio capelluto irritato è meglio asciugare i capelli all’aria per non stressarli ulteriormente con l’aria calda del phon oppure scegliere una temperatura non troppo elevata.
  • Protezione dal sole – Il sole potrebbe irritare il cuoio capelluto e per questo è preferibile schermarlo indossando un cappello.
  • Massaggio localizzato – È possibile effettuare un massaggio che dal centro della testa si muove in modo circolare lungo tutta la superficie in modo da riattivare la circolazione e dare sollievo.

Soluzione olio di Argan e olio di jojoba

Olio di Argan- foto donnaedintorni.com

La soluzione di olio di Argan e olio di jojoba aiuta a curare la secchezza semplicemente creando una miscela dei due oli (pari quantità) con un po’ di acqua, applicando il composto sul cuoio capelluto, massaggiando per qualche minuto e lasciando in posa per tutta la notte prima di lavarli al mattino con un prodotto delicato.

Risciacquo con aceto di mele

Aceto di mele- foto commons.wikimedia.org

L’acqua troppo calcarea potrebbe aver aggredito il cuoio capelluto e aver provocato la situazione di secchezza e sensibilità.

In questo caso è possibile procedere con un risciacquo di a base di un bicchiere di aceto di mele e tre tazze di acqua fredda per gestire il problema.

Infuso di calendula

Infuso di calendula- foto fotogallery.doctissimo.it

L’infuso di calendula riserva le stesse proprietà antinfiammatorie e antiossidanti della pianta utilissime per ridurre l’irritazione sul cuoio capelluto causate da crisi allergiche o sensibilità.

Tutto quello che bisogna fare è preparare un infuso con 2 cucchiai di fiori di calendula e una tazza di acqua bollente, versare il liquido freddo in un flacone spray, dividere i capelli in ciocche e nebulizzare l’infuso sul cuoio capelluto lasciando assorbire senza risciacquo. Ripetere  l’uso 2 volte al giorno.

Tè verde

Tè verde- foto medimagazine.it

Il tè verde, noto per le proprietà antinfiammatorie e astringenti, contribuisce a controllare il prurito del cuoio capelluto e a migliorare la circolazione.

In questo caso è sufficiente versare un cucchiaino di tè verde in una tazza di acqua bollente, coprire e lasciare in infusione per 20 minuti prima di filtrare e versare in un barattolo con spray.

A questo punto occorre spruzzare il tè verde su tutto il cuoio capelluto prima di andare a letto, lasciare agire tutta la notte senza risciacquare e usare il rimedio naturale tutti i giorni.

Aloe Vera e miele

Gel Aloe Vera- foto erawan-spa.fr

L’unione di Aloe Vera e miele dà vita a un trattamento idratante e rigenerante che limita il rossore e l’infiammazione provocati dalla sensibilità a certe sostanze chimiche e aiuta a mantenere i follicoli ben puliti.

È sufficiente creare una maschera frullando 5 cucchiai di gel di Aloe Vera, 2 cucchiai di miele e 2 cucchiai di acqua di rose, strofinare il trattamento su tutto il cuoio capelluto, lasciare agire per 40 minuti, risciacquare con acqua fredda e ripetere ogni giorno.

Infuso di camomilla

Camomilla- foto curareleemorroidi.it

L’infuso di camomilla agisce come un lenitivo nei confronti di irritazione dei follicoli piliferi, l’arrossamento e il prurito a livello del cuoio capelluto, oltre che un regolatore naturale per la produzione di sebo.

Tutto quello che bisogna fare è aggiungere 2 cucchiai di fiori di camomilla in una tazza di acqua bollente, coprire la bevanda e lasciare riposare per 15-20 minuti e nebulizzare l’infuso sul cuoio capelluto senza risciacquo. Ripetere l’operazione 2-3 volte al giorno.

Olio essenziale di Tea Tree

Tea Tree Oil- foto face2faceafrica.com

L’olio essenziale di Tea Tree può essere un ottimo rimedio naturale contro il cuoio capelluto sensibile grazie alle sue proprietà antimicotiche, antisettiche e antibatteriche.

Se le cause del cuoio capelluto sensibile e irritato sono la secchezza e/o la forfora, è sufficiente prendere una bottiglietta dotata di un erogatore spray, riempirla con acqua distillata, aggiungere 10-15 gocce di olio essenziale di Tea Tree, agitare la bottiglietta e spruzzare la miscela sul cuoio capelluto.

Dopo aver nebulizzato la miscela è necessario massaggiare il cuoio capelluto per qualche minuto fino ad assorbimento, senza risciacquare.

In alternativa è possibile aggiungere qualche goccia di olio essenziale di Tea Tree direttamente nello shampoo e nel balsamo  (10 gocce di olio essenziale ogni 100 ml di prodotto).

Acqua di amamelide (Hamamelis virginiana)

Amamelide- foto vivereinbenessere.com

L’acqua di amamelide sembra il rimedio naturale perfetto per detergere il cuoio capelluto senza irritarlo ulteriormente, visto che si tratta di una soluzione non aggressiva dall’azione decongestionante e purificante.

In questo caso non occorre far altro che scegliere un idrolato puro di amamelide e applicarlo così o miscelarlo con acqua distillata prima di applicarlo sui capelli appena lavati, lasciarlo in posa per 30 minuti e risciacquare.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 1 Media: 1]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui