Come gestire gli squilibri ormonali con rimedi naturali

Molte donne soffrono di squilibri ormonali nei loro cicli mestruali che influiscono negativamente sulla normale routine. Oggi scopriamo insieme come riequilibrare il ciclo mestruale con rimedi naturali!

Disfunzione ormonale- foto tantasalute.it

Starai pensando che gli sbalzi ormonali femminili che provocano dolore prima o durante il ciclo mestruale non siano nulla di eccezionale, eppure il dolore segnala che qualcosa non va.

Cosa provoca lo squilibrio ormonale? Può essere provocato da vari fattori, dallo stress eccessivo al dimagrimento repentino fino all’arrivo del ciclo, ma non definisce necessariamente una situazione drammatica (anche se in ogni caso è preferibile correre ai ripari).

In linea di massima è meglio cercare di curare gli squilibri ormonali per evitare disturbi più gravi (es. squilibri ormonali e perdita di capelli; squilibri ormonali e pressione alta; squilibri ormonali e aumento di peso; squilibri ormonali e tachicardia) e affrontare la quotidianità al meglio.

Anche all’inizio gli squilibri ormonali si manifestano con sintomi vari, tra i quali ricordiamo stanchezza, sbalzi di umore, mal di testa, variazione della libido, irregolarità del ciclo, acne e problemi intestinali.

Anche dopo aver verificato la presenza degli squilibri ormonali attraverso test ed esami appositi, però, i ginecologi non offrono grandi alternative per riequilibrare gli sbalzi ormonali e gestire i sintomi degli squilibri ormonali femminili, se non con la pillola anticoncezionale dall’effetto palliativo.

Per fortuna è possibile gestire lo squilibrio ormonale con rimedi naturali. Ancora una volta Madre Natura accorre in nostro aiuto per fornire una varietà di rimedi naturali per trattare gli squilibri del ciclo mestruale.

Come riequilibrare il ciclo mestruale con rimedi naturali

Dolori mestruali- foto sanihelp.it

Curare gli squilibri ormonali con rimedi naturali diventa l’opportunità di ritrovare il benessere generale e dire addio a tutti quei sintomi dolorosi che impediscono di vivere in modo pieno e vitale nel corso dello squilibrio ormonale pre-ciclo.

Non ci resta che scoprire come rimediare agli squilibri ormonali usando rimedi naturali, strategie e regole di comportamento ad hoc.

Alimentazione

Semi di girasole- foto passionemamma.it

È possibile riequilibrare gli ormoni femminili con rimedi naturali semplicemente arricchendo il menu giornaliero con determinati alimenti:

  • Cibi ricchi di zinco – Lo zinco promuove la produzione di testosterone e può aiutare a ridurre la sindrome premestruale. Largo a cereali integrali e semi oleosi (noci pecan, anacardi o semi di girasole).
  • Fonti di Omega 3 – Gli acidi grassi Omega 3 creano membrane cellulari sane e permettono agli ormoni di arrivare alla loro destinazione. Via libera a pesce, semi oleosi, cereali integrali e verdure a foglia verde.
  • Fibre – I cibi ricchi di fibre consentono di riequilibrare i livelli di estrogeni nel corpo. Come migliorare gli ormoni? Basta dire sì a cereali integrali, frutta e verdura crude!

Attività fisica

Yoga- foto viewthevibe.com

Esistono alcune attività fisiche e discipline olistiche che riescono a regolare gli ormoni femminili grazie alla successione di precisi movimenti:

  • Yoga – Alcune ricerche dimostrano che la pratica costante dello yoga può riportare il sistema nervoso, sollecitato dallo stress, a livelli di normalità grazie alla regolarizzazione della respirazione e alla tonificazione del fisico. Non dimenticare che lo  stress può causare una produzione eccessiva di cortisolo, che blocca l’estrogeno.
  • Esercizio aerobico – L’attività aerobica rilascia agenti chimici che migliorano l’umore e aiutano a sopperire agli sbalzi umorali tipici della sindrome premestruale.

Rimedi naturali

Agnocasto- foto meteoweb.eu

È possibile stabilizzare gli squilibri ormonali con rimedi naturali o integratori per squilibri ormonali destinati in grado di influenzare positivamente la produzione ormonale. Come ristabilire l’equilibrio ormonale?

  • Agnocasto – Tra i rimedi per gli squilibri ormonali ci sono i preparati di agnocasto perché sono ricchi di fitoestrogeni e possono aumentare la produzione di ormoni progestinici, caratteristiche che riducono la sintesi di prolattina e FSH e stimolano  i livelli di LH.
  • Discorea villosa – La pianta Wild Yam contiene un mix di saponine steroidale, diosgenina, diidroepiandrosterone (DHEA) e alcaloidi utile per trattare i problemi legati al ciclo mestruale e alla sfera sessuale.
  • Trifoglio rosso – Gli isoflavoni del trifoglio rosso sono capaci di legarsi ai recettori degli estrogeni e di migliorare i disturbi legati ai sintomi della menopausa.
  • Soia – La soia si presenta ricca di fitoestrogeni, sostanze molto simili agli estrogeni della donna che influenzano positivamente il rapporto tra estrogeni-progesterone. Insomma risponde all’esigenza di chi si chiede come riequilibrare gli estrogeni.
  • Alchemilla – L’erba degli Alchimisti possiede proprietà astringenti, diuretiche, decongestionanti, antidiarroiche, emostatiche e digestive e può essere usata come coadiuvante in flussi mestruali abbondanti.
  • Salvia – La salvia è una pianta che, grazie alle proprietà emmenagoghe, estrogeniche e vago-simpatiche, può essere usata in caso di amenorrea o dismenorrea.
  • Rubus Idaeus – Il lampone può essere considerato un riequilibrante endocrino in caso di dismenorrea, alterazioni mestruali, fibromi uterini e cisti ovariche.
  • Artemisia Absinthium – L’Artemisia romana può diventare un prezioso aiuto in caso di mestruazioni in cicli irregolari.
Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 1 Media: 5]

Myriam Amato

Informazioni sull'autore
Laureata in Informazione e sistemi editoriali, amante della cultura orientale e appassionata di benessere, salute e fitness.
Tutti i post di Myriam Amato