Home Benessere Come curare il raffreddore nei neonati

Come curare il raffreddore nei neonati

I pediatri si sentono chiedere come curare il raffreddore nel neonato da genitori alle prese con un bambino di pochi mesi che soffre di naso che cola e difficoltà di respirazione. Cosa fare in caso di raffreddore nei neonati?

Raffreddore neonati- foto suckhoevabe.vn

Il raffreddore è un’infezione delle alte vie respiratorie causata da vari virus, per lo più appartenenti alla famiglia dei Rinovirus.

Nel caso dei neonati, però, basta uno spiffero, un abbassamento repentino di temperatura o un contatto con un bambino raffreddato affinché inizino a mostrare i primi fastidi del raffreddore.

Perché i bambini si ammalano di più?

Neonato- foto mamotoja.pl

I neonati si ammalano più facilmente degli adulti a causa di un sistema immunitario ancora non formato e incapace di contrastare l’attacco di virus e agenti patogeni.

Man mano che il bambino cresce, quindi, le sue difese immunitarie tenderanno a rafforzarsi e a farlo ammalare di meno.

È per questo che il raffreddore può essere trasmesso facilmente attraverso le goccioline di saliva e il muco che possono passare da un bambino all’altro per opera di starnuti e colpi di tosse oppure il contatto con oggetti contaminati.

I sintomi del raffreddore

Sintomi del raffreddore- foto nlcafe.hu

Il sintomo più caratteristico dei neonati raffreddati è il naso chiuso, dovuto all’infiammazione della mucosa e all’accumulo di muco verde nelle cavità nasali.

Al naso chiuso nel neonato, però, si accompagnano tosse e starnuti, con i quali il corpo cerca di espellere le secrezioni legate a mal di gola e febbre.

Curare il raffreddore nei neonati

Lavaggi nasali- foto supermama.me

Ma in caso di raffreddore nei neonati, cosa fare? Non esiste una cura per il raffreddore nei neonati, ma esistono piccoli stratagemmi e rimedi naturali per favorire la respirazione e liberare il naso chiuso.

Quanto dura il raffreddore nei neonati? La tosse e il raffreddore nei neonati promette di guarire spontaneamente nel giro di una settimana, anche se il piccolo può raffreddarsi fino a otto volte nel primo anno di vita.

Fortunatamente è possibile gestire il raffreddore nei neonati con alcuni accorgimenti destinati ad alleviare il fastidio provocato dal raffreddore.

Lavaggi nasali nei neonati

Spesso il pediatra consiglia di pulire il nasino dei neonati con i cosiddetti lavaggi nasali attraverso l’uso della soluzione fisiologica (ipotonica) in modo da assicurare una corretta igiene delle cavità nasali e l’impiego della soluzione ipertonica da fare con l’aerosol o da instillare.

In linea di massima, contenendo una maggiore concentrazione di sali rispetto alla mucosa nasale, la soluzione ipertonica crea un effetto osmotico che riesce a liberare l’acqua e a far uscire il catarro.

Aerosol neonati?

Oltre ai lavaggi nasali, si può fare l’aerosol ai neonati per sfruttare la capacità del vapore di sciogliere le secrezioni. L’essenziale è adoperare soltanto la soluzione fisiologica e non aggiungere farmaci, come fluidificanti o cortisonici, che non possiedono alcuna efficacia documentata.

Rimedi contro raffreddore nei neonati

Cuscino- foto fittevrouwen.nl

I rimedi naturali per curare il raffreddore nei bambini sono principalmente diretti a liberare il naso dal muco verde in modo da aiutare il bambino a respirare meglio e a dormire. Come fare?

  • Cuscino – Posizionare un cuscino sotto il materasso in modo da sollevare leggermente la testa consente al neonato raffreddato di respirare meglio.
  • Liquidi – Più si incoraggia il bambino a bere liquidi e più veloce sarà la guarigione dal raffreddore. Il latte e l’acqua aiutano a rendere fluido il muco e a liberare il naso.
  • Argento proteinato – Le gocce possiedono proprietà decongestionanti e antisettiche, ma per i neonati è indicata la formulazione allo 0,5% .
  • Umidificare gli ambienti – L’aria troppo secca e calda degli ambienti chiusi asciuga le mucose e promuove la formazione di crosticine che finiscono per ostruire ancora di più il naso. Meglio non esagerare con la temperatura di termosifoni e condizionatori e umidificare gli ambienti!

Quando rivolgersi al pediatra?

Neonato raffreddato- foto npr.org

La maggior parte delle volte il raffreddore dura qualche giorno e sparisce entro una decina di giorni in modo spontaneo. Quando chiamare il pediatra?

  • Febbre – La temperatura elevata non passa dopo un paio di giorni.
  • Secrezioni – Il naso del neonato continua a espellere secrezioni purulente di colore giallo-verdognolo.
  • Inappetenza – Il neonato non mangia volentieri e si lamenta in continuazione.
  • Età – La situazione non deve essere trascurata in caso di raffreddore nei neonati di un mese o comunque con meno di tre mesi di vita.
Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 1 Media: 3]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui