Home Salute Come curare la Candida

Come curare la Candida

Come curare la Candida

Secondo alcuni studiosi i fattori più importanti che favoriscono lo sviluppo di una infezione da Candida sono l’uso (e abuso) di antibiotici, l’elevato contenuto di carboidrati della dieta tipica occidentale e la presenza di una elevata dose di mercurio nel corpo. Questi fattori favoriscono la crescita del lievito nel corpo umano.

Gli antibiotici e le tetracicline, di fatti,  uccidono i batteri che sono necessari per la normale digestione, a causa della loro relativa “assenza”, le spore della Candida diventano capaci di proliferare oltre i loro limiti normali. In più, una eccessiva assunzione di zuccheri semplici e un “alto indice glicemico” causato da un eccessiva ingestione di carboidrati come il pane, la pasta, le patate e il riso che si trasformano in zuccheri semplici, mediante la digestione, costituiscono l’alimento principale della Candida. In queste condizioni il lievito può proliferare e causare sintomi anche in persone con un sistema immunitario normale.

I sintomi nella Candida sono causati dai sottoprodotti del metabolismo del lievito stesso, si è visto che la Candida è in grado di produrre ben 79 tossine distinte.

I sintomi:

  • Fatica o letargia
  • Depressione o psicosi maniaco-depressiva
  • Intorpidimento, bruciore o formicolio
  • Mal di testa
  • Dolori muscolari
  • Debolezza muscolare o paralisi
  • Dolore e / o gonfiore delle articolazioni
  • Dolore addominale
  • Stipsi e / o diarrea
  • Prostatite negli uomini
  • Impotenza
  • La perdita di desiderio sessuale o sentimento
  • Endometriosi e infertilità
  • Crampi e / o altre irregolarità mestruali
  • Sindrome premestruale
  • Attacchi di ansia
  • Mani e piedi freddi, bassa temperatura corporea
  • Ipotiroidismo
  • Agitazione o irritabilità
  • Cistite o cistite interstiziale
  • Sonnolenza
  • Irritabilità
  • Orticaria
  • L’infiammazione cronica degli occhi

Trattamento

Ci sono tre procedure su come curare la Candida:

  1. Farmaci anti-fungini come nistatina, Ketoconazol, i Monistat, Lamisil (terbinafina HCl), Diflucan (fluconazolo), Sporanox (itraconazolo), ecc.
  2. Per curare la Candida, molti medici prescrivono l’uso di integratori alimentari anti-Candida come l’aglio, l’olio di oliva, la liquirizia (DGL),  la genziana, integratori di enzimi digestivi e varie formule omeopatiche.
  3. Una combinazione dei due approcci precedenti.

La maggior parte dei terapeuti per curare la Candida, consiglia di seguire delle diete ipocaloriche, a basso contenuto di zuccheri e di altri carboidrati semplici. Il minor uso possibile di antibiotici (topici e orali), di ormoni, di cortisone (steroidi), di antiacidi e farmaci anti-ulcera. Né i farmaci anti-fungini, né gli antimicotici sono in grado di funzionare da soli senza diminuire sensibilmente gli zuccheri dalla dieta, comprese tutte le bevande zuccherate, le bevande gassate, la frutta e gli sciroppi. Questo succede perché la Candida prolifera in presenza di zuccheri semplici: lo zucchero aumenta drasticamente la capacità della Candida di aderire alle cellule mucose.

È buona norma, inoltre, evitare di utilizzare dei farmaci antibiotici non essenziali così come i deodoranti antibatterici (il bicarbonato di sodio è un buon sostituto) e saponi contenenti antibiotici, come il triclosan, che possono contribuire all’allevamento di colonie di batteri resistenti.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 1 Media: 1]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui