Come costruire un circuito palestra per dimagrire

Abbiamo imparato a conoscere il Circuit training come un allenamento costruito su esercizi da svolgere senza pause, un metodo molto versatile per conseguire ogni tipo di risultato. Ma come costruire un circuito palestra per dimagrire?

Circuiti training- foto castedduonline.it

L’allenamento a circuito permette di inserire qualsiasi tipo di esercizio all’interno della suddivisione in stazioni allo scopo di lavorare su tutto il corpo o su zone specifiche.

Il vantaggio di un circuito palestra per dimagrire è mettere in successione una serie di esercizi per dimagrire e allo stesso tempo allenare la forza.

Come costruire un circuito palestra per dimagrire

Le classiche schede di allenamento da palestra lasciano spazio alla costruzione di un circuito palestra per dimagrire che passa attraverso i principi basilari del Circuit training.

Si tratta di un percorso fatto di esercizi diversi suddivisi nelle cosiddette stazioni (ogni tipologia di esercizi) che devono essere ripetuti con intensità e/o velocità del tipo di allenamento che si vuole portare avanti.

Questo tipo di allenamento è caratterizzato dall’assenza di pause tra un esercizio e un altro, una continuità che viene interrotta soltanto dal passaggio dall’esercizio precedente all’esercizio successivo.

Circuito palestra per dimagrire

Il circuito palestra per dimagrire prevede una sequenza di esercirci diretti a migliorare la resistenza muscolare e ginnastica per dimagrire.

Ogni esercizio deve essere svolto per 10 volte prima di passare al movimento successivo e l’intera sequenza deve essere ripetuta per almeno 3 volte.

I primi risultati apprezzabili dell’allenamento per dimagrire si mostrano dopo qualche mese di allenamento con una cadenza di 2-3 volte settimanali (senza allenarsi tutti i giorni).

Non resta che scoprire come dare vita a un circuito palestra per dimagrire e iniziare ad allenarsi per dire addio ai chili di troppo:

  • Estensione delle gambe
  • Sollevamento pesi
  • Affondi con salto (basta iniziare a piedi uniti, fare avanti il piede destro e piegare il ginocchio a 90 gradi e successivamente fare un saltello per invertire le gambe atterrando in affondo con la gamba sinistra)
  • Salto con la corda
  • Stepper
Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 1 Media: 5]

Myriam Amato

Informazioni sull'autore
Laureata in Informazione e sistemi editoriali, amante della cultura orientale e appassionata di benessere, salute e fitness.
Tutti i post di Myriam Amato