Home Benessere Come aumentare le piastrine basse

Come aumentare le piastrine basse

Abbiamo già parlato della piastrinopenia come di una condizione connotata da un abbassamento dei livelli di piastrine nel sangue. Oggi scopriamo come aumentare le piastrine basse e come recuperare una buona coagulazione del sangue!

Sangue- foto leucociti.it

Dopo aver scandagliato le cause che provocano la piastrinopenia e aver consultato un medico specialista, è possibile ricorrere a una serie di rimedi naturali in grado di coadiuvare il trattamento e migliorare la produzione delle piastrine a livello organico.

Come trattare le piastrine basse

Analisi del sangue- foto gentside.it

L’alimentazione, come già accennato, svolge un ruolo fondamentale per sollecitare la produzione delle piastrine.

Come trattare le piastrine basse diventa una questione di alimentazione (mangiare cibi sani e vari e ridurre sostanze eccitanti e alcol) e una routine di piccole buone abitudini.

Acqua di cocco

L’acqua di cocco, grazie al pool di minerali (potassio, calcio, magnesio, fosforo e ferro), vitamina A, vitamine del gruppo B e vitamina C, risulta un buon rimedio alle piastrine basse.

Tutto quello che bisogna fare è prendere un cocco ed estrarne l’acqua, magari raffreddandola qualche ora in frigo prima di berla.

In questo senso è preferibile evitare un prodotto confezionato e imbottigliato, considerando che contiene necessariamente conservanti e additivi diretti a prolungare la durata.

Succo di guava e peperone rosso

La guava o guaiava è un frutto spagnolo che contiene elevate quantità di vitamina A, vitamina C e acido folico mentre il peperone rosso, così come il peperoncino, riserva grandi percentuali di vitamina C, potassio, acido folico, ferro e altri nutrienti destinati a innalzare il valore delle piastrine.

È sufficiente tagliare la guava a pezzi, eliminare i semi del peperone e tagliare a pezzi anche la verdura e frullare gli ingredienti prima di aggiungere un cucchiaio di zucchero e 3 tazze di acqua.

Il succo benefico va bevuto almeno tre volte al giorno per iniziare a notare i primi risultati e a sentirsi meglio.

Succo di lenticchie, more e latte

Il succo di lenticchie, more e latte si rivela un ottimo aiuto per innalzare il livello delle piastrine: ferro, acido folico e vitamine provenienti dalle lenticchie; ferro, vitamina C e vitamina K contenuti nelle more; calcio e fosforo forniti dal latte.

È sufficiente mettere a scaldare dell’acqua in una casseruola, aggiungere 200 grammi di lenticchie e lasciarle cuocere finché non appaiono ammorbidite.

In un secondo momento occorre versare le lenticchie cotte, una quantità a piacere di more, 45 ml di latte e 750 ml di acqua in un frullatore e azionare il dispositivo per ottenere un frullato da bere tre volte al giorno, magari zuccherato con miele o zucchero.

Decotto con foglie di papaya

Le foglie di papaya che si acquistano in erboristeria si presentano come coadiuvanti per il sistema immunitario e per il numero di piastrine presenti.

Non bisogna far altro che versare le foglie di papaya in un pentolino con acqua calda, lasciare bollire a fuoco medio finché non si sarà ridotto il volume del liquido, aggiungere miele o zucchero a piacere, lasciare riposare e assumere un paio di cucchiai al giorno.

In alternativa è possibile schiacciare le foglie fresche di papaya in un mortaio, mescolare la pasta all’acqua, filtrare e consumare nella stessa modalità.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 2 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui